Sul futuro che fa tanta paura

Sul futuro che fa tanta paura - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. gianlucapellegrini

    gianlucapellegrini Direttore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1399891177
    Messaggi:
    164
    Piaciuto:
    61
    Ebbasta con sti fornetti a quattro ruote: se vogliamo parlare di elettrico seguo Euronics. Che noia sta guida autonoma. Perché non fare almeno un post sull'impresa alla Dakar della PanDAKAR? Invece che questo smarronamento continuo tra guida autonoma, elettrico e tecnologia. Che schifo ste auto a guida autonoma. Ancora? ma non piace più a nessuno guidare la propria vettura? Tra qualche anno non saremo più capaci di fare niente senza essere supportati da un qualsiasi computer....che tristezza. Ma pensate a fare auto che siano efficienti e funzionali a prezzi accessibili a tutti, invece di fare scatole piene di elettronica che quando hanno un problema non sai se chiamare il meccanico o direttamente gli scienziati della Microsoft!!! Sono io che porto l'auto e non l'auto che porta me. Ke palle con 'sto CESs. Più che Quattroruote lo chiamerei quattrotablet. Se fossi nella redazione di 4r due domande me le porrei visto che ultimamente ricevono solo insulti dalla 80% dei lettori.

    Ecco, due domande me le pongo. Quella che avete appena letto è una compilation di commenti apparsi sulla nostra pagina Facebook durante i giorni del CES di Las Vegas, rutilante show case del futuro imminente. L’80% dei nostri follower rifiuta a prescindere l’auto elettrica, la guida autonoma, la connettività, l’integrazione dei devices e guarda con perplessità i nuovi modelli di mobilità e utilizzo. Ora, non so se questo campione (statisticamente rilevante, comunque) rappresenti le migliori menti della nostra generazione: ma è indubbio che le parole testimonino di un crescente fastidio verso qualsiasi spinta propulsiva volta a cambiare i paradigmi conosciuti dell’automobile. E mi chiedo, inoltre, perché il progresso venga con entusiasmo accettato quando si parla di tecnologia spicciola – con gente che si accalca a comprare l’ultimo smartphone o la tv a schermo curvo 4K – ma si rifiuti con disprezzo quando si parla di macchine. Trovo che mai, nella storia dell’automobile, si sia visto un crepaccio così drammatico fra le intenzioni dell’industria e le aspettative dei consumatori. A me, che in quest’industria vivo, questo timore del domani pare comprensibile sotto il profilo umano – ché l’ignoto spaventa, c’è poco da fare – ma del tutto infondato sotto quello razionale: la tecnologia serve a vivere meglio, ad amplificare le esperienze, a risolvere problemi. La guida autonoma, che del nuovo paradigma sarà tra venti o trent'anni lo zenith, ha l’obbiettivo ultimo di azzerare gli incidenti, quindi i morti e i feriti sulle strade, nonché di razionalizzare gli spostamenti di uomini e merci. Ieri sono stato intervistato proprio su questi temi, per un’intervista che uscirà sull’house organ dell’Unasca, la mia risposta alla domanda “A lei piace il futuro che stanno disegnando per noi?” è stata: “A me piacciono le auto. Mi piace guidare, lo trovo rilassante. Ma se devo rinunciare a guidare per contribuire allo sviluppo di una società migliore penso che l’interesse generale sia superiore a quello particolare”. Sono davvero l’unico a pensarla così? E secondo voi perché si rifiuta la prospettiva che abbiamo di fronte?
     
    A bellafobia piace questo elemento.
  2. xander71

    xander71

    Iscritto:
    1238593886
    Messaggi:
    831
    Piaciuto:
    93
    Da ex pilota ed amante della guida vera, devo dire che oggi non trovo nulla di piacevole a guidare nel traffico di tutti i giorni, con tutti attaccati allo smartphone invece che guidare, tutti lenti, pieni di velox e 1000 trappole per fare cassa. Io non vedo l'ora di avere la guida autonoma come opzione da usarla quando vi sono situazioni come le sopra descritte, poi appena la strada lo consente guido io...insomma avere il famoso autista ai tuoi servizi...fantastico..non aspetto altro..
     
  3. mendrive

    mendrive

    Iscritto:
    1464538955
    Messaggi:
    17
    Piaciuto:
    1
    Il futuro mi fa paura per altre cose(ad esempio la degenerazione dell'essere umano, vedi: femminicidi, crimini efferati, isis etc.) non certo per l'automazione ma le "pillole" prese tutte insieme portano alla morte per questo sarebbe meglio centellinarle e dare il tempo che facciano quanto c'è scritto nel bugiardino.
     
  4. bellafobia

    bellafobia

    Iscritto:
    1254153069
    Messaggi:
    2.924
    Piaciuto:
    30
    Più che paura per il futuro, in questo caso parlerei di disgusto per il futuro (dell'auto). A me tutta questa tecnologia SUPERFLUA sulle vetture di oggi davvero da molto fastidio...mi sembra il solito espediente delle Case automobilistiche per vendere a prezzi sempre più alti, quando potrebbero evitare tante boiate e ridurre il prezzo di vendita. La guida autonoma, i supertablet, i vari dispositivi elettronici NON LI VOGLIO. Parere personale ovviamente; preferirei avere (di gran lunga) una buona auto (telaio, sicurezza, motori affidabili e parchi) a un prezzo inferiore. L'auto elettrica ben venga, ma la DEVO GUIDARE IO con un volante magari. La tecnologia spinta sull'auto non la voglio, come molti lettori già hanno sottolineato sui social di Quattroruote.
     
  5. gianlucapellegrini

    gianlucapellegrini Direttore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1399891177
    Messaggi:
    164
    Piaciuto:
    61
    Lei fornisce una posizione cartesiana che è conseguenza delle sue preferenze. Però non dà spiegazioni. Per esempio, quali sarebbero le boiate (e quindi stiamo parlando di oggi, non di domani) a cui si potrebbe rinunciare?
     
  6. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    27.098
    Piaciuto:
    4.827
    Anche io come xander71 sono un ex pilota non professionista (ma talvolta corro ancora o faccio comunque track-days), e come tale amo guidare e amo viaggiare "portando" io la macchina con il minor ausilio possibile.

    Tuttavia sarebbe carino se ci fosse, oltre al tasto "sport" (e disattivazione controlli) il tasto "guida autonoma", così magari quando voglio riposarmi un po' o quando sono in città con molto traffico potrei attivarlo. Vero è che le auto inizialmente costerebbero molto di più, ma in tutte le cose quello che prima è per pochi poi diventa per tutti. Esempi? Quelli fatti dal Direttore sono i più recenti: il TV piatto o lo smartphone, ma fu così anche per la lavatrice o il frigorifero. Quindi col tempo il costo in più diventerebbe irrisorio.
    Quello che mi chiedo semmai è se esisterà una vettura in grado di fare davvero tutto da sola in massima sicurezza, anche per categorie di persone che ne sarebbero davvero avvantaggiate.
     
    Ultima modifica: 19 Gennaio 2017
  7. gianlucapellegrini

    gianlucapellegrini Direttore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1399891177
    Messaggi:
    164
    Piaciuto:
    61
    Io credo - ascoltando quello che mi dicono le Case - che l'opzione-uomo rimarrà inevitabile, perché fino a quando non avremo un mondo (città, strade, parcheggi, infrastrutture, reti) in grado di assecondare un totale automatismo, e ci vorranno decenni e investimenti mostruosi, l'intervento del guidatore sarà in numerosi casi inevitabile.
     
    A NEWsuper5 e pilota54 piace questo messaggio.
  8. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    27.098
    Piaciuto:
    4.827
    Provo sommessamente io a ipotizzare le "boiate" frutto del progresso: hill holder, cruise control, controllo trazione, ESP, fari adattivi, sensori tergicristalli, telecamera posteriore, segnalatore cambio corsia, lettore cartelli stradali, ecc..

    Però c'è da chiedersi: a parte le Lotus Elise, che sono auto da corsa adattate alla strada e chi le compra le vuole proprio come sono, chi sarebbe disposto a comprare auto "normali" che abbiano l'allestimento delle vetture di 20 anni fa? Pochissimi, forse nessuno.
     
  9. bellafobia

    bellafobia

    Iscritto:
    1254153069
    Messaggi:
    2.924
    Piaciuto:
    30
    esempi: lettore cartelli stradali; parcheggio autonomo; segnalatore cambio corsia; cambio automatico con più di 7 marce; megatablet in plancia; lettori dvd nei poggiatesta; cerchi sproporzionati; abbaglianti automatici. Ce ne sono sicuramente altre di "boiate" che a me ripugnano e a cui qualcuno (pochi soggetti menomati IMHO) non può fare a meno. Preferisco avere un prezzo inferiore senza dovermi sorbire queste robette (IMHO robacce) tecnologiche.
     
  10. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    27.098
    Piaciuto:
    4.827
    Comunque il lettore cartelli con i limiti che ci sono ovunque è utile per evitare multacce................peccato che non possa "leggere" i tutor.
     
  11. xander71

    xander71

    Iscritto:
    1238593886
    Messaggi:
    831
    Piaciuto:
    93
    Esatto datemi uno strumento per sapere se i tutor sono attivi o meno e lo pago anche 3000......
     
    A pilota54 piace questo elemento.
  12. ALGEPA

    ALGEPA Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1243529961
    Messaggi:
    12.028
    Piaciuto:
    3.167
    io parto dall'intervista a Michael Mauer presente nel numero di Gennaio della rivista in cui chiaramente lui fa presente che il futuro che ci aspetta nel mondo dell'automobile in realtà è un futuro molto più ricco di prerogative rispetto a quello in qui molti lo dipingo, le opportunità che ci danno le nuove tecnologie permetteranno lo sviluppo di vetture molto più interessanti rispetto a quelle di ora, anche dal punto di vista stilistico.
    Ma faccio mia anche un altra considerazione fatta da Mauer in cui esprime il dubbio, o forse la certezza, che la stragrande maggioranza dei fortunati che possono acquistare supercar sportive non hanno ne le possibilità ne le capacità per utilizzare nel modo in cui le caratteristiche di queste vetture ne darebbero la possibilità, e qui mi permetto di sollevare una piccola polemica verso tutti quegli automobilisti di cui lei ha riportato le esternazione rilasciate su facebook, ma di questi quanti hanno ad esempio seguito un corso di guida? Io ne sento molti di questi che si lamentano che le auto non danno più il piacere di guida,ma poi li vedo al sedile di guida e mi accorgo che non hanno un minimo di nozione su come si guidi una vettura, e questo perchè nel corso della loro vita automobilistica hanno spesso decine e decine , se non anche qualche centinaio di migliaia di euro in vetture più o meno sportive ma hanno investito 0 nelle loro capacità di guida, quindi mi sembra surreale che poi parlino di piacere di guida.
    Secondo il mio modesto avviso il futuro dovrebbe andare nella direzione , e spero ci vada, in cui per l'utilità di tutti i giorni esistano vetture che limitino al minimo i problemi che ora abbiamo nella viabilità quotidiana, e mi riferisco quindi a traffico ed incidenti , ma allo stesso tempo esista ancora una cultura passionale per le auto ed il piacere di guida che si soddisfi negli appositi spazi , come circuiti, o nelle apposite situazione che possono essere i raduni o manifestazioni del genere.
     
    Ultima modifica: 20 Gennaio 2017
    A Guastatore1986 e Bertaxi piace questo messaggio.
  13. pi_greco

    pi_greco Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238603115
    Messaggi:
    28.947
    Piaciuto:
    1.726
    La tecnologia che uso nel mio lavoro, salva vite umane, ed è indispensabile che si aggiornata il più frequentemente possibile. Per il resto non credo sia mandatorio rinnovare la propria dotazione tecnica per infotainment, ma molto saggio farlo per migliorare la sicurezza delle persone, anche se mi costerà la fine di una passione...
     
  14. SupercinqueTC

    SupercinqueTC Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1239372328
    Messaggi:
    31.042
    Piaciuto:
    2.832
    Guardandomi attorno, vedo molte di queste persone fortemente contrarie alla guida autonoma e a molti altri strumenti di aiuto alla guida, ritenuti non solo superflui, ma dannosi.
    In molti casi, si tratta delle stesse persone che mi mostrano trionfanti, nella loro nuova auto, il grande schermo ad alta definizione a centro plancia, il clima trizona (eh, sai com'è, il bizona ormai è roba vecchia...sì, ma tu viaggi quasi sempre da solo e non hai figli, a che ti serve regolarlo sul divano?...- - -...) e gli immancabili cerchi in lega lucidi e con vernice a contrasto.
    Credo che l'iniziale discorso tecnologia apprezzata e odiata (fuori dall'auto e nell'auto) sia valido anche all'interno delle vetture. L'infotainment è percepito come un valore aggiunto, gli strumenti di aiuto alla guida, come un blocco alla propria libertà.
    Sento anche lamentele su fantastici problemi di privacy, il timore che l'auto a guida autonoma, facendo riferimento ad una rete di telecomunicazione, possa tracciare gli spostamenti e fornire questi dati alle aziende. Posso capire il timore, ma sono le stesse persone con lo smartphone sempre in mano, che scrivono sui social anche dentro il bagno, con sensore di posizione sempre attivo....
     
  15. SupercinqueTC

    SupercinqueTC Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1239372328
    Messaggi:
    31.042
    Piaciuto:
    2.832
    Dopo aver raccontato cosa vedo ogni giorno, parliamo di me.
    Io sono favorevole, anche perchè so che non ci sarà un blocco delle auto "normali", ma un lentissimo passaggio, la circolazione contemporanea con le auto tradizionali, un continuo apprendimento di nuove casistiche.
    E per il primo, lungo periodo (qualunque cosa proclamino le Case per fare sensazione), la guida sarà comunque semi-autonoma, a costante sorveglianza umana. Anche perchè ci sarà da mettere a punto la legislazione...
     

Condividi questa Pagina