Quale futuro per Alfa Romeo?

Quale futuro per Alfa Romeo? | Pagina 191 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. Head

    Head

    Iscritto:
    1318158203
    Messaggi:
    992
    Piaciuto:
    361
    “lancerà solo elettriche” … non “venderà solo elettriche”

    siamo certi non vi sia un forte restyling di Stelvio tra qualche anno, visto che la piattaforma continuerà ad esistere, vedi grecale, jeeppona, ecc. ?

    poi ovvio tutte le case finiranno con l’elettrico .. ma ci saranno molti rimandi secondo me visto i tempi che saranno richiesti per l’infrastruttura e gli investimenti miliardari per quest’ultima
     
    Ultima modifica: 29 Agosto 2021
    A pilota54 piace questo elemento.
  2. GrazianoDT

    GrazianoDT

    Iscritto:
    1629645460
    Messaggi:
    226
    Piaciuto:
    82
    Buongiorno ragazzi, ho visto questi due messaggi che mi sono piaciuti molto data la passione e l'interessamento per il futuro del marchio, ma vorrei portare un'ulteriore analisi.
    La mission di ogni casa produttrice di auto e di fare profitto e di vendere quante più autovetture possibili per i propri target designati, possono essere citycar come una fiat 500 oppure suv/pick up al limite del commerciale(ram 1500).
    In Alfa Romeo, al momento, la priorità prefissata è quella di ampliare la gamma verso segmenti in cui era presente in passato e di cui ora al momento è assente.
    Abbiamo un marchio che nel recente passato è rimasto orfano di un'utilitaria sportiva, la mito, e di una berlinetta compatta come la giulietta.
    Sono auto che i loro target di vendita rispetto agli investimenti necessari per produrle li avevano raggiunti, la mito era partita come una cugina della g.punto 3 porte, con un assetto ovviamente rivisto ed un'esclusività tutta sua nella linea e allestimenti.
    Giulietta aveva il pianale aggiornato della bravo/delta e la linea di montaggio era gemellata e parallela nello stesso stabilimento.
    Inoltre, cosa ancora più grave e peculiare nello stesso gruppo di marchi, Alfa Romeo non ha mai avuto un modello iconico che ha avuto una certa continuità produttiva, per esempio una Fiat ha modelli come 500, panda e in precedenza Punto, Lancia la Ypsilon, Jeep tira dritto con Wrangler e G.Cherokee da decenni, peugeot 20X/30X da decenni, opel corsa e astra ecc...
    Mentre in Alfa anche se un modello riscuote un buon successo, o non viene sostituito, o viene sostituito talmente in ritardo da risultare un'auto completamente diversa nel nome, contenuti e timeline produttiva(tra la 159 e la giulia sono passati 4 anni e non condividono neanche un bullone).
    Vorrei che questo marchio per una volta abbia continuità, nei nomi, nei segmenti occupati e nei contenuti.
    Per quanto riguarda la meccanica, non solo ci sono i canoni di sportività del marchio da salvaguardare, ma anche i costi che spesso non sono giustificati dai profitti che si hanno con auto di segmenti sotto al D.
    Per fortuna dei marchi italiani, esiste stellantis che ha un know how, telai, forza produttiva e una dirigenza di spessore per poter dare un seguito a livello commerciale ai modelli attualmente presenti.
    Inevitabilmente ci sarà molto di peugeot, perchè fca nel mercato europeo aveva poco da dire, le gamme dei nostri brand sono un pugno in un occhio per quanto concerne l'ampiezza e l'età media dei modelli in commercio.
    Io comunque non darei per morta la Giorgio, perchè per fare delle one off a tiratura limitata stile 4c è una bella base, ad esempio la granturismo 2022 avrà quel pianale lì(il muletto della giulia allungato nel cofano non è casuale).
    Quindi in conclusione, se in Porsche si vedono Macan e Cayenne affiancare delle boxter e 911, perchè non permettere ad uno stelvio, tonale e brennero di affiancare delle 4/6c o delle gtv? Le prime ti consentono di produrre e trainare le vendite delle seconde e viceversa.
    Nell'immediato il top Alfa Romeo sarà la Giulia Quadrifoglio, ma se le vendite di tonale, brennero, nuova mito/giulietta convinceranno, la gt/gtv ad alte prestazioni non esiteranno a farla saltar fuori, ma per il momento, come giustamente detto da Imparato, le priorità sono altre.

    Buona domenica a tutti da Graziano.
     
  3. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    50.372
    Piaciuto:
    13.174
    Si, giusta precisazione, diciamo che le vetture che usciranno dal 2027 in poi saranno solo elettriche, ma non è detto che in gamma non possano restare anche vetture termiche o ibride, fino al termine della produzione.
     
  4. Head

    Head

    Iscritto:
    1318158203
    Messaggi:
    992
    Piaciuto:
    361
    grazie Graziano, sono ottimi spunti su cui riflettere i tuoi

    comunque sembra un po’ azzardato dire che Alfa nella sua storia non abbia avuto modelli iconici, sebbene non ci sia stata la continuità su cui non possiamo che concordare.

    PS mi ero perso la Granturismo di Maserati su base Giorgio (nello specifico i muletti su base Giulia)
     
    Ultima modifica: 29 Agosto 2021
  5. x-bond

    x-bond

    Iscritto:
    1402147066
    Messaggi:
    3.985
    Piaciuto:
    749
    Ricerche sul web... Sono dichiarazioni ufficiali di uomini stellantis quindi cosa un po' diversa di ricerche web. Poi visto che qualcosa so, sarebbe più comodo per me scrivere fake per non ricevere ad esempio i tuoi insulti, ok le maserati saranno su base Giorgio, large e'un giorgio con nome diverso ecc.
    A proposito parlavi di stelvio... Alcune voci danno un suv più grande di tonale non solo bev su basi psa ben prima del 2027... ripeto però queste sono solo voci web, non dichiarazioni stellantis e nemmeno mie info interne che guardacaso mesi dopo diventano spesso realtà.
     
    Ultima modifica: 29 Agosto 2021
  6. x-bond

    x-bond

    Iscritto:
    1402147066
    Messaggi:
    3.985
    Piaciuto:
    749
    Chi non guarda solo estetica e ha preso un w invece di giulia proprio x estetica?
    Adas e guida autonoma non sono la stessa cosa.
     
  7. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    50.372
    Piaciuto:
    13.174
    Tu devi essere molto giovane, perchè che Alfa "non abbia avuto nemmeno 1 modello iconico con una certa continuità produttiva" scusami ma è decisamente un falso.

    Alfa ha avuto molti modelli iconici con buoni quantitativi prodotti. Possiamo citarne alcuni, diciamo i principali, se non ne dimentico qualcuno: La 1.900, la Giulietta e la Giulietta Sprint negli anni '50, la Giulia (berlina e GT) negli anni '60, l'Alfetta negli anni '70, l'Alfa 33 negli anni '80 (quasi 1 milione di vetture prodotte) e anche la 75, la 156 negli anni '90, con quasi 700.000 vetture prodotte e certamente iconica, nonchè pluri-campione d'Europa nelle corse, e credo che la Giulia del 2016 diventerà iconica se non lo è già.......
     
    Ultima modifica: 29 Agosto 2021
    A vecchioAlfista e quantum leap piace questo messaggio.
  8. GrazianoDT

    GrazianoDT

    Iscritto:
    1629645460
    Messaggi:
    226
    Piaciuto:
    82
    Sono del '68, ma sono lusingato dal molto giovane. :)

    Semplicemente abbiamo concetti diversi di iconici, io penso che un modello diventi iconico quando ha numeri di vendite importanti e ha una storia che dura decenni che passa di generazione in generazione.
    Per me iconici sono modelli come la golf di volkswagen, la 500/panda/punto di fiat, la ypsilon di lancia, la 911 di porsche, la serie 3 di bmw, la fiesta di ford ecc...

    Se io penso ad un determinato marchio, lo devo associare ad un modello universalmente riconosciuto e di successo, un modello tutt'ora in produzione che abbia contenuti e caratteristiche coerenti con il modello antecedente.

    Con Alfa Romeo questa cosa al momento non c'è mai stata a forza di passaggi di mano della proprietà, piani industriali che vanno dove porta il vento, poca coerenza nelle meccaniche utilizzate e altre sventure a cui purtroppo è stato soggetto questo marchio.

    Ma la Giulia attuale non diventerà mai iconica, idem la moderna giulietta, mito, 4c ecc.. a meno che non abbiano un seguito con generazioni che non differiscano nei contenuti e che appartengano allo stesso segmento o che non diventino suv.

    Nel caso della Giulia 952 poi andrebbe aperta una parentesi, l'essere molto al di sotto nelle vendite preventivate dallo stesso produttore, è di persè una condanna alla popolarità e valore della macchina stessa.
    Verrà sicuramente ricordata come l'Alfa con la meccanica più nobile dell'era fiat/fca e forse stellantis, ma sarà anche segnata tristemente come un flop commerciale(e già ora in parecchi la segnano come tale) e di certo, a dispetto di quanto detto il 24/06/2015( me la ricordo bene quella presentazione) non sarà ricordata come l'Alfa della rinascita.
     
  9. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    50.372
    Piaciuto:
    13.174
    Beh, hai più di 50 anni, quindi non sei giovanissimo. Allora un po' di storia del marchio l'hai vissuta.

    Detto ciò, diciamo pure che il concetto di "iconico" per delle automobili non può in linea di massima essere soggettivo, ma sostanzialmente oggettivo, perchè l'iconicità di un modello di solito viene riconosciuta dalla maggioranza delle persone e non è quasi mai legata ai numeri di produzione. Iconico non è sinonimo di successo di vendita. Ok: la Golf, la Mini, la 911, la 500 sono iconiche, ma lo sono anche vetture costruite in un solo esemplare.

    Di conseguenza può essere iconico anche un modello costruito in pochi esemplari. Per esempio, restando in ambito Alfa Romeo, la 4C è già considerata un'icona del marchio, pur essendo stata costruita in qualche migliaio di esemplari.

    Super-iconica è sicuramente anche l'Alfa 33 Stradale, costruita in appena 18 esemplari, come lo è per esempio la Ferrari GTO, costruita in soli 33+3 esemplari.

    Icona è una parola che ha origini sacre e significa modello da seguire, ideale, guida spirituale, sacralità, immagine sacra. Applicato alle auto quindi è un concetto che in generale non è necessariamente connesso al successo di vendita o alla durata sul mercato.
     
    Ultima modifica: 29 Agosto 2021
    A vecchioAlfista, loopo_due e rob33 piace questo elemento.
  10. quantum leap

    quantum leap

    Iscritto:
    1552632055
    Messaggi:
    1.004
    Piaciuto:
    863
    Ma quella della sepoltura definitiva, e non solo di Alfa, ma di tutta l' industria italiana dell'auto, dalle fabbriche allo spirito stesso che l'animava (tecnicamente e nel design) e spesso orgogliosamente primeggiava, soprattutto grazie alla fantasia e inventiva.
    Vabbé, cosî va (o qualcuno fa andare) il mondo.
    Parafrasando Verdi, intoneremo mesti un "O, mia Giulia, sì bella e perduta! ".
     
    A vecchioAlfista piace questo elemento.
  11. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    50.372
    Piaciuto:
    13.174
    Penso che la Giulia forse verrà ricordata come l'ultima Alfa a trazione posteriore dell'era termica. Non so se si farà a tempo a dare ad essa un'erede prima dell'avvento del full electric.......
     
    A vecchioAlfista, loopo_due, x-bond e 1 altro utente piace questo messaggio.
  12. quantum leap

    quantum leap

    Iscritto:
    1552632055
    Messaggi:
    1.004
    Piaciuto:
    863
    Dopo cinque anni, oggi un' auto é già in pieno climaterio, niente eredi per ovvi motivi fisiologici. Al massimo con qualche energica terapia ormonale si tira avanti (vedi GTAm).
    Adesso che ci penso, la mia Giulia a ottobre fa cinque anni, devo tenere d'occhio la temperatura motore, capitassero delle improvvise vampate di calore...
     
    A vecchioAlfista piace questo elemento.
  13. x-bond

    x-bond

    Iscritto:
    1402147066
    Messaggi:
    3.985
    Piaciuto:
    749
    Inventiva del design giulia 2016???
     
  14. x-bond

    x-bond

    Iscritto:
    1402147066
    Messaggi:
    3.985
    Piaciuto:
    749
    Inventiva del design giulia 2016???
    Cmq la decina di sr3 che giravano in fca dimostra che l'inventiva si era persa anche non nel design, cosa ovvia dopo lo smantellamento di quasi tutti i centri ricerca.
    In ogni caso con lo spirito " ferrari" i risultati a livello si handling sono stari straordinari molto meglio di dove si sono "ispirati".
    Ma è stata la dimostrazione che la guida "top" non fa più vendere un'auto e che la vecchia gestione fca non aveva la mentalità per gestire un marchio potenzialmente premium.
     
    Ultima modifica: 30 Agosto 2021
  15. x-bond

    x-bond

    Iscritto:
    1402147066
    Messaggi:
    3.985
    Piaciuto:
    749
    Granturismo su base Giorgio perché i primi mulotipi avevano carrozzeria di giulia? Un po' come dire che stelvio base 500L perché i primi proto avevano quella carrozzeria.
     
    A Aksis piace questo elemento.

Condividi questa Pagina