Assistenza assicurativa + Guida Pratica alle assicurazioni redatta da ISVAP

Assistenza assicurativa + Guida Pratica alle assicurazioni redatta da ISVAP - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    Apro questa discussione per cercare di aiutare tutti gli utenti che abbiano dubbi o problemi con le assicurazioni.

    Faccio una premessa: non so se riuscirò a stare dietro a tutti. Se per caso non risponderò a qualcuno...non voletemene.

    Prenoto un po di thread per scrivere delle piccole guide ad argomenti interessanti.

    Per favore, evitate di chiedere di quanto aumenta la vostra polizza in caso di un sinistro...proprio non ho modo per poterlo sapere. Dovete sentire la vostra compagnia per questo :)

    12 Luglio 2010
    Linko ora la Guida Pratica alle assicurazioni redatta dall'ISVAP (istituto per la vigilanza delle assicurazioni private). In pratica l'organo che controlla le assicurazioni ha messo on line questa guida

    Formato PDF
    http://www.isvap.it/isvap_cms/docs/F19419/ISVAP_guida.pdf

    Formato interattivo
    http://www.isvap.it:1080/frame/main.asp

    Linko inoltre il sito dell'ISVAP che si occupa di "Educazione assicurativa".
    http://www.educazioneassicurativa.it/

    Spero veramente che si possa riuscire in qualche modo a rendere il più diffuso possibile questi tre collegamenti utilissimi
     
  2. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0

    CLASSI DI MERITO E DECRETO BERSANI


    Inizio da un argomento scottante. Le classi di merito.

    Cosa sono le classi di merito? Semplicemente il modo utilizzato dalle Compagnie per far pagare di più a chi provoca più sinistri.
    Esistono 18 classi di merito universalmente riconosciute dalle compagnie. La 18esima è la più cara, la prima la più economica.
    La classe iniziale è la 14esima. Poi spiegherò come mai effettivamente non è così comunque.
    Ogni anno passato senza sinistri a torto, fa diminuire la classe. Ad esempio dalla 14 alla 13. Scendendo di classe, dovrebbe anche diminuire il premio di responsabilità civile.

    SALVATAGGIO DELLA CLASSE DI MERITO:
    Cosa intendo? Semplicissimo.
    Per maturare la classe di merito, bisogna che il contratto sia portato a termine, da ambo le parti.
    Cioè: se la polizza ha il pagamento semestrale, devono essere pagate entrambe le rate. Se non si paga il semestre, il contratto viene annullato, con perdita della classe di merito.
    Se viene persa la classe, alla successiva assicurazione, quel mezzo deve andare in classe 18, qualsiasi fosse la classe precedente.
    Andare in classe 18, non è una cosa divertente. Spesso e volentieri costa di più una polizza in classe 18 di una vettura con qualche anno sulle spalle.

    DEMOLIZIONE O VENDITA DELLA VETTURA

    Non preoccupatevi. In caso di vendita della vettura, la compagnia assicuratrice rimborsa il periodo di assicurazione pagato e non goduto.
    Bisogna presentare il certificato-contrassegno e la carta verde della vettura, unitamente ai documenti comprovanti vendita o demolizione del veicolo.
    Il rimborso non comprende le imposte e il Servizio Sanitario Nazionale. Lo stato non rimborsa.
    Le agenzie e le compagnie SONO TENUTE a rimborsare la polizza in questi casi.

    SOSPENSIONE DEL CONTRATTO

    Le compagnie permettono, di congelare il contratto assicurativo, in caso di mancato utilizzo della vettura o moto. A patto che tale mezzo sia in un luogo privato. Il mezzo a motore deve essere sempre assicurato, anche se fermo in un luogo pubblico.
    Per sospendere la polizza bisogna protare in assicurazione certificato-contrassegno e carta verde, che verranno trattenuti.
    La polizza cesserà di avere effetto, in tutte le garanzie. Per cui anche la garanzia furto.
    Per le modalità di sospensione ed attivazione, sentite la vostra compagnia. Non esiste una legge fissa per questo.
    Per riattivarlo, vi recate in assicurazione, e in pochi minuti vi riemettono un nuovo contrassegno.

    Attenzione però. La sospensione non è eterna. Spesso ha una durata di un anno. Prima della scadenza dell'anno bisogna fare qualcosa. Pena la morte della polizza con perdita della classe di merito. Vedere sopra per vedere cosa comporta la perdita della classe di merito.

    FURTO DEL VEICOLO ASSICURATO

    In caso di furto, dopo aver sporto denuncia alle autorità, dovrete farla pervenire alla compagnia. Anche se non siete assicurati per il furto. Questo perchè dalle ore 24:00 del giorno della denuncia del furto, la compagnia vi rimborsa la polizza(sempre al netto di imposte e SSN) per il periodo residuo.
    Gli eventuali sinistri causati da una vettura rubata verranno gestiti dal Fondo di Garanzia.

    DECRETO BERSANI

    Cos'è il decreto Bersani? Beh...in poche parole...se comprate una nuova vettura, tale vettura potrà beneficiare della classe di merito migliore appartenente ai membri del nucleo famigliare.
    In pratica, per intenderci, se un padre compra una vettura(nuova od usata) per il figlio, fino a febbraio 2007 questa vettura sarebbe dovuta entrare in classe 14. Con il decreto invece questa vettura entra nella classe migliore. Per cui se mamma è in prima e papà in seconda, il figlio entrerà in prima classe...con una certa diminuzione del premio assicurativo.
    Ma è solo un esempio.

    Il decreto funziona anche tra polizze di diverse compagnie. Nel senso che se ho una polizza con Allianz, e compro una ulteriore vettura, e voglio assicurare questa alla Vittoria, porterò alla Vittoria l'attestato di rischio Allianz, e avrò una nuova polizza in una ottima classe!
     
  3. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    Normativa sull'Indennizzo Diretto

    Argomento scottante...spero di riuscire a spiegarlo in maniera comprensibile a tutti.

    In pratica la normativa dice che in caso di incidente che coinvolga 2 veicoli targati in italia, accaduto in Italia, Repubblica di San Marino e Repubblica del Vaticano, verrà pagato dalla Compagnia di assicurazione del veicolo che ha ragione.

    Funziona così:
    non conta se si firma o meno la constatazione amichevole. Se esce la polizia o qualsiasi altra autorità, la procedura è sempre possibile.
    In pratica si denuncia il sinistro all'assicuratore. L'assicuratore apre una pratica ed incarica un perito per la stima dei danni.
    Il perito deve uscire entro 8 giorni lavorativi dalla data di denuncia del sinistro all'assicuratore

    NB: Assicuratore vuol dire l'agenzia o il call centre per le telefoniche.
    Assicurazione vuol dire la Compagnia assicuratrice

    Dopo l'uscita del perito, si può riparare la vettura. Se tutto è andato come deve(in pratica se non ci sono contestazioni dalla controparte, e se la copertura di entrambi i veicoli viene confermata), il perito può anche dare l'ok per il pagamento diretto al riparatore. In pratica portate la macchina a riparare e la ritirate senza pagare.
    Altrimenti anticipate voi l'importo e fornite la fattura all'assicuratore.
    Tra la denuncia del sinistro e la PROPOSTA di pagamento all'assicurato possono passare massimo 30 giorni se la constatazione amichevole viene firmata da entrambi i conducenti, o 60 se non viene firmata da entrambi.

    Fin qui tutto rose e fiori...ma...se ad esempio la nostra controparte non è assicurata? A quel punto avete 2 scelte: o lo citate in tribunale sperando che non sia un nullatenente, oppure fate richiesta al Fondo Vittime della Strada...che gestirà la pratica con i suoi tempi biblici purtroppo.

    In caso di contestazione del perito vi consiglio caldamente di andare dal vostro assicuratore, e farvi aiutare da lui.

    Ma...se per caso qualcuno sostiene che ha avuto un incidente con me, ma io non ho avuto sinistri? A questo punto scrivete alla Compagnia, passando tramite l'assicuratore, portando a vostra discolpa tutto quello che potete.
    La pratica verrà bloccata, e le compagnie attiveranno una procedura chiamata Arbitrato. Questa procedura viene effettuata da un organo cuscinetto, che valuta tutta la documentazione prodotta(comprese le eventuali testimonianze), e valuta se la pratica debba essere effettivamente bloccata o meno.

    Ma...se per caso ho un incidente con concorso di colpa?
    Non preoccupatevi. Non è grave. Solita lettera o fax all'assicuratore, e vi indicherà lui come procedere.
    Tenete presente che attualmente, per un sinistro con responsabilità al 50% non deve scattare il malus sulla polizza. Se nel quinquennio ne avete un altro, farà cumulo e perderete la classe di merito solo una volta. In passato si sarebbe persa 2 volte la classe di merito.
     
  4. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    Le garanzie ARD (Altri Rischi Diversi)

    Oltre alla garanzia obbligatoria RC, la polizza può essere integrata con altre garanzie aggiuntive, più o meno utili.
    Parleremo di Incendio/Furto, Kasko, Eventi Naturali, Eventi Sociopolitici, Cristalli, Assistenza Stradale e Tutela Legale

    Iniziamo con lo spiegare cosa sono SCOPERTI E FRANCHIGIE. 2 parole che chiunque abbia una polizza del genere deve conoscere molto molto bene.

    La franchigia è un importo fisso che l'assicurato tiene a proprio carico in caso di sinistro.
    Esempio: Garanzia Furto con franchigia fissa ? 250.
    Valore assicurato auto ? 10.000
    In caso di furto il liquidatore erogherà la cifra di ? 9.750 (10.000 - 250)

    Lo scoperto è una parte di danno che non verrà pagata in caso di sinistro.
    Di solito viene espressa in percentuale.
    Esempio: auto assicurata per ? 10.000 - scoperto 10%
    Il liquidarore erogherà ? 9.000 (10.000 - il 10% - ? 1.000).

    Di solito sulle garanzie ARD la compagnia inserisce sia la franchigia che lo scoperto. In tale caso si applica l'importo più alto. Esempio: polizza furto con scoperto 10% con minimo di ? 250 (franchigia).

    Valore assicurato ? 10.000.
    Il 10% del danno è pari ad ? 1.000
    I 250 sono invece fissi.
    Per cui il liquidatore toglierà ? 1.000 alla valorizzazione, erogandone comunque 9.000

    Ma...se la vostra auto vale poco e niente come la mia?
    La mia auto vale ? 1.000
    Cosa succede? Il 10% del valore è pari ad ? 100
    I soliti 250 restano fissi. Per cui il liquidatore mi erogherà ? 750,00

    Questo per dimostrare che franchigia e scoperto sono fondamentali per la scelta di una polizza di questo genere. Bisogna calcolare bene con quale forma assicurare la propria vettura, in modo da coniugare il risparmio con le prestazioni della polizza.
    più franchigia e scoperto sono alti, meno costerà la copertura.

    LA COPERTURA INCENDIO/FURTO
    Come dice il nome della garanzia...la Compagnia vi paga (al netto di eventuali franchigie o scoperti) gli eventi connessi ad incendio e furto.

    UNA IMPORTANTISSIMA PRECISAZIONE: I DANNI COPERTI NON SONO SOLO QUELLI RELATIVI ALLA PERDITA TOTALE DEL VEICOLO. Accertatevi se le Vostre coperture siano comprensive anche dei danni parziali. Ad esempio se vi scassinano una portiera, o se i danni da incendio sono solo parziali.

    In caso di incendio o furto, dovrete sporgere denuncia alla Pubblica Autorità.
    Questa serve per ottenere poi alcuni documenti necessari per ottenere l'indennizzo.
    Dopo un periodo di tempo che varia da compagnia a compagnia(in genere 30 giorni), dovrete presentare alla Compagnia la documentazione.
    Nel dettaglio: PERDITA DI POSSESSO ANNOTATA SUL CDP, se lo avete ancora IL LIBRETTO DI CIRCOLAZIONE, l'ESTRATTO CRONOLOGICO, le CHIAVI COMPRENSIVE DI QUELLE DI SCORTA, e LA PROCURA SPECIALE.
    A cosa serve la procura speciale? Beh. Premetto che in caso di furto, una volta che la compagnia paga l'indennizzo diventa titolare dei diritti della vettura. Quindi se viene ritrovata, la vettura è della Compagnia. Quel documento autorizza la Compagnia a diventare procuratore della vettura. Date possibilità alla compagnia di fare quello che vuole con quella vettura.
    Presentare questo documento al momento della liquidazione, vi mette al sicuro da qualunque richiesta successiva...magari dopo un anno, quando magari neanche vi ricordavate più della vettura rubata :)

    E...se mi scassinano la vettura?
    Se la vostra garanzia prevede la copertura per il "furto parziale",fate la denuncia. Ma prima informatevi in merito a franchigie e scoperti...potrebbe non valere la pena aprire un sinistro se gli importi del danno sono bassi.
    Solita denuncia, e a questo punto avete l'obbligo di non agevolare eventuali furti della vettura. Quindi bisogna ripristinare i sistemi di chiusura della vettura. Fate fare le foto al riparatore. Le foto del danno serviranno al perito incaricato dalla Compagnia.

    E..se la ritrovano prima che la compagnia paghi?
    Idemo come per il furto parziale. Una precisazione. Al momento del ritiro del mezzo vi viene fatto firmare il "verbale di ritrovamento". Sconsiglio di andare a ritirare la vettura di notte. Potreste non vedere dei danni da inserire nel verbale.
    La compagnia paga i danni che vengono indicati sul verbale di ritrovamento.
    Poi l'iter è lo stesso del furto parziale
     
  5. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    L'EVENTO SOCIO POLITICO

    Cosa si nasconde dietro questo parolone?
    L'atto vandalico per rendere il tutto più comprensibile...
    L'atto vandalico è qualsiasi danno arrecato alla vettura da persone, che non sia riconducibile a tentativi di furto, o alla manovra di qualche altra vettura. Questi sono danni da circolazione ESPRESSAMENTE ESCLUSI.

    Come procedere: se i danni sono stati a vostro avviso causati in modo doloso, ma non da un veicolo di terzi, allora accertatevi dell'importo del ripristino...solito discorso: se la franchigia è più alta del danno...

    Nel caso il danno sia maggiore della franchigia andate a fare la denuncia di "danneggiamento", specificando che vi serve ai fini assicurativi.

    La fate avere all'assicuratore che incaricherà un perito.
    Il perito valuterà se i danni sono imputabili ad atto vandalico, e nel caso darà l'ok alla compagnia per la liquidazione del danno. Attenzione al valore della vettura. Nessuno vi pagherà mai 2000 euro per una vettura che ne vale 1000.

    LA COPERTURA EVENTI NATURALI
     
  6. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
  7. matteomatte1

    matteomatte1

    Iscritto:
    1238525321
    Messaggi:
    15.741
    Piaciuto:
    1
  8. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    Ho prenotato dei post, in cui inserirò delle guide. Il primo lo sto scrivendo in questo momento.

    Se avete domande sull'assicurazione, sul modo di gestire un sinistro, sul tipo di garanzia da inserire in una polizza...sono a disposizione.
    Lavoro per una agenzia di Milano, e seguo i sinistri...spero di poter essere utile a qualcuno
     
  9. leolito

    leolito

    Iscritto:
    1238574538
    Messaggi:
    6.719
    Piaciuto:
    1
    Inizio io da un tema che mi sta a cuore (dato che non riesco a tenere le mani femre): se uno effettua delle modifiche a un veicolo (sempre a norma di legge), oppure aggiunge degli accessori di un certo valore, come puo' tutelarsi davanti alla possibile perdita di possesso e/o danni al veicolo e a tali accessori/modifiche? C'e' una prassi da seguire?

    Faccio qualche esempio per inquadrare il discorso: un impianto audio aftermarket su un'auto, un tris di valigie/bauletti su una moto, delle gomme specifiche su un fuoristrada.

    E complimenti per la tua iniziativa! :thumbup:
     
  10. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    Eh...in quel caso...in bocca al lupo.
    Di solito queste modifiche vanno assicurate. Nel senso che assicuri per il furto l'impianto audio per intenderci. Che si somma al valore della vettura. Altrimenti se rubano la radio, o tutta la vettura, le compagnie non pagano.

    Però...devi dimostrare che c'era, e che il valore assicurato è corretto. Ergo...se non hai una fattura, c'è ben poco da fare purtroppo.

    Per le moto è complicato. Alcune compagnie non pagano il furto parziale...cioè il furto dei borsoni ad esempio...viene ritenuto troppo un rischio...

    Una cosa: una vettura non omologata, non potrebbe circolare. Per cui se non può circolare, teoricamente non è coperta da assicurazione RC. Per cui in caso di incidente a torto, in caso di perizia se il perito se ne accorge..non immagino che cosa possa succedere se il veicolo non è conforme al libretto...bastano gomme fuori specifica per far partire rivalse o per eliminare la copertura assicurativa
     
  11. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    Ho inserito le prime 2 guide.

    Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate, sia dei contenuti che del lessico utilizzato
     
  12. roby712

    roby712

    Iscritto:
    1239011474
    Messaggi:
    285
    Piaciuto:
    0
    ottimo direi,ho una domanda

    la macchina è intestata a nome di mio padre che è in 1 classe se lui muore(faccio le corna) x successione passa ad uno degli eredi la classe o bisogna riassicurarla nuovamente con un nuovo contratto?
     
  13. Evoig

    Evoig

    Iscritto:
    1238680952
    Messaggi:
    110
    Piaciuto:
    0
    Ciao,
    io ho la moto da un sacco di anni, prima non c'erano le classi di merito, adesso invece si,la domanda e'il decreto Bersani si puo' solo applicare ai componenti della famiglia, posso io comprare la macchina ed entrare in classe 5 (come la moto) o se no e'possibile girare l'assicurazione su una macchina,la moto e' vecchiotta farne una nuova non mi costerebbe poi cosi' tanto come iniziare dalla 14 classe di una macchina.
    Grazie e per ora ottimi contenuti.
     
  14. Francesco83

    Francesco83

    Iscritto:
    1245241085
    Messaggi:
    789
    Piaciuto:
    0
    Molto chiaro Davide! prenditi il tuo tempo per scrivere con chiarezza, che poi lo faremo stickare sempre in evidenza :D

    La mia domanda è semplice: su auto lasciata fuori la notte, con polizza furto-incendio e atti vandalici, ho ritrovato segni inequivocabilmente riconducibili (anche a detta del carrozziere) di calci e attrezzi (per aprire la porta o randellare la carrozzeria)
    ciononostante il perito ha detto "danni da circolazione" adducendo la motivazione che potrebbe essere stato un gancio da rimorchio.
    Il bello è che l'auto è stata parcheggiata sotto una telecamera pubblica, ma la polizia municipale si rifiuta di dare la registrazione per visionare la realtà dei fatti.

    ho le mani legate? posso far fare la perizia da un altro perito?
     
  15. Davide330621

    Davide330621

    Iscritto:
    1252362610
    Messaggi:
    1.218
    Piaciuto:
    0
    L'erede legittimo eredita anche la classe di merito. La documentazione deve essere in ordine però. Bisogna fornire atto notorio(che attesta il fatto di essere erede)e atto di morte. Poi bisogna fare il trapasso della macchina
     

Condividi questa Pagina