Difficoltà settore automobilistico

Difficoltà settore automobilistico - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. ALGEPA

    ALGEPA Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1243529961
    Messaggi:
    13.115
    Piaciuto:
    3.772
    È di pochi giorni il cambio al vertice di Renault e l'annuncio da parte della stessa casa di un profit warning e conseguente stima al ribasso dei numeri della casa, il nuovo capo della losanga ha annunciato che occorrerà concentrarsi ora sul far quadrare i conti , simile sorte già sottolineata in PSA come in tanti altri gruppi o marchi, e parliamo di case che spesso erano state prese a modello per un impietoso confronto con FCA perché queste sfornavano vetture al contrario del gruppo , ma come si può vedere i risultati non cambiano di molto, i problemi del settore automobilistico sono purtroppo ben radicati e non sembra che si risolvano semplicemente con una ricca produzione di modello come tanto richiesto per FCA.
    Io credo che come previsto ormai da più di un decennio il mercato richiederà la presenza di pochi gruppi che con forti sinergie potranno essere competitivi riducendo i costi, purtroppo si perderà una produzione varia e poliedrica ma temo che non ci sia altra soluzione alla situazione attuale.
     
    A trinacrio e zinzanbr piace questo messaggio.
  2. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    14.361
    Piaciuto:
    2.608
    Penso che sia la dimostrazione che se non investi sistemi il presente ma ti pregiudichi il futuro,mentre se investi senza preoccuparti dei rischi poi ti ritrovi coi conti in rosso.
    Credo anche io che in futuro il panorama del settore automobilistico debba per forza cambiare radicalmente.
    Ad oggi ci sono troppi marchi riconducibili a pochi grandi gruppi che affollano un mercato incapace di soddisfare la fame di profitti di tutti.
    Molti marchi secondo me spariranno dai mercati in cui non vanno forte lasciando più spazio e ossigeno a quelli rimasti.
    Probabilmente ci sarà una suddivisione dei segmenti tra i vari marchi di uno stesso gruppo e meno competizione interna.
    Certo questo avrà delle conseguenze sia a livello economico e occupazionale che dal punto di vista della scelta per i consumatori.
    Ma penso che non si possa fare altrimenti.
     
    A trinacrio e ALGEPA piace questo messaggio.
  3. renatom

    renatom Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238759812
    Messaggi:
    11.772
    Piaciuto:
    1.030
    Credo che un fattore importante lo giochi la incombente, ma forse non certa, almeno nei tempi, transizione verso l'elettrico.
    Sia perché genera incertezza negli acquirenti, sia perché ciuccia un sacco di risorse portando i bilanci in rosso.
     
    A trinacrio piace questo elemento.
  4. arizona77

    arizona77

    Iscritto:
    1316471787
    Messaggi:
    57.172
    Piaciuto:
    2.494

    -Licenziamenti massicci
    -Fabbriche in sud America, est Europa, Indocina
    E' troppo grande questo " bisnis " perche' possa essere liquidato solo perche' le vendite calano
     
  5. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    29.278
    Piaciuto:
    5.659
    Oggi ci troviamo indubbiamente in un periodo di transizione/trasformazione del settore automotive. Occorre muoversi con i piedi di piombo, con circospezione e avvedutezza, perchè una decisione strategica (ovvero di medio termine) apparentemente corretta, già tra 2 anni potrebbe rivelarsi sbagliata.

    Come in tutte le cose, credo appunto che l'azione manageriale ottimale stia "nel mezzo", ovvero penso che gli investimenti debbano essere indirizzati verso l'ibrido, l'elettrico e le facilitazioni alla guida (con un occhio alla sicurezza), ma senza l'attuale frenesia, senza fretta, senza vincoli esagerati e maldestri delle autorità preposte e senza lanciare troppi modelli.

    Del resto gli investimenti costano, quindi vanno effettuati nei limiti degli obiettivi di bilancio e nell'ottica di una situazione finanziaria sostenibile.

    Tradotto in soldoni, ovviamente non si può stare 3 anni senza presentare nuovi modelli, come ha fatto FCA negli ultimi 3 anni, ma nemmeno sfornare nuove proposte in continuazione, col rischio di svenarsi disperdendo risorse e patrimoni in una prospettiva non definita.

    Non sarà facile muoversi nei prossimi due-tre anni, finchè gli obiettivi governativi non saranno più chiari, e inoltre ora ci sono anche i problemi dei famigerati dazi, che in un mondo globalizzato sono a mio avviso un passo indietro e un ostacolo alla crescita e allo sviluppo dei Paesi.
     
    Ultima modifica: 20 Ottobre 2019
    A Guastatore1986 piace questo elemento.
  6. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    14.361
    Piaciuto:
    2.608
    Vero però se non cambiasse nulla e nessuno dei grandi gruppi volesse ridimensionarsi e ritirarsi da alcuni mercati,magari a seguito di accordi tra loro per non danneggiarsi a vicenda,cosa succederebbe?
    Che qualcuno dei grandi gruppi finirebbe per crollare o essere fagocitato da un altro,e il risultato sarebbe lo stesso cioè un forte ridimensionamento della produzione e migliaia di lavoratori a spasso.
    Secondo me la via più indolore è quella del ridimensionamento volontario,però mi rendo conto che è utopistico pensare che qualcuno si faccia da parte e che qualcun altro non ne approfitti.
     
  7. arizona77

    arizona77

    Iscritto:
    1316471787
    Messaggi:
    57.172
    Piaciuto:
    2.494
    Crollare, qualcuno dei grandi* gruppi, non credo
    ( alla fin fine e' uscita di scena solo SAAB, poche vendite e auto costose da aggiornare o da nuovi lanci .La stessa fine che avrebbe fatto Lancia se non gia' in FCA )

    *Prima licenzia, poi delocalizza....

    E ci sono sempre gli aiuti ( piu' o meno mascherati ) di Stato
     
    Ultima modifica: 20 Ottobre 2019
  8. XPrience74

    XPrience74

    Iscritto:
    1291398616
    Messaggi:
    11.672
    Piaciuto:
    595
    Le strade sono sostanzialmente due:

    Vw group/PSA etc...
    Sfornare tanti modelli e specie "in voga/furbi"(vedi vw's "T" series...) per accumulare utili...

    FCA...
    Invastire il meno possibile concentrandosi quindi su pochi modelli/componentistica nonché remunerativi possibile (SUV/crossover e "low cost-price")...


    Non si dimentichi poi circa i nuovi/futuri competitors a cominciare dalla Cina (*) passando per India e Russia o la stessa Corea...

    (*)
    Solo qui si parlava di ben 24 costruttori circa per non parlare circa la tecnologia raggiunta in questo mercato dove proprio nel settore elettrico-elettronico non risultano secondi a nessuno ed anzi...!
     
  9. Guastatore1986

    Guastatore1986

    Iscritto:
    1249685386
    Messaggi:
    5.477
    Piaciuto:
    513
    Aggiungiamoci che ormai le auto che vanno (anche per la pubblicità martellante) sono SUV e Crossover.
     
  10. SirPatrick

    SirPatrick

    Iscritto:
    1328825109
    Messaggi:
    3.179
    Piaciuto:
    543
    Dopotutto mi sembra un calo fisiologico, nessun mercato può crescere in eterno.

    Anche gli smartphone ormai sono in crisi con le vendite.
    A parte lo "zoccolo duro" di appassionati che lo cambiano appena esce il nuovo modello, gli altri lo tengono finchè muore.

    Per le auto è lo stesso, in questo forum ci sono appassionati che la cambiano appena possono per sfizio/passione e chi la tiene fino alla sua morte naturale.
    Il problema è che ormai nelle auto non c'è più nulla di nuovo da inventare (ABS, Airbag, ESP, ecc...) che magari faceva accelerare la sostituzione della propria perché la nuova era più sicura.
    Adesso la si cambia perché ci puoi parlare assieme oppure perché ha le frecce dinamiche, gadget che non tutti si possono permettere...

    Oppure ci stanno provando con il discorso inquinamento, ma chi ha una Euro 3, non lo fa certo perché vuole inquinare di più. Forse non può permettersene una nuova.

    Secondo me solo quando le auto guideranno totalmente da sole (come nei film) eviteranno traffico e incidenti, allora forse ci saranno molte persone che vorranno cambiare l'auto e il mercato riprenderà vigore.
    Arrivati ad una certa età, magari dopo una dura giornata di lavoro oppure dopo una suntuosa mangiata, sedersi in auto, mettersi comodi e dire "portami a casa" non avrebbe prezzo.

    Spendere cifre importanti per un'auto a pile oppure che ti abbassa il riscaldamento in automatico oppure ti mette la canzone preferita, per me non ha senso. E forse lo pensano in molti come me.
     
    A zinzanbr piace questo elemento.
  11. renatom

    renatom Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238759812
    Messaggi:
    11.772
    Piaciuto:
    1.030
    In effetti, ormai, non ha molto senso cambiarle perché la nuova offra veramente qualcosa di decisivo in più.
    Temo solo che le pressioni per farle cambiare per mezzo delle leggi diventeranno sempre più forti.
     
    A pilota54 e Guastatore1986 piace questo messaggio.
  12. Guastatore1986

    Guastatore1986

    Iscritto:
    1249685386
    Messaggi:
    5.477
    Piaciuto:
    513
    Più che l'acquisto, per le auto che andranno da sole, conterà il noleggio.
     
    A zinzanbr piace questo elemento.
  13. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    14.361
    Piaciuto:
    2.608
    Il problema secondo me è che le case hanno delle aspettative di vendita che il mercato difficilmente riesce a soddisfare.
    Alcune fanno un restyling ogni 3 anni ma se va bene in media i consumatori tengono l'auto 10 anni.
    E secondo me vengono prodotte molte più auto di quelle che occorrono veramente ai mercati.
    Oggi bazzicando Vercelli sono passato davanti a un grande concessionario e a un deposito di due diversi gruppi.
    C'erano centinaia e centinaia di auto,probabilmente qualche migliaio.
    Roba che per smaltire un simile assortimento mezza provincia dovrebbe decidere di cambiare auto nello stesso anno.
    E' impossibile sostenere un ritmo simile e drogare il mercato con incentivi,o peggio obblighi di rottamare vetture abbastanza recenti,non serve a niente.
     
  14. arizona77

    arizona77

    Iscritto:
    1316471787
    Messaggi:
    57.172
    Piaciuto:
    2.494

    Se c'e' pure il beneplacet.... dopo una sontuosa bevuta....
     
  15. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    14.361
    Piaciuto:
    2.608
    E' vero che quando un'azienda così grande vacilla spesso i governi intervengono,soprattutto in Francia mi pare.
    Però alla lunga qualcosa deve cambiare perchè i costruttori sono troppi e i mercati sono già belli saturi.
     

Condividi questa Pagina