Tragedia in discoteca

Tragedia in discoteca | Pagina 3 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. joghi&bubu

    joghi&bubu

    Iscritto:
    1513281011
    Messaggi:
    734
    Piaciuto:
    394
    Ci sono le commissioni comunali vigilanza pubblico spettacolo, le norme e regole tecniche di prevenzione incendi, il Testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza, le prefetture. Ho fatto parte per diversi anni di una commissione pubblico spettacolo, ne ho viste di tutti i colori, e mi ha sempre colpito la leggerezza di gestori ed organizzatori sul rispetto delle regole di sicurezza, anche di quelle più basilari, tipo vie d'esodo e uscite di sicurezza insufficienti o non idonee (un classico), fino alle bombole del gas utilizzate per alimentare cucine da stand gastronomico collegate alla buona da sentire in distanza la puzza del gpl. E l'innocenza, lo stupore (finti) che ovviamente sfociavano in fastidio, degli organizzatori o proprietari dei locali, quando venivano invitati ad adeguarsi. "Ma sì, dai non è mai successo niente!" oppure "Tutto a norma" le classiche risposte a cui non sempre poi corrispondeva la realtà. Non voglio fare di tutte le erbe un fascio, per carità, c'era chi impegnava coscenziosamente, ma spesso perchè si era già "scottato" in passato.
    Questo è il problema nostrano, la tendenza è sottovalutare, sperare che vada bene, fare le furbate, il tutto condito da un senso civico mai come oggi ai minimi termini.
     
    A NEWsuper5 e XPrience74 piace questo messaggio.
  2. Frankie71iceman

    Frankie71iceman

    Iscritto:
    1243590166
    Messaggi:
    2.075
    Piaciuto:
    481
    Scusa se mi permetto, "scherzi idioti" un paio di palle.

    Uno scherzo idiota è togliere la sedia da sotto il q.lo a uno che si sta sedendo, poi quello cade nel 95% dei casi si fa un livido e ti manda aff..., nel 4.99999% dei casi magari si fa un pò più male e ti manda nello stesso posto, nello 0.000000ecc 1% dei casi cade male picchia la testa e ci resta secco...può succedere, ma se la vediamo così qualunque gioco di ragazzini/adolescenti può finire in tragedia, ma statisticamente non succede quasi mai.

    Qua si parla di usare un'arma (di questo si tratta..) in un luogo affollato, a prescindere dal discorso 1000 biglietti per 400 posti che di quello ne parlo dopo, consapevoli del fatto che basta che uno sia allergico/debole di cuore/qualsiasi altra cosa e ci può restare secco. Senza contare l'ovvio effetto panico/ressa...questo è un tentato omicidio plurimo, altro che scherzo idiota. In questo caso, purtroppo e anche per altri fattori, il "tentato" è diventato "riuscito"...
     
    A FAUST50 piace questo elemento.
  3. arizona77

    arizona77

    Iscritto:
    1316471787
    Messaggi:
    53.563
    Piaciuto:
    1.643


    Bisogna distinguere fra i concerti al chiuso
    ( dove il sistema sardina e' per forza di cosa obbligato )
    Da quello allo stadio, ovviamente sulle gradinate
    ( fatti parecchi ancora fino alla fine degli anni 80 );
    non certo sull' erba dove si " ritorna " al gomito a gomito
     
  4. Frankie71iceman

    Frankie71iceman

    Iscritto:
    1243590166
    Messaggi:
    2.075
    Piaciuto:
    481
    Allora, questione "capienza locale" vs. "biglietti venduti".

    Non sono mai stato un grande frequentatore di discoteche, ma di concerti sì, e vi posso garantire che di location "a norma di buonsenso" in 15 anni di concerti di qualsiasi tipo, escludendo i concerti di musica sacra che per ovvi motivi vengono fatti in luoghi di culto, ne avrò viste 3-4.
    E non sto parlando dell'aspetto legale: per esempio, una location molto ben studiata è l'Alcatraz di Milano, ha in pratica una parete (uno dei lati lunghi del locale) che si apre completamente e dà su una strada larga, ma poco trafficata, l'ideale per un'evacuazione rapida del locale.
    Non solo, ma ovviamente di fronte alle uscite d'emergenza c'è il divieto di sosta e fermata più assoluto...ma nel senso che, in tutti i casi in cui ci sono stato, durante l'evento c'è parcheggiato fuori un carro attrezzi pronto a rimuovere eventuali veicoli parcheggiati nel posto sbagliato.

    Poi chiaro che se i gestori vendono 4000 biglietti e il locale tiene 1700 posti, siamo punto e a capo, ma almeno la location è studiata bene, cosa che non si può dire di tanti altri posti.

    Quindi...purtroppo, la questione del sovraffollamento è un problema ben noto.
    E tutto sommato basterebbe un controllo da parte dell'ennesimo ente inutile, la SIAE, che dovrebbe controllare le vendite dei biglietti...hai 750 posti? Bene, vendi 750 biglietti.

    Il problema è che poi c'è chi compra i biglietti e poi non si presenta, quindi non avrai mai il locale pieno. Cosa che oltre ai gestori dei locali non fa piacere nemmeno a chi organizza gli eventi. Anche perchè per incassare la stessa cifra (locale e organizzazione poi si spartiscono, ovviamente, i proventi) vendendo meno biglietti dovresti farli pagare molto di più, e questo non va bene nemmeno all'artista, perchè poi il fan medio pensa "che ladro XXX che vende i biglietti dei suoi concerti a 200 euro"....

    Ora c'è da capire se interessano di più questi aspetti, o il fatto di avere dei locali in sicurezza. E la risposta la conosciamo già.

    Fermo restando che, in ogni caso, gestire l'evacuazione di 700 persone è un casino, anche se il posto ne può tenere 1500, e in questi casi almeno la decina/ventina di feriti è praticamente garantita...ma un conto sono 20 persone con contusioni varie su 700, un conto sono 6 morti 10 feriti gravi e altri 70 meno gravi su 1400 quando non dovevano essere più di 500..
     
    A zinzanbr piace questo elemento.
  5. Frankie71iceman

    Frankie71iceman

    Iscritto:
    1243590166
    Messaggi:
    2.075
    Piaciuto:
    481
    Guarda, provo a rispondere da pseudo-musicista (di tutt'altro genere, ma il mio rock/metal 30 anni fa dall'opinione pubblica era considerato come la trap adesso, pure se ne veniva riconosciuto il valore artistico).

    Scusa la lunga premessa, ma credo che sia necessaria.

    Il concetto è molto facile, in linea di massima, un artista nasce sempre da un sentimento di disagio, il che non significa che debba aver avuto chissà quali esperienze negative, perchè quelle fanno parte della vita di tutti. C'è chi le supera, c'è chi non le supera, c'è chi indipendentemente dal fatto di superarle o meno, le "esorcizza/esteriorizza" producendo qualcosa di artistico (pittura, scultura, musica, cinema, poesia, letteratura, qualsiasi cosa) che non deve necessariamente essere legato all'esperienza negativa in sè (che può essere una cosa come un lutto, una tragedia ma anche una cosa di per sè futile come una delusione d'amore o un sentimento di insofferenza verso la società ecc..), ma il punto di partenza, quello che ti spinge a esprimerti, è proprio lì, deve nascere un qualcosa che ti spinge a voler dire potenzialmente a tutto il mondo "io sono diverso, ho qualcosa da dire e voglio farmi sentire".
    Ovviamente questo lo può fare chiunque, chiunque di noi ha una storia da raccontare.

    Però poi saperla raccontare è un'altra cosa, ci vogliono anche doti tecniche che si possono avere innate (talento) o ottenere con uno studio serio e tanta fatica e sudore, e qui casca l'asino..

    I trapper, tutti, sono persone che hanno qualcosa da dire, il problema è che il loro messaggio è "ero un povero sfigato di cinisello balsamo, provincia disagiata di Milano, senza un ghello in tasca, ho scoperto che con un pc e due software audio che non so usare ma tanto qualcuno li usa per me potevo diventare ricco, ora sono ricco, puoi farcela anche tu, ora me la godo sono pieno di soldi di f...emmine, mi faccio le canne e sono felice così".
    Capisci bene che un messaggio così è molto più facile da comprendere da un 11-12-13-14-15enne (faccio finta di credere che poi dai 16 anni in su uno inizi ad avere un cervello suo, anche se so benissimo che è una pia illusione) rispetto a quello di artisti che parlano di società, politica, amore, filosofia ecc..

    SE poi vogliamo affrontare il secondo discorso, quello puramente tecnico, io non credo di avere particolari doti nè di aver raggiunto chissà quali traguardi, ma sono 20 anni che studio musica (a fasi alterne, non è mai stato il mio campo di studi nè il mio lavoro ma solo un hobby) e qualcosa credo di aver capito, tra questo qualcosa, il distinguere un prodotto di qualità dallo schifo.
    E posso garantire che, mentre ci sono casi di artisti usciti dai talent show che sanno fare il loro lavoro e anche molto bene, nel caso specifico della trap il concetto è proprio quello...chiunque ce la può fare, basta essere in grado di parlare e avere qualcuno che ti fa una base (ci vogliono 2 minuti con un software qualsiasi) e ti corregga con l'autotune (questo è un pò più complesso, ma per un tecnico audio/arrangiatore è il pane quotidiano...)

    in breve, l'autotune è un pò come un ESP tarato benissimo, se a Hamilton metti un'ESP perfetto sulla sua F1, di sicuro può girare qualche decimo più veloce, è un pò una ciliegina sulla torta. Se metti un ESP perfetto su un catorcio di auto cinese e la fai guidare a un incapace, magari non ci si ammazza, ma resta un incapace su un catorcio.

    L'autotune usato in un concerto live di Mariah Carey ti crea un effetto indimenticabile, la trap è un autotune usato da incapaci che "cantano" su basi schifose.
     
  6. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    46.713
    Piaciuto:
    3.782
    Scusato, era più o meno quello che intendevo anch'io....
     
  7. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    9.430
    Piaciuto:
    1.548
    Purtroppo è esattamente così,a ogni livello.
    Dalla cinture di sicurezza in su,anche quando si ha a che fare con la vita di centinaia di persone o con dei bambini.
    E chiunque faccia notare che se scoppia un incendio,se crolla qualcosa,se capita un incidente...è un rompiballe.
    Perchè le cose non capitano,non capitano mai e infatti si vedono i risultati.
     
    A roby71-4795 piace questo elemento.
  8. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    46.713
    Piaciuto:
    3.782
    Sarebbe niente se fossero solo le basi... a me personaggi come Sfera Ebbasta provocano movimenti endoperitoneali al solo vederli, ma ho appena avuto modo di leggere il testo di un suo brano...... beh, non mi sono cadute le mie, di sfere, solo perchè trattenute dai pantaloni. Ma è possibile che una mente pensante possa pensare anche solo per un secondo di dare ascolto a un ******* del genere?
     
  9. Frankie71iceman

    Frankie71iceman

    Iscritto:
    1243590166
    Messaggi:
    2.075
    Piaciuto:
    481
    Vedi, io dal punto di vista artistico sono molto aperto...cerco sempre di vedere un pò oltre i testi che magari spesso sono fatti apposta per arrivarti dritti come un pugno in faccia, per poi stimolarti una riflessione.
    Certi pezzi di Eminem, per esempio, sono anche molto più pesanti se li leggi letteralmente...parla di voler uccidere la madre o la moglie e cose così...
    Poi se vai a capire la spiegazione, è semplicemente il delirio che ha vissuto quando era in coma, e che ha trasferito in alcune sue canzoni perchè altrimenti sarebbe impazzito e magari l'avrebbe fatto veramente, la musica è stata il suo sfogo e la sua salvezza in un certo senso.

    Tutto ciò per dire che io prima di esprimere un giudizio cerco sempre di capire cosa sta dietro, non parto mai prevenuto.

    Questo però non significa "salvare tutto", la mer$a sempre mer$a resta.
    E non necessariamente da essa nascono i fiori. Quindi, non credo ti succederà mai, ma se dovesse mai venirti il dubbio che magari sei tu che non capisci, non ti preoccupare, non sei tu, è proprio pseudomusica dimmer$a.
    Come diceva bene un mio caro amico, l'hanno chiamato "Sfera Ebbasta" perchè "Schifo Ebbasta" sarebbe stato comunque un complimento.
     
  10. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    46.713
    Piaciuto:
    3.782
    Meno male, cominciavo a preoccuparmi......
     
  11. arizona77

    arizona77

    Iscritto:
    1316471787
    Messaggi:
    53.563
    Piaciuto:
    1.643

    Capitino agli altri
    ( si spera )
     
  12. g.spinoza

    g.spinoza

    Iscritto:
    1492962433
    Messaggi:
    240
    Piaciuto:
    79
    Il personaggio che avrebbe dovuto presentarsi quella sera è assolutamente secondario. Se fosse stato Jovanotti, o qualcuno del grande fratello, o qualche influencer di youtube, sarebbe stato esattamente lo stesso.
     
    A bumper morgan piace questo elemento.
  13. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    46.713
    Piaciuto:
    3.782
    Vero.... la "qualità" dell'audience è quella. Piuttosto, stanno circolando notizie per cui lo sferoide in quel momento era a Rimini per un altra cag.... ehm, concerto, e ad Ancona probabilmente non ci sarebbe andato, laonde per cui la spruzzatina di spray SAREBBE stata organizzata apposta per far scappare la gente in modo da poter annullare l'evento senza essere sbranati dai pir... ehm fan del tipo.... Io voglio sinceramente sperare che non sia così, altrimenti sarebbe davvero il colmo.
     
  14. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    46.713
    Piaciuto:
    3.782
  15. giuliogiulio

    giuliogiulio

    Iscritto:
    1238540614
    Messaggi:
    8.033
    Piaciuto:
    295
    non vado ai concerti in discoteca da una vita...ma anche anni fa il tema della capienza massima rispetto a quanta gente era poi effettivamente dentro il locale era tipico.

    Nulla di nuovo, dunque. Sarebbe capitato. Ed è tristemente successo.

    Anzichè continuare a produrre leggi inutili che tanto non vengono rispettate (un locale tra impianti di aerazione, bagni, uscite di sicurezza, tipi di bevande che può somministrare è sottoposto a una quantità di norme che è folle), basterebbe fare dei controlli degni di questo nome.

    Bastava veramente poco per evitare questa drammatica tragedia.

    Coloro i quali usano questo stray al peperoncino, non si commentano.
     

Condividi questa Pagina