assistenza in garanzia

assistenza in garanzia - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. canavese

    canavese

    Iscritto:
    1522756143
    Messaggi:
    3
    Piaciuto:
    0
    salve ho acquistato una CLASSE A primo dic 2017 dopo circa un mese tutta la plancia si è riempita di scricchiolii lo portata dal rivenditore MERCEDES AD IVREA dove l ho acquistata e mi sono sentito dire LA DEVO DIROTTARE A TORINO morale di tutto HO DOVUTO EFFETTUARE A MIE SPESE I TRAGITTI DA E PER TORINO ( 10 ) PAGARE AUTOSTARDA FARE PIU DI 500 KM E PERDERE 5 MEZZE GIORNATE DI FERIE .. ma dico non è compito del rivenditore e far riparare la vettura ??????????????? una pessima assistenza di una concessionaria ufficiale mercedes
     
  2. PanDemonio

    PanDemonio

    Iscritto:
    1253989168
    Messaggi:
    7.281
    Piaciuto:
    602
    Evidentemente il rivenditore locale non era in grado di intervenire direttamente e ti ha indirizzato verso il centro di assistenza più vicino.

    L'auto è stata riparata a regola d'arte?

    Preferivi che facessero un pessimo lavoro in loco, o che la trasferissero comunque a Torino a tue spese su un carro attrezzi?

    L'unica cosa che mi pare davvero strana è che a Torino non ti abbiano proposto una vettura sostitutiva mentre effettuavano la riparazione. Da conoscenti che hanno lavorato per il marchio so che non è questo il modus operandi.
     
  3. canavese

    canavese

    Iscritto:
    1522756143
    Messaggi:
    3
    Piaciuto:
    0
    innanzi tutto il rivenditore è responsabile dei difetti e deve riparare la vettura se non è in grado per qualsiasi problema puo farla riparare dove ritiene opportuno ripararla ma senza dare al cliente ulteriori spese A LEI AVREBBE FATTO PIACERE CHE LE DICESSERO PORTI LA VETTURA A TORINO se abita a circa 60 km ?? a me no . IN SECONDO LUOGO certo a TORINO MI HANNO DATO una vettura di cortesia ma sempre ho dovuto sostenere le spese di autostrada gasolio e sempre prendere ferie .
    di solito con altre aziende automobilistiche non ho mai avuto problemi in garanzia e mai nessuna concessionaria ufficiale mi ha mai dirottato in altra sede .allora secondo lei se la concessionaria mi avesse dirottato a ROMA o alla casa madre IO SAREI DOVUTO ANDARE A MIE SPESE ??????
     
  4. PanDemonio

    PanDemonio

    Iscritto:
    1253989168
    Messaggi:
    7.281
    Piaciuto:
    602
    1. Se possibile limita l'uso del maiuscolo: equivale a GRIDARE e dà fastidio, soprattutto se non ce n'è bisogno.

    2. L'auto è la tua, i problemi pure: se vuoi che sistemino i problemi in garanzia gliela devi almeno portare. Se non sono in grado di risolvere al meglio in loco è ragionevole (nonché prova di onestà e cura per il cliente) che ti indirizzino dove possono farlo nel modo giusto. Sarebbe peggio se la rabberciassero A.C.D.C. (© a_gricolo) in sede per non perdere il lavoro, o che te la prendessero in carico sotto casa per portarla a 60 Km di distanza su un carro attrezzi a spese tue.

    3. E' vero, il venditore è il responsabile dei difetti e dell'applicazione della garanzia. Se la soluzione proposta non ti aggradava, potevi benissimo rifiutare e richiedere la garanzia in loco. Perché non l'hai fatto?

    4. Già l'auto sostitutiva è un benefit non necessariamente compreso nelle clausole di garanzia. Pretendere pure il rimborso di carburante e pedaggi più l'indennizzo per le giornate lavorative mi sembra quantomeno bizzarro. Quali altre case automobilistiche lo fanno?
     
  5. canavese

    canavese

    Iscritto:
    1522756143
    Messaggi:
    3
    Piaciuto:
    0
    purtroppo non credo tu sia al corrente di quanto prevede la garanzia quindi inutile continuare il dialogo prima informati sul diritto di garanzia e poi potremmo discutere .
    io volevo solo mettere in discussione il rifiuto della concessionaria di IVREA venditrice del prodotto di prendersi carico della vettura come invece prevede il codice del consumatore e farla riparare dove meglio crede la concessionaria stessa . ripeto non sta al cliente portare la vettura altrove ma il venditore per quanto riguarda la vettura di cortesia anche li se la riparazione supera determinati giorni se ne ha il diritto .
    non ho mai preteso che passassero a casa mia aprendere l'auto ma almeno che la ritirassero ad ivrea come prevede il mio diritto comunque chiudo la discussione se non sai di cosa si parla .
     
  6. PanDemonio

    PanDemonio

    Iscritto:
    1253989168
    Messaggi:
    7.281
    Piaciuto:
    602
    Con questo tono discutiamo poco. Fidati.

    E io ripeto: conscio dei tuoi diritti, se la soluzione proposta dal venditore (portala al centro assistenza di Torino perché io qui non sono in grado di ripararla) non ti aggradava, perché l'hai accettata? Bastava dire di no, e in caso di rifiuto ad ottemperare potevi benissimo adire le vie legali per provare ad ottenere quanto in tuo diritto.

    Provare poi non è detto che significhi riuscirci, ma questo sono sicuro che una persona acculturata quale certamente sei tu già lo sa. (Infatti hai portato l'auto a Torino...)

    Non credo proprio. E' prevista, in caso di "notevoli inconvenienti al consumatore" una riduzione del prezzo dell'auto, o addirittura la risoluzione del contratto, ma se non ho visto male da nessuna parte del D.Lgs. 6/9/2005 n° 206 si menziona il diritto alla vettura sostitutiva.

    Se è Mercedes a specificarlo nelle clausole di garanzia, allora è un'assistenza aggiuntiva, vincolante come le altre, ma che non copre necessariamente anche i costi di carburante, pedaggio e il rimborso dell'assenza dall'attività lavorativa.

    Anche qui ripeto: quali sono le altre case che invece lo fanno?

    Tuo diritto chiedere.
    Suo diritto offrire una soluzione alternativa, visto l'eccessivo onere a suo carico per la riparazione di un difetto minimo.
    Tuo diritto rifiutare e pretendere persino la risoluzione del contratto, trascinandolo in causa.
    Suo diritto appellarsi al comma 10 dell'art. 130 del D.Lgs 206 del 6/9/2005 e lasciarti l'auto con gli scricchiolii (che non è detto inficino la conformità del bene).

    La garanzia è una bella cosa, ma non dà diritto di vita e di morte sul venditore. E nessuno di noi diventa il centro dell'universo per aver comprato un'auto. Nemmeno se è una Mercedes.

    Ripeto, con questo tono e queste affermazioni puoi discutere tranquillamente da solo. Soprattutto se, appena arrivato qui dentro, continui a dare dell'ignorante al prossimo.

    Fossi in te proverei a cambiare registro.

    Buona serata.
     

Condividi questa Pagina