Su parco circolante e incentivi

Su parco circolante e incentivi | Pagina 7 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. ottovalvole

    ottovalvole

    Iscritto:
    1313232853
    Messaggi:
    9.123
    Piaciuto:
    110
    bhe mi era venita di getto, un anno a zero e poi tipo 2 anni al 50% (rispetto adesso) e poi una tassazione "giusta" e non opprimente, ma dovrebbe essere un impegno da entrambe le parti, il privato deve impegnarsi ad investire sull'innovazione dell'azienda e del prodotto, lo stato deve impegnarsi a spendere BENE quello che entrerà negli anni a seguire. Un esempio di soldi ben spesi è l'autostrada A18 e l'A20 (catania messina e messina palermo), innovazione tecnologica, asfalto sempre nuovo, guardarail d'ultima generazione, illuminazione efficiente, il fiore all'occhiello della viabilità vietnamita.
     
  2. keyone

    keyone

    Iscritto:
    1238711761
    Messaggi:
    6.778
    Piaciuto:
    346
    Egregio Direttore , che l'Italia sia priva di moti di indignazione , a differenza della vicina Francia , è ormai un dato di fatto , i cui motivi vanno cercati un po' nella psicologia dell'italiano , più incline a cercare soluzioni individuali e furbesche che a unirsi ai colleghi di sventura per ottenere miglioramenti della sua situazione , un po' nella notevole consistenza del risparmio delle famiglie , ancora fra i più alti del mondo nonostante la crisi e l'austerity , che consente a molti , soprattutto giovani , di tirare avanti , magari con l'aiuto dei genitori e o dei nonni e un po' , e qui mi consenta una rapida e delicata sortita in un argomento vietato , in una classe dirigente che tende a imbrigliare ogni tipo di protesta , con formazioni e movimenti solo formalmente ribelli e progressisti.

    Detto questo , sono d'accordo con Lei che promuovere la pulizia dell'ambiente con proibizioni e divieti , oltre a non produrre risultati sensibili , penalizzerebbe fortemente le fasce meno abbienti della popolazione che - come dice giustamente- non solo non possono permettersi un'auto nuova , più sicura , pulita e confortevole , ma anche dovranno purtroppo , se le grida contro l'automobile dovessero continuare sulla strada intrapresa , rinunciare in tutto o in parte alla mobilità privata.

    Meglio sarebbe quindi dare incentivi ben studiati al fine ,non di drogare il mercato , ma di promuovere il cambio auto , da veicoli inquinanti a veicoli meno inquinanti , perchè - il meglio è nemico del bene- è preferibile avere in circolazione milioni di veicoli nuovi o recenti euro 6 benzina e persino diesel , al posto di quelli euro 0 , euro 1 , 2 , 3 e 4 , piuttosto che poche auto elettriche per chi si può permettere garage con prese dedicate , tempo e informazioni sui punti di ricarica e seconde o terze auto con motore termico o ibrido per le emergenze.

    In questo modo non si deprimerebbe vieppiù la nostra industria automotive , l'indotto dei fornitori di componentistica , tutta la filiera dei concessionari -anche di case estere- e officine autorizzate , il che vuol dire milioni di posti di lavoro.

    Certo le auto ibride ed elettriche potrebbero essere premiate , come ora già succede in qualche regione virtuosa , con facilitazioni come esonero dal pagamento del bollo , posteggi gratuiti , possibilità di circolare nei blocchi di traffico , nelle aree riservate delle città e nelle ZTL , un piccolo privilegio per chi ha attenzione per l'ambiente , senza punire chi non può permettersi , o non può permettersi ancora , l'auto ad elettrone...
     
    Ultima modifica: 22 Dicembre 2019
    A Guastatore1986 piace questo elemento.
  3. mafalda

    mafalda

    Iscritto:
    1238525373
    Messaggi:
    1.914
    Piaciuto:
    25
    buongiorno direttore, oggi riproponete l'argomento del parco circolante, visti i blocchi del traffico, sottolineando come svecchiarlo già migliorerebbe la situazione dei centri urbani. Ma Roma, e non solo, la vedono in maniera un tantino diversa, visto che vengono bloccate tutte le diesel, anche le Euro 6d, mentre le benzina Eu3 possono circolare.
    Posso proporle un test? autovettura diesel Eu6d vs l'equivalente benzina Eu3 del 2000, e ci aggiungerei una Euro1 anni 90 col gpl aftermarket, visto che tutti i veicoli a gas, indistintamente dall'età, possono circolare.
     
    Ultima modifica: 14 Gennaio 2020
    A Guastatore1986 piace questo elemento.

Condividi questa Pagina