Servizi
How to
Fleet&Business
FORUM
seguici con
LISTINO
seguici con
USATO
seguici con
How to
seguici con
Fleet&Business
seguici con

Guida ai motori Peugeot

Guida ai motori Peugeot - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    1.177
    Piaciuto:
    326
    LA PRIMA PRODUZIONE DI MOTORI DIESEL A SOCHAUX (HL50)

    Peugeot, che produceva motori diesel sin dal 1928, lancia l'HL50. Venne montato su tutti i veicoli commerciali Peugeot, poi sulla 402 limousine. La produzione venne interrotta nel 1939 a causa della seconda guerra mondiale..
    Era il 1928 l’anno in cui arrivò il primo motore diesel Peugeot, su una Torpedo 175 per alcune prove su strada.
    Ma fu solo con la definitiva messa a punto e l’avvio della produzione avvenuta nel 1936, presso lo stabilimento di Lille, del Diesel HL 50, che il Marchio fu in grado di proporre il motore diesel sui suoi veicoli commerciali, compresi alcuni esemplari di taxi 402 LT realizzati su carrozzerie del tipo “limousine commerciale”.

    Peugeot Type 175 Torpedo Sport 1923
    [​IMG]
    [​IMG]

    Il “Cavallo di Troia” che consentì di montare il motore Diesel sulle Peugeot 402 pare sia stato proprio l’uso di carrozzerie classificate come commerciali.
    La cifra esatta di esemplari prodotti non è nota, ma sappiamo che nel totale furono meno di 500 gli HL 50 assemblati, e che solo una piccola parte di questi fu montato sulle 402, che nel 1938 furono consegnate in via del tutto esclusiva ai tassisti che da tempo le attendevano.


    Peugeot-taxi-motore-diesel.jpg


    La misteriosa scomparsa dell’ingegnere Rudolf Diesel, papà del motore diesel (parigino di nascita ma figlio di una famiglia tedesca).., durante una traversata della Manica in piroscafo alla vigilia del primo conflitto mondiale, pare ad opera dei servizi segreti prussiani, ne è la riprova.
    Il suo motore era divenuto, infatti, strategico in campo militare, soprattutto per l’utilizzo in marina: basti pensare, ai sommergibili e alle grosse navi da guerra.

    Fu proprio dopo la Grande Guerra, grazie allo sviluppo tecnico che questa aveva portato anche nel campo dell’autotrazione, che si cominciò a pensare di equipaggiare alcune autovetture con propulsori Diesel, che però in Francia erano consentiti solo sui mezzi commerciali.
    Tale limitazione aveva ragioni principalmente fiscali. Infatti, “l’huile lourde”, come veniva chiamato il carburante dei diesel, costava un terzo rispetto alla benzina e consentiva di percorrere un numero maggiore di chilometri, anche se con prestazioni più contenute.

    unnamed.jpg

    La Peugeot 402 LT fece la sua comparsa al Salone dell'Automobile del 1935. Sostituisce la 401 e offre uno stile più moderno. Peugeot ne produsse 2083 esemplari durante l'anno automobilistico 36. Le sue qualità dinamiche e la sua estetica permisero a Peugeot di equipaggiare un gran numero di tassisti della capitale. Ciò che li attirava maggiormente era senza dubbio l'eccellente tenuta di strada e l'efficienza di frenata. Il modello è stato utilizzato per costruire la 402 Darl'mat. La 402 LT può ospitare cinque passeggeri. Tre sul comodo sedile a panca e due sui sedili pieghevoli rimovibili inclusi nel divisorio del conducente. Una maniglia in metallo cromato facilita l'uscita del passeggero dalla panchina. Le società di taxi fanno verniciare i loro veicoli in due colori contrastanti (nero - rosso, nero - giallo, turchese - nero, marrone - crema, giallo - blu scuro, ecc.)

    Peugeot 402 Darl’Mat

    Motore 4 cilindri tipo TH social di 1991 cc , potenza 70 CV a 4.250 giri/min, cambio a 3 velocità o a 4 velocità elettromagnetico Cotal, rapporto al ponte 5 x21, passo 2.880 mm (come la 302 di serie), carreggiata ant 1.362 mm, carreggiata post 1.383 mm, ruote 165×400 in alluminio, massa 630 kg, velocità versione stradale 140 km/H.

    Peugeot-402-Darl-mat-roadster.jpg

    24987571-1-51.jpg


    [​IMG]
    Le Mans 1937

    Vettura n 26, 2° nella categoria 2 litri con Jean Pujol et Marcel Content

    Voiture n 25, 3° nella categoria 2 litri con Charles de Cortanze et Maurice Serre

    Voiture n 27, 5° nella categoria 2 litri con Daniel Porthault et Louis Rigal

    Le Mans 1938

    Voiture n 24, 1° nella categoria 2 litri con Charles de Cortanze et Marcel Content
     
    Ultima modifica: 6 Marzo 2024
    A Brumista piace questo elemento.
  2. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    1.177
    Piaciuto:
    326
    Con la sigla XD si intende una famiglia di motori diesel per uso automobilistico prodotta dal 1961 al 1992 dalla fabbrica motoristica francese Indenor.

    Questa famiglia di motori a 4 cilindri in linea ha visto un utilizzo massiccio da parte della Peugeot. Tali motori hanno avuto il merito di consacrare la Casa automobilistica francese come una delle marche leader nel campo delle vetture a gasolio. La storia dei motori XD affonda le sue origini nel 1959, quando venne lanciata la Peugeot 403 Diesel, prima auto francese ad essere equipaggiata da un motore a gasolio.
    Tale motore, l'Indenor TMD da 1.8 litri, sarebbe servito da base per la futura famiglia di motori XD a gasolio, che avrebbero equipaggiato diverse vetture, non solo di marca Peugeot, fatto che dimostra come le qualità di economia e robustezza di tali motori sia stata richiesta anche da altre Case automobilistiche. Poche erano le differenze tra il motore TMD ed il primissimo motore XD, siglato XD85 (dove il numero indica la misura dell'alesaggio): tra queste vi furono alcune rivisitazioni in grado di innalzarne la potenza a 55 CV ed inoltre l'inclinazione del motore XD85 di 20°.

    La PEUGEOT 403 è stata la prima vettura francese ad essere equipaggiata di serie con un motore diesel e, nel 1959, è diventata anche la prima vettura al mondo ad essere equipaggiata con una ventola a frizione elettromagnetica (brevetto PEUGEOT)
    403_diesel.png


    [​IMG]

    s-l1600.jpg
     
    Ultima modifica: 6 Marzo 2024
  3. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    1.177
    Piaciuto:
    326
    Il motore XD è stato ampiamente utilizzato da Peugeot, che ne ha decretato la leadership nel campo delle auto diesel. Le origini di questo blocco risalgono al 1959, con il lancio della Peugeot 403 Diesel equipaggiata con il motore TMD 85 (1.8 D), che è servito come base per l'XD. Molte auto furono equipaggiate con questo motore, non solo Peugeot ma anche modelli di marche concorrenti. Il motore godeva di una reputazione di grande robustezza e, soprattutto nei primi tempi, di bassi consumi di carburante.
    Il motore XD era disponibile in 8 versioni, come indicato nella tabella seguente. Tutte le potenze sono espresse in cavalli DIN, ad eccezione dei motori installati sulla Peugeot 404, che sono espressi in cavalli SAE.

    Tipo Alesaggio/e corsa Cilind. Compress.Potenza(CV a giri/m) Coppia Applicazioni Anno prod

    XD85 85x80 1 816 cm3 21 Diesel atmosphérique à injection indirecte 55 -
    Peugeot 404 Diesel Commerciale /
    Familiale (1962-64)
    XD88 88x80 1 948 cm3 68/4500 119/2250
    Peugeot 404 Diesel 1963-72 65 - Peugeot 404 Diesel 1972-75

    XD88 88x80 1 948 cm3 Peugeot 504 LD 1973-79 56/4500 121/2000
    Peugeot 504 Commerciale Diesel (1972-74) 48 - Peugeot J7 1400 kg
    Diesel 1965-78
    XD90 90x83 2 112 cm3 22.2 Diesel atmosphérique à injection indirecte 65CV/4500 126/2000
    Peugeot 504 Diesel / 504 GLD 2.1 1970-80
    Peugeot 504 Diesel Break 1971-79
    Peugeot 504 Break GLD 2.1 1977-78
    Peugeot 504 Familiale Diesel 2.1 1971-77
    Peugeot 504 GRD/SRD 1980-83
    UMM 4x4 1977-82
    Ford Granada Mk2 1977-85
    Peugeot J7 1400 kg Diesel 1978-80
    XD2 94x83 2 304 cm3 22.2 Diesel atmosphérique à injection indirecte 70CV/4500 134CV/2000
    Peugeot 504 GLD 2.3 1978-80
    Peugeot 504 Break GLD 2.3 1978-80
    Peugeot 504 Familiale Diesel 2.3 1978-83
    Peugeot 504 Break GRD 2.3 1980-83
    Peugeot 505 GRD/SRD 1979-82
    Peugeot 505 Break GLD 1982
    Ford Sierra Mk1 2.3 D 1982-89
    Peugeot J7 1800 kg Diesel 1978-80
    UMM 4x4 1982-1984
    XD2S 94x83 2 304 cm3 21 Turbo diesel à injection indirecte 80CV/4150 185/2000 Peugeot 505 GRD Turbo/SRD Turbo 1981-84
    Peugeot 604 2.3 DTurbo/GRD Turbo/SRD Turbo 1979-83
    Talbot Tagora 2.3 DT 1980-83
    XD3 94x90 2 498 cm3 23 Diesel atmosphérique à injection indirecte 75CV/4500 148/2000 Peugeot 505 GLD 1982-92
    Peugeot 505 GRD 1981-87
    Peugeot 505 SRD 1981-82
    Peugeot 505 Break GLD/Break GRD 1982-92
    Peugeot 505 Break SRD 1982-84
    Peugeot 505 Familiale Diesel 1982-88
    Peugeot 505 GRD Familiale 1986-91
    Peugeot P4 -
    UMM Alter 4x4 1985-86
    UMM Alter II 4x4 1986-94
    Ford Scorpio 1985-92
    XD3T 94x90 2 498 cm3 21 Turbo diesel à injection indirecte 95
    CV/4150 206/2000 Peugeot 505 GTD Turbo 1983-85
    Peugeot 505 SRD Turbo 1985-87
    Peugeot 505 STD Turbo 1988
    Peugeot 505 Break GTD Turbo 1985-86
    Peugeot 604 GTD Turbo 1983-85
    Ford Scorpio MK1 2.5TD 1985-94
    XD3TE 94x90 2 498 cm3 21 Turbo diesel à injection indirecte + intercooler 110/4150 235/2000 Peugeot 505 GTD Turbo 1986-92
    Peugeot 505 STD Turbo 1992
    Peugeot 505 Break GTD Turbo 1987-88
    UMM Alter II 4x4 2.5D Turbo Intercooler 1987-94

     
    Ultima modifica: 6 Marzo 2024
  4. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    1.177
    Piaciuto:
    326
    Peugeot 404 Diesel


    Il braccio di ferro tra i vertici Peugeot, che volevano una vettura di lusso con pochi compromessi, con cambio automatico, sospensioni oleopneumatiche e addirittura un motore V8, e i progettisti che volevano solo realizzare una 403 modernizzata, la Peugeot 404 fu un compromesso tra queste idee. Disegnata da Pininfarina, alla seconda esperienza con Peugeot dopo la 403 e destinata ad un sodalizio molto proficuo e duraturo, la nuova 404 aveva una meccanica convenzionale, con cambio manuale, motori quattro cilindri e sospensioni convenzionali, ma non era “banale”. Lo stile elegante e raffinato, la sicurezza in caso di incidenti, l’eccezionale affidabilità della vettura e il comfort offerto conquistarono, tra il 1961 e il 1978, quasi 2,9 milioni di clienti in giro per il mondo, tra cui Enzo Ferrari, che ebbe a lungo come auto personale proprio una 404, in nome della stima che Ferrari aveva per Pininfarina, designer della 404 e delle sue vetture. Se una 404 era stata scelta dal Drake in persona, non sarà stata così male, no?

    ob_4af340_peugeot-404-enzo-ferrari-favorite-car-french-cars.jpg
    CDe2oGWja9ohGKboWUA4l-81a6cd33a0dedaa7908f12ef87cd60e1-peugeot-404-front-1100.jpeg

    upload_2024-3-6_12-10-35.png

    upload_2024-3-6_12-5-45.png

    upload_2024-3-6_12-6-43.png
     
    Ultima modifica: 6 Marzo 2024
  5. XPrience74

    XPrience74

    Iscritto:
    1291398616
    Messaggi:
    12.451
    Piaciuto:
    763
    "Confesso" che anche a me piacevano non poco determinate Peugeot e nello specifico 106, 205, 305, 306, 405, 605

    In assoluto ero però un accanito fans di BMW!
     
  6. JigenD

    JigenD

    Iscritto:
    1306253082
    Messaggi:
    3.995
    Piaciuto:
    557
    i motori peugeot, specie i diesel, erano dei capolavori di affidabilità e ragionevolezza progettuale. Dote che, purtroppo, sembra essere andata perduta da una ventina di anni, cioè dai tempi del 1.6 thp e (in parte) dei primi 1.6 hdi 110, per arrivare poi ai "famosi" puretech e bluehdi di oggi (in particolare, il 1.2 nel primo caso e il 1.5 nel secondo caso). E se lo ammettono pure i giornalisti francesi...

    Quand Peugeot a repris Citroën en 1974, cela a bien débouché sur des modèles mêlant les avantages des deux marques, comme la BX, la Xantia ou même la 205, dont la suspension arrière provient des études du double chevron. Aussi, quand PSA et FCA se sont rapprochés, on a pu espérer le meilleur.
    Le premier allait récupérer les excellents moteurs du second, performants et fiables, quand celui-ci allait s’équiper de ce qui lui faisait cruellement défaut : de nouvelles plateformes. Or, ça ne se passe pas comme ça. Loin d’être abandonné, le 3-cylindres Puretech français, à la fiabilité pour le moins contestée, non seulement continue sa carrière, mais en plus va être utilisé à la place des excellents blocs Firefly italiens, plus solides, dans les futures Fiat et Lancia.
    Certes, le moteur animant les Citroën, DS, Peugeot et autres Opel, se voit nettement modifié, troquant sa problématique courroie de distribution barbotant dans l’huile contre une chaîne, apparemment plus digne de confiance. Sauf qu’on se souviendra les soucis interminables rencontrés par le bloc THP, de PSA-BMW, avec justement sa chaîne de distribution. Espérons que des enseignements en auront été tirés ! De plus, le remarquable 1.6 JTDm de Fiat passe purement et simplement à la trappe, quand la partie française de Stellantis continue avec son 1.5 HDi DV5 qui enchaîne les ennuis.

    https://www.caradisiac.com/chez-fiat-ils-font-des-carrosseries-207448.htm
     
    A U2511, Feline e StelleStrisce piace questo elemento.
  7. dasca88

    dasca88

    Iscritto:
    1540204265
    Messaggi:
    3.695
    Piaciuto:
    1.126
    devo dire, avendole avute in famiglia, io ho amato 504, 205 e 405, odiato 206 607 (avuta per poco in attesa di una consegna) e 208...BMW vecchie invece poche degne di nota a mio parere..forse solo la 507...(parlo di vecchie vere, pre '80)
    (per il resto, so di essere un rompiscatole...ma togli la "s" da fan...proprio non si può vedere XD)
     
  8. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    1.177
    Piaciuto:
    326
    [​IMG]
    [​IMG]

    [​IMG]
    Una volta le Peugeot le chiamavano indistruttibili..., ma credo lo erano parecchie macchine (marche), motori semplici, essenziali e robusti, pochissima elettronica..
    I motori 2.0 HDi in generale sono molto affidabili e possono arrivare anche a un milione di km..
    Poi comunque i francesi sono un po' lamentosi..:emoji_grin:

    Tornando alla Peugeot 404, ha segnato un’intera generazione di auto francesi. Prodotta tra il 1960 e il 1978 in quasi 3 milioni di esemplari, la berlina d'Oltralpe è stata declinata anche nelle carrozzerie coupé, cabriolet, familiare e autocarro.
    Meccanica robusta. Per quanto riguarda i motori della Peugeot 404, l’unità di partenza era un’evoluzione di quello della 403, potenziato grazie ad una cilindrata maggiore, 1.618 cm3 contro i 1.468 della 403. La particolarità stava però nella sua sistemazione nel vano motore: il motore era leggermente inclinato per non interferire con il cofano. La Peugeot 404, in virtù delle sue qualità divenne ben presto una delle vetture favorite dai tassisti e dai liberi professionisti che cercavano un’automobile comoda, robusta ma anche dotata di una certa eleganza. Non mancavano quindi le indistruttibili motorizzazioni Diesel da 55 e 65 cv che contribuirono a consolidare il mito della 404 come “Grand Routier”, affidabile divoratrice di chilometri. Oltre alle classiche versioni a carburatori, la Peugeot 404 era disponibile anche in versione “Injection”, più performanti e vivaci, mentre sul piano tecnico una novità interessante introdotta con la 404 fu l’adozione del servofreno Hydrovac.

    Regina d’Africa. La Peugeot 404 Injection segnava anche l’inizio di una lunga serie di successi sportivi che hanno visto brillare la 404 anche in competizioni di grande importanza. Nel 1961, la 404 ottiene il 1°, 3° e 4° posto nella categoria inferiore ai 2.000 cm3 del massacrante East African Safari Rally. Un anno dopo, nel 1962, Peugeot era prima nella classifica a squadre e seconda nella classifica generale. La consacrazione definitiva arrivò nel 1963, quando la Peugeot 404 di Cliff e Nowicki vinse per la prima volta l’East African Safari. Ma il culmine del successo arrivò con la tripletta di vittorie consecutive all’East African Safari Rally nelle edizioni 1966, 1967 e 1968. L’edizione 1966 fu particolarmente impegnativa: le condizioni meteo furono talmente sfavorevoli che gli organizzatori allungarono da quattro a dieci ore il tempo massimo ammesso… La corsa del 1967 vide invece le vetture sfrecciare senza troppe difficoltà a velocità medie superiori ai 100 km/h: dodici le Peugeot 404 iscritte, tutte e dodici tagliarono il traguardo. Una conferma sulla proverbiale affidabilità delle auto con il leone rampante sulla calandra, con questi risultati si consolidava l’ottima reputazione delle Peugeot a livello internazionale. Nel 1968 la vittoria si ripete esaltando la leadership della Peugeot 404 nel continente africano: auto tutt’ora diffusa e amatissima in molti Paesi africani. La Peugeot 404 fece parlare di sé anche in Sudamerica aggiudicandosi due volte il difficile Grand Prix d’Argentina, nel 1963 e nel 1965.

    La variante meno famosa, però, è la Diesel Record del 1965.
    Come dice il nome stesso, questa speciale 404 ha realizzato numerose imprese da primato negli anni ’60 diventando una delle auto diesel più avanzate dell’epoca.
    Con la creazione della 404 Diesel Record, l’obiettivo di Peugeot era di dimostrare che le auto a gasolio potevano essere anche veloci e non solo economiche e affidabili. Ecco perché la Casa francese si affidò al carrozziere parigino La Garenne per convertire un esemplare cabriolet in uno strano prototipo monoposto con motore da 2.163 cm3.
    Ultimato lo sviluppo, Peugeot decise di portare la 404 all’autodromo di Montlhery. Qui, la strana coupé percorse 11.000 km in 72 ore alla velocità media di 161 km/h. Gli unici pit stop programmati (della durata media di circa 53 secondi) furono eseguiti per fare rifornimento e per i cambi dei piloti, i quali si alternarono ogni tre ore di guida.
    Durante l’incredibile corsa, la Peugeot stabilì circa 40 record del mondo dell’epoca, tra cui quello dei consumi per un’auto a diesel da corsa. La 404, infatti, fece segnare consumi medi di 12 litri per 100 km: un valore piuttosto interessante anche per gli standard odierni..

    [​IMG]

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 8 Marzo 2024
    A Brumista piace questo elemento.
  9. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    1.177
    Piaciuto:
    326
    [​IMG]

    The Best Naturally Aspirated Engines of All Time
    • Chevrolet Small-Block V-8 (1954-2003)
    • Ford Flathead V-8 (1932-1955)
    • Toyota 4AGE Inline-4 (1982-2002)
    • Ferrari 4.5-liter V-8 (2009)
    • BMW E30 M3 2.3 liter Sport Evo Inline-4 (1982-1994)
    • Honda VTEC 1.8-liter B18C5 Inline-4 (1988-2001)
    • McLaren F1 S70 V-12
    • Honda S2000 F20C Inline-4
    • Honorable Mention: Ferrari LaFerrari/F12berlinetta 6.3-liter V-12
    • Honorable Mention: Lexus LFA 1LR-GUE 4.8-liter V-10
    • Honorable Mention: Peugeot 405Mi16 XU9J4 1.9-liter Inline-4 (1982-2005)
    • Honorable Mention: Porsche 911 GT3 RS 4.0-liter flat-6
    https://www.caranddriver.com/features/g15380833/best-most-reliable-engines/


    405-Mi16-curva.jpeg 1994-Peugeot-405-Mi16-03.jpg

    Quando c’era talento nelle berline: Peugeot 405 Mi16 e T16

    Con l’Mi 16 si facevano (e si fanno tuttora) 10 km/l a 140 km/h e ancora 7 a 180 all’ora. Il tutto con un’erogazione vecchio stampo, senza eguali tra le due litri aspirate dell’epoca, un po’ vuota sotto i 3.000 giri, ma eccellente sopra i 5.000, con una spinta solo leggermente inferiore alle turbocompresse. Un solo decimo in più sul km da fermo rispetto Renault 21 turbo, con 15 CV in più.

    Nel misto stretto, poi, si riuscivano a fare curve che avevano ben poco da inviare alle indiavolate piccole e piccolissime bombe dell’epoca.
    Ah, aggiunta dell’ultim’ora prima che ci scordiamo: la 405 T16 fu per diversi decenni la prima ed unica vettura europea dotata di un turbocompressore a geometria variabile che, anche se era un po’ fragile e tendeva a grippare, è una figata incredibile.

    https://rollingsteel.it/talento-berline-sportive-peugeot-405-mi16/
     

    Files Allegati:

    Ultima modifica: 27 Aprile 2024
  10. U2511

    U2511

    Iscritto:
    1381913958
    Messaggi:
    20.894
    Piaciuto:
    8.334
    Quoto tutto. Il nostro buon Feline sta parlando del “periodo eroico” di Peugeot, ma l’attuale realtà è ben più misera e triste (così come quella di Citroen)
     
  11. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    1.177
    Piaciuto:
    326
    Volete che vi elenco ancora tutti i motori più difettosi..., no.., vi prego..! :emoji_grin:
    Ma vogliamo aprire gli occhi..., tu credi che gli altri siano migliori...!??

    Top 20 Worst Engines Ever Made | carVertical
     
  12. JigenD

    JigenD

    Iscritto:
    1306253082
    Messaggi:
    3.995
    Piaciuto:
    557
    la tua cocciutaggine nel difendere psa contro tutto e tutti è ammirabile, spero che tu sia un loro dipendente altrimenti sarebbe roba da studio.
     
    A StelleStrisce piace questo elemento.
  13. GuidoP

    GuidoP

    Iscritto:
    1704453093
    Messaggi:
    1.087
    Piaciuto:
    284
    Alcuni motori, misteriosamente, non compaiono....se non erano tanto terribili perchè le case addirittura riconoscevano un "bonus" ai proprietari?
     
  14. Sakurambo

    Sakurambo

    Iscritto:
    1693932383
    Messaggi:
    95
    Piaciuto:
    56
    Ma chi e come ha stilato sta classifica? Ma serieamente?
     
    A StelleStrisce piace questo elemento.

Condividi questa Pagina