Al minimo o oltre

Al minimo o oltre - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. miranda453

    miranda453

    Iscritto:
    1238526879
    Messaggi:
    19.949
    Piaciuto:
    386
    Domanda : l'alternatore ricarica la batteria in base ai giri del motore ?
    Esempio, se la lascio accesa l'auto al minimo da ferma o se viaggio a 2500 giri la batteria viene ricaricata dall'alternatore allo stesso modo considerando che si tratta di una batteria EFB sulla Fabia con funzione start/stop e alternatore " intelligente " ?
     
  2. miki15

    miki15

    Iscritto:
    1238703609
    Messaggi:
    3.952
    Piaciuto:
    293
    no ha importanza i giri del motore, vi è un regolatore che da la corrente necessaria ed è stabile a qualsiasi regime motore, gia dal minimo ricarica.
     
  3. 999sanglas

    999sanglas

    Iscritto:
    1509381768
    Messaggi:
    35
    Piaciuto:
    5
    La corrente erogabile dall'alternatore dipende dal numero di giri, la corrente nominale dichiarata di solito è a 6000 g/min ( di alternatore ).
    Il regolatore si occupa di mantenere stabile la tensione al variare del carico e dei giri.
    L'alternatore viene definito intelligente perchè può venire regolato in funzione anche di altri parametri secondo richiesta della centralina motore o della centralina di gestione dell'energia.
     
  4. gnpb

    gnpb

    Iscritto:
    1304717492
    Messaggi:
    3.505
    Piaciuto:
    211
    In realtà il regolatore regola la tensione, la corrente è una conseguenza del carico applicato.
    Negli alternatori classici la tensione viene limitata a 14,4V. La massima corrente erogabile è comunque influenzata dal regime del motore, se l'alternatore è da 100A al minimo non li eroga, non ce la fa, quindi la tensione scende in caso di questa richiesta. Di solito la massima corrente erogabile si ottiene sopra i 2000 giri del motore.
    Comunque gli alternatori recenti (cioè da quando il minimo del motore è regolato elettronicamente) forniscono già una corrente elevata al minimo del motore stesso, anche l'80% di quella massima, quindi praticamente caricano la batteria senza alcun problema già dal minimo, anche se hai acceso clima, fari, lunotto termico, ecc.

    Quelli intelligenti erogano tensioni più alte (anche 18v) in funzione dello stato di carica della batteria e di tutta una serie di parametri (altri carichi, se si è in rilascio, temperatura esterna, temperatura della batteria, ecc.).
    Quindi dato che ora la centralina decide come regolare la tensione e se e quando fornirla, mentre prima lasciando la macchina accesa eri sicuro di caricare la batteria, oggi non è detto che succeda, se la centralina pensa che non serve lo stacca e la stai scaricando invece di caricarla.
     
  5. miranda453

    miranda453

    Iscritto:
    1238526879
    Messaggi:
    19.949
    Piaciuto:
    386
    Grazie a tutti per le risposte.
     
  6. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Ma... qual'è lo spirito della domanda?

    Nel senso... cosa te ne fai di questa informazione...
    cosa devi "decidere"?

    (inciso...sapete cosa ne penso dello "Start&stop"...
    = una falsa soluzione a un vero problema !)
     
  7. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Qualcuno ricorda le vecchie "dinamo" degli anni '60
    (con il collettore a settori ...)
    e ogni volta che il motore andava al minimo, si accendeva la spia... ?

    (16 A al max dei giri...)
     
  8. miranda453

    miranda453

    Iscritto:
    1238526879
    Messaggi:
    19.949
    Piaciuto:
    386
    Lo spirito della domanda non prevede alcuna decisione ma conoscenza.
    Se lo s&s non è disponibile sappiamo che uno dei motivi principali è proprio lo stato di carica della batteria la quale si ricarica guidando l'auto.
    A me che lo s&s funzioni non interessa affatto, anzi lo disinserisco sempre ma se la sua disponibilità è indice di scarsa carica della batteria allora mi domando se basta tenere la macchina ferma al minimo o devo percorrere strada salendo di giri.
    In rete leggo molte informazioni scritte da tecnici o presunti tali per cui se so che basta salire oltre i duemila giri per ricaricare meglio la batteria posso farlo, almeno in inverno se la uso poco.
     
  9. albert56

    albert56

    Iscritto:
    1411379856
    Messaggi:
    4.520
    Piaciuto:
    679
    presente!!!!
     
  10. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Vedi che ho fatto bene a chiedere...

    Nè l'uno nè l'altro.

    Tu devi circolare normalmente, e non certo tenere il motore acceso "per" ricaricare la batteria !

    Se si scarica , i casi sono 3:
    - o hai delle perdite di corrente (e vanno cercate)
    - o hai l'alternatore/regolatore guasto (o la batteria che non ce la fa più...)
    - o semplicemente giri troppo poco.

    In quest'ultimo caso... non trovo giustificato accendere il motore apposta per caricare... ma semplicemente ti prendi un caricabatteria,
    e usi quello !

    (... io me lo sono fatto con un vecchio trasformatore di un TV a valvole... !)
     
  11. gnpb

    gnpb

    Iscritto:
    1304717492
    Messaggi:
    3.505
    Piaciuto:
    211
    Certo il tuo consiglio però è fattibile solo se hai un box tuo... Altrimenti dovresti staccare la batteria e portartela in casa. Quindi personalmente, avendo l'alternatore stupido (e una rimessa in comune senza corrente), se non mi serve andare in giro ogni 15 giorni l'accendo e la lascio caricare.... Dato che non vado in giro apposta per ricaricare la batteria.

    Cosa che non è detto riesca con l'alternatore intelligente per i motivi detti sopra
     
    Ultima modifica: 25 Dicembre 2017
  12. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Effettivamente... l'abitudine...

    Non avevo considerato questa eventualità

    (uno a zero per te...)
     
  13. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Questo dettaglio non lo sapevo.

    Quindi... potremmo dire ...
    che il regolatore intelligente, se sfrutta l'energia cinetica "in rilascio"...
    ..." aumenta l'effetto del freno motore" ?
     
  14. gnpb

    gnpb

    Iscritto:
    1304717492
    Messaggi:
    3.505
    Piaciuto:
    211
    È praticamente l'unica caratteristica veramente intelligente degli alternatori definiti tali... In frenata o in rilascio si inseriscono "con prepotenza", aumentando la tensione in uscita e quindi dando una botta di ricarica alla batteria notevole, per quello vanno usate batterie particolari, altrimenti andrebbero in ebollizione con simili correnti di ricarica risultanti dall'applicazione di 18v a una batteria da 12. Certo come effetto collaterale sicuramente aumenta il freno motore ma non so quanto sia avvertibile.
     
  15. miranda453

    miranda453

    Iscritto:
    1238526879
    Messaggi:
    19.949
    Piaciuto:
    386
    Grazie gnpb, come in altre occasioni sei preciso e utile :emoji_thumbsup:

    Sul glossario VW scrivono : " La gestione energetica della batteria permette di disporre sempre della potenza sufficiente per avviare il motore. La gestione è concepita per essere efficiente perfino quando la vettura non viene utilizzata per un periodo prolungato. Le vetture moderne usufruiscono costantemente dell'energia della batteria anche quando non sono in funzione. Ad esempio, la memoria delle notizie sul traffico, il sistema antifurto e il radiocomando consumano tutti costantemente una piccola quantità di elettricità. Se il livello di carica diventa critico, il sistema esclude gradualmente i sistemi al fine di abbattere il consumo della batteria. Il sistema di gestione dinamica dell'energia monitora costantemente la tensione della batteria e l'attività di carica durante la marcia della vettura. All'occorrenza, il sistema aumenta leggermente la velocità al minimo al fine di aumentare la potenza di carica dell'alternatore.
     
    Ultima modifica: 25 Dicembre 2017

Condividi questa Pagina