Mahindra KUV100 on the road

Mahindra KUV100 on the road | Pagina 5 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. Carloantonio70

    Carloantonio70

    Iscritto:
    1238610725
    Messaggi:
    2.137
    Piaciuto:
    444
    Salve a tutti.

    In questi giorni mi serve un auto per un uso esclusivamente urbano, quindi la scelta è caduta sulla Kuv.

    Cercherò di scrivere le mie impressioni ed opinioni "così mi distraggo un po" (e ne ho proprio bisogno).

    Iniziamo proprio dall'inizio, cioè dall'apertura dell'auto.
    Mi avvicino da dietro, schiaccio il pulsante di apertura ed apparentemente non succede nulla; giro intorno all'auto, ripeto l'operazione e magicamente qualcosa lampeggia.
    Dopo un attimo di smarrimento mi accorgo che quando si apre lampeggiano le luci diurne, quindi solo d'avanti, quando si chiudono le portiere, invece lampeggiano le 4 frecce (va be e solo un curiosità, ma la riporto lo stesso).
    Una cosamolto utile all'apertura e chiusura delle porte è che se si aziona il pulsante 2 volte si accendono per 6-7 secondi gli anabbaglianti.

    Mi siedo sul sedile di guida, un po piatto e morbido, e scopro che tutto sommato, considerando che parliamo di una macchinetta abbondantemente sotto i 4 mt, si sta molto comodi.

    Metto in moto e si avverte solo un leggero tremolio che passa quasi subito.

    L'occhio mi cade sulla spia dell'aria condizionata e mi accorgo di averla lasciata aperta. Dopo che la cosa si ripete per 3 o 4 volte, mi rendo conto invece che l'aria condizionata si accende da sola ad ogni avvio (sempre che la ventilazione sia accesa); non avevo mai visto una funzione simile, ma va bene.

    Un appunto sulla ventilazione. Anche al minimo secondo me è un po troppo aggressiva, avrei gradito una "mezza" velocità. In ogni caso in caso di vetri appannati, è molto efficace. Qualsiasi situazione è risolta in poche decine di secondi.

    L'autoradio, invece, che tutto sommato sembra essere sufficiente valida, ho rinunciato ad accenderla e spegnerla, quando voglio silenzio, mi limito ad abbassare il volume, per evitare di litigarmi col piripicchio multifunzione che serve anche da tasto di accensione.
    Il BT è veloce a connettersi e funziona bene. I comandi sono un po macchinosi ma completi. Funzioni base di radio e telefono replicati sul volante.
    Come CDB finora ho trovato solo info sull'autonomia residua, nient'altro.
    Superfluo dire che di touch non c'è niente.

    Il motore da buon aspirato, si comporta bene, è molto progressivo ed è difficile metterlo in difficoltà anche usando marce lunghe; se si usa l'acceleratore con dolcezza, la risposta è molto piacevole.
    Se si vuole un po di brio (giusto un po è) non basta affondare, anzi sembra controproducente, bisogna scalare e pestare ed il motore sale rapidamente di giri, senza però nessuna velleità sportiva.

    Lo spazio a bordo per i passeggeri è spropositato, anche se mancano un po di vani chiusi (c'è però un doppiofondo davanti al sedile posteriore), e penso che dietro in 5 ci si stia senza problemi.
    Il discorso si ribalta se invece si ci concentra sulla praticità di carico.
    Il bagagliao è piccolo e profondo, ed lo schienale, almeno sulla K6, non è sdoppiato. Non è un auto per grossi carichi dunque, a meno di non rinunciare a tutti e 3 i posti posteriori.
    Detto se avete bimbi piccoli in età da passeggino, non prendetela proprio in considerazione.

    La vita urbana è piacevole, sguscia bene e si parcheggia dappertutto (sarà che da circa 6 anni non sono più abituato ad utilitarie) grazie anche ai sensori di parcheggio molto precisi. Il servosterzo è un po contrastato all'inizio (non so come spiegarlo), ma era una caratteristica anche della Colt. Serve un po di forza all'inizio poi la demoltiplicazione è ottima. Frizione leggerissima. Ottimo il comportamento sulle buche.
    Apprezzabile l'assistenza alla partenza in salita; basta dare un colpetto di freno e l'auto resta ferma quanto basta per ripartire senza patemi.
    Non ho avuto modo di verificare il funzionamento del hill descent, cioè il controllo di velocità in discesa, ma non ho dubbi che funzioni a dovere, considerato tutto il resto.

    I freni, più volte criticati, sono un discorso a parte. Bisogna farci il piede. Bisogna pestare più che sulle altre auto (infatti nel passaggio repentino dalla KUV ad altre, le prime frenate in manovra sono state da principiante). A mio parere però fanno il loro dovere.
    Molti angoli bui ma ormai è normale con i designer di oggi.

    Sui consumi, che non i preoccupano molto visto le percorrenze ridotte, non dire molto ma con 20 € (circa 12 - 12,5 lt) ad occhio si fanno 180 Km quindi siamo parenti dei 14 Km/l in urbano, che ci possono stare. L'auto ha poi solo 5000 Km quindi dovrebbe tendere a migliorare.

    Tirando le somme se vi piace esteticamente è un auto che ci può stare (alla fine viene via con 11.000 € su strada con una buona dotazione), altrimenti per praticità ed economia sui consumi, meglio andare su una Panda o similari.

    E' un auto per alcuni versi ancora immatura per i mercati occidentali, ma con la quale Mahindra a dimostrato, che che se decide di fare sul serio un prodotto competitivo, ha tutte le carte in regola.
     
    Ultima modifica: 30 Novembre 2019
    A CSAR piace questo elemento.
  2. CSAR

    CSAR

    Iscritto:
    1564824394
    Messaggi:
    863
    Piaciuto:
    347
    Bella descrizione. Le auto esotiche le trovo molto interessanti. Dalle mie parti, la concessionaria Mahindra ha chiuso, altrimenti sarei andato a curiosare.
     
  3. Carloantonio70

    Carloantonio70

    Iscritto:
    1238610725
    Messaggi:
    2.137
    Piaciuto:
    444
    Altre piccole curiosità.

    Se si chiude la macchina e c'è il bagaglio o uno sportello chiuso male si mette a suonare. Questa cosa, unita all'attivazione delle 4 frecce quando si apre il cofano motore ed alla possibilità di accendere gli anabbaglianti dal telecomando, mi danno la sensazione di avere un auto che è nata da un lavoro progettuale molto ben fatto ed attento ai particolari. Lavoro in parte vanificato dalle economie attuate in fase realizzativa, ma visto il prezzo, miracoli non se ne potevano fare.

    Riguardo alla radio ho trovato il modo di accenderla e spegnerla senza patemi.
    Da premettere che la mia è stata una delle primissime vendute e non aveva neanche il manuale di uso e manutenzione, che mi è stato dato dopo più di un mese. Il manuale dell'infotaitment non era presente ed ora lo cerco in rete.

    In pratica per accenderla e spegnerla non si deve premere il piccolo joystick multifunzione. Per accenderla basta una breve pressione verso il basso e per spegnerla la stessa operazione ma più prolungata. Non molto intuitivo, ma una volta capito ...

    Adesso sto effettuando quasi esclusivamente spostamenti di soli 2 Km per 8-10 volte al giorno, ed ad ogni ripartenza, con il tempo di questi giorni, il motore è quasi freddo.
    Nota positiva, il motore va in temperatura molto velocemente.
    Nota negativa (si fa per dire visto l'utilizzo), in questo modo i consumi mi sembrano (sempre calcoli molto a spanne ma sicuramente non troppo distanti dal reale), le percorrenze sono più vicine agli 11 che ai 12 Km/l.

    Sulle buche ed altro (non ho percepito un prolungamento del marciapiede anche se quasi da fermo), da una sensazione di estrema robustezza.

    Per concludere, con il clima che si riaccende ad ogni riavvio del motore, mi sta risvegliando la sinusite
    :emoji_cold_sweat::emoji_grin:

    Anche l'apertura del bagagliaio che sembrava difettosa è migliorata, basta azionare la leva lentamente fino in fondo e si apre senza problema
     
    Ultima modifica: 13 Dicembre 2019
  4. gbortolo

    gbortolo

    Iscritto:
    1243469139
    Messaggi:
    6.728
    Piaciuto:
    1.440
    Con due km di tratta si rischia di andare sotto i 10 km/l
    ----
    Senza alcuna vena polemica, un'elettrica non avrebbe alcun problema, all'incirca consumerà uguale nella tratta da freddo o da caldo senza rivinarsi anche su brevissime distanze.
    Però sembra sempre che si debba andare tutti su plutone ;)
     
  5. Carloantonio70

    Carloantonio70

    Iscritto:
    1238610725
    Messaggi:
    2.137
    Piaciuto:
    444
    Ho la bici elettrica per questo tipo di utilizzo (ed andiamo sotto i 0.02 €/Km incluso ammortamento), ma d'inverno non la uso.

    Per me le auto elettriche e come se ancora non esistessero, e non ne faccio un discorso di autonomia, ma di "filosofia" dell'automobile
     
  6. Carloantonio70

    Carloantonio70

    Iscritto:
    1238610725
    Messaggi:
    2.137
    Piaciuto:
    444
    Stamattina ho portato la Zafira a fare un tagliandino non programmato, dovuto presumibilmente a qualche rigenerazione saltata :emoji_angry:
    quindi la kuvettina (come la sto chiamando) e stata "costretta" agli straordinari.
    circa 80 Km di autostrada e 60 di extraurbano/urbano scorrevole.

    Diciamo subito che l'autostrada non è il suo ambiente. La quinta sembra un po corta (circa 3700 g/min a 120 Km/h), ma fatti una rapida valutazione visto la scarsa coppia del motore alla fine probabilmente è giusto che sia così.
    Nonostante questo si comporta bene, a velocità tra i 100 ed i 120 Km/h. Portata anche per un brevissimo tratto a 140 (di contachilometri, quindi probabilmente non ho superati i limiti + tolleranza :emoji_blush:), e non ha mostrato troppo imbarazzo a tenere l'andatura, ma andare oltre e solo una inutile tortura sia per il motore che per il guidatore (v max dichiarta 150 Km/h).
    A questa andatura è comoda, solo un tantino rumorosa ma in modo accettabile, e penso che i 16 Km/l siano alla sua portata.
    Ripresa regolare ma lenta, consigliabile non essere pigri a scalare se serve.
    Stabilità ottima e cambi di direzione anche repentini sicuri, ondeggia solo un po.

    In extraurbano/urbano scorrevole, il comportamento è assolutamente eccellete.
    Basterebbe, dai 40 in su, solo la quinta, in piano ovviamente, ma il ricorso alla quarta rende la guida più gradevole.
    Inoltre permette di percorrere le curve a velocità notevole ed insospettabile (non dimentichiamo mai che è un utilitaria), senza patemi.

    Un ultima considerazione.
    Paragonandola alla macchina che ha sostituito, una fortwo del 2016, pur considerando tutte le differenze tra i due mezzi, non cìè proprio storia; la Kuv vince su tutti i fronti (tranne nella possibilità di parcheggiare in spazi infinitesimi).
    La Smart, pur costando un 40% in più, è meno confortevole, meno prestante di motore, meno accessoriata, ed anche come qualità costruttiva, oserei dire, non è inferiore (da questo punto di vista la smart che era la youngster, una base con pochi accessori, era assolutamente vergognosa).
     
  7. Carloantonio70

    Carloantonio70

    Iscritto:
    1238610725
    Messaggi:
    2.137
    Piaciuto:
    444
    Ieri ho scoperto una cosa nuova, che a mio modo di vedere conferma le potenzialità progettuali della Mahindra.
    Premesso che non so se altri marchi adottano una soluzione del genere, non mi era mai capitato di trovarla.
    In pratica passando da un macchina automatica ad una manuale, può capitare a volte (come mi è successo ieri :emoji_sweat_smile:) di cercare di mettere in moto senza premere la frizione.
    Ebbene sulla KUV100 è impossibile; marcia inserita e frizione su, il motorino di avviamento non parte. Se si schiaccia la frizione o si mette a folle funziona.
     
    Ultima modifica: 1 Marzo 2020
  8. gbortolo

    gbortolo

    Iscritto:
    1243469139
    Messaggi:
    6.728
    Piaciuto:
    1.440
    Cosa molto utile, concordo.
    La mia Yeti ha la medesima sicurezza. :D
     
    A Carloantonio70 piace questo elemento.
  9. Carloantonio70

    Carloantonio70

    Iscritto:
    1238610725
    Messaggi:
    2.137
    Piaciuto:
    444
    Piccola aggiornamento.
    La kuv100, parcheggiata davanti casa, si comporta davvero bene ...
    Freno a mano ottimo, non si è spostata neanche di un mm ...

    :emoji_joy::emoji_joy::emoji_joy:
     
    A gbortolo piace questo elemento.

Condividi questa Pagina