Come cambia la lingua italiana..........

Come cambia la lingua italiana.......... | Pagina 2 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. ALGEPA

    ALGEPA Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1243529961
    Messaggi:
    12.901
    Piaciuto:
    3.667
    Premettendo che non sono un grande culture della lingua, e credo lo vediate anche dagli errori che faccio, però un discorso sono veri e propri errori e un altra cosa e l'utilizzo di parole straniere , alcune volte concordo che può essere eccessivo ma certe volte è necessario , il link in italiano per me semplicemente non esiste perché la traduzione che ne faremmo ,collegamento non è propriamente corretta, inoltre siamo in una società che spesso richiede la padronanza del inglese e per averla devi avere l'idea della parola in quella lingua e non la traduzione altrimenti non riesci a seguire un discorso,per intenderci, cat è cat non gatto , questo a lungo andare ti porta a usare parole straniere anche quando parli italiano.
     
  2. Suby01

    Suby01

    Iscritto:
    1265124228
    Messaggi:
    13.828
    Piaciuto:
    1.308
    Sull'onda di piuttosto che, da piccolo trovavo insulsa la parola "ovvero".
    Che poteva avere due significati opposti: "oppure" ma anche "ossia"
     
    A pilota54 e NEWsuper5 piace questo messaggio.
  3. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    50.638
    Piaciuto:
    5.408
    ....non a caso è molto usata nei testi delle leggi e nelle sentenze.....
     
  4. alex.79

    alex.79

    Iscritto:
    1438536970
    Messaggi:
    1.119
    Piaciuto:
    285
    Non trovo particolarmente grave l’uso eccessivo di termini derivanti da altre lingue, anche se talvolta si esagera (soprattutto con termini del gergo informatico). Trovo ben più grave fare errori (ed orrori) di grammatica quali quelli citati nel post. Segno che purtroppo la scuola oggi forma molto meno del passato
     
    A pilota54 piace questo elemento.
  5. arizona77

    arizona77

    Iscritto:
    1316471787
    Messaggi:
    56.777
    Piaciuto:
    2.404

    Io invece " tiro " una lancia come diceva....
    ....Ma non si puo' dire,
    a favore del mio metodo.
    Io dico: " ti mando il WWW ", nel senso di relativo a....
    E' grave?
     
  6. maurofiorini

    maurofiorini

    Iscritto:
    1238536289
    Messaggi:
    643
    Piaciuto:
    45
    Ultima modifica: 24 Maggio 2019
    A pilota54 piace questo elemento.
  7. alex62-mi

    alex62-mi

    Iscritto:
    1529921630
    Messaggi:
    79
    Piaciuto:
    35
    A me capita molto spesso in ambito lavorativo di sentire utilizzare la parola "confidente" (inteso come "ritieni che andrà bene") derivato dall'inglese "confident", peccato che in Italiano il termine confidente abbia tutt'altro significato.
     
    A pilota54 piace questo elemento.
  8. Suby01

    Suby01

    Iscritto:
    1265124228
    Messaggi:
    13.828
    Piaciuto:
    1.308
    In realtà pare si possa usare anche con quel senso
    aggettivo
    Sicuro nell'oggetto delle proprie speranze, fiducioso: con animo c.; c. attesa; in fronte La gioia ti splendea, splendea negli occhi Quel confidente immaginar (Leopardi
     
    A ?angelo0 piace questo elemento.
  9. flori2

    flori2

    Iscritto:
    1378283269
    Messaggi:
    2.376
    Piaciuto:
    279
    Ogni lingua viene inluenzata e cambia nel tempo.
     
  10. alex62-mi

    alex62-mi

    Iscritto:
    1529921630
    Messaggi:
    79
    Piaciuto:
    35
    Grazie, in effetti a pensarci bene un conto è "essere confidente che" e un'altro è "essere un confidente", il classico caso in cui una parola identica assume significati differenti a seconda dell'uso, non ci avevo pensato; sempre utili i confronti con altre persone.
     
  11. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    28.601
    Piaciuto:
    5.437
    Ciò mi fa venire in mente la parola "visionario". Una volta era riferita a chi sogna (o, contestualizzando, sognava) l'impossibile, oggi invece ha il significato anglosassone, ovvero riguarda chi sostanzialmente anticipa il futuro.
     
  12. giuliogiulio

    giuliogiulio

    Iscritto:
    1238540614
    Messaggi:
    9.439
    Piaciuto:
    683
    ogni area di Italia ha i suoi errori.
    A Torino i primi che mi vengono in mente è l'uso riflessivo di osare. Non mi sono a chiederglielo.

    Mi sono rimasti "solo più" due euro in tasca. Nel senso di 2 euro e basta.

    Facciamo che andare a fare la spesa.

    Più che evoluzioni sono retaggi del passato.

    Solo che in alcuni casi, espressioni regionali, o cmq locali prendono piede e diventano errori nazionali :)
     
  13. capnord

    capnord

    Iscritto:
    1245062231
    Messaggi:
    6.262
    Piaciuto:
    172
    Da noi è entrato nell'uso corrente la parola ''ignorante'' usata nel senso di antipatico, fastidioso, irritante, molesto.
    Io devo dire che faccio largo uso di neologismi italiani e stranieri, parole contratte, k usate la posto delle c etc. etc. Però solo sulle chat o sui forum per accorciare i tempi o per rendere più immediata la cosa.
     
  14. maddeche!

    maddeche!

    Iscritto:
    1301141403
    Messaggi:
    13.591
    Piaciuto:
    1.904
    Un bellisismo argomento su cui discutere.
    Grazie, Manlio
     
    A pilota54 piace questo elemento.
  15. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    28.601
    Piaciuto:
    5.437
    E' interessante poi come molte frasi siano diventate internazionali. Esempio tipico, come ho detto all'inizio "faccio fatica", soprattutto quando parlano gli sportivi. Chissà chi lo ha detto per primo.
     

Condividi questa Pagina