Se la benzina costasse 37 cent al litro

Se la benzina costasse 37 cent al litro | Pagina 3 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. dubbioso80

    dubbioso80

    Iscritto:
    1309385714
    Messaggi:
    1.484
    Piaciuto:
    3
    sìsì, sono d'accordo dal punto di vista economico, non da quello "etico".
    non dovrebbe esistere che di una cosa così preziosa per tutti e finita ce ne sia troppa
     
  2. stefanocanale

    stefanocanale

    Iscritto:
    1419948905
    Messaggi:
    270
    Piaciuto:
    14
    :?: :?: :?:

    Scusa ma non l'ho capita.
     
  3. dubbioso80

    dubbioso80

    Iscritto:
    1309385714
    Messaggi:
    1.484
    Piaciuto:
    3
    :shock:
    hai scritto che se i carburanti costano tanto l'economia ne soffre.
    quindi, deduco, dove costano poco l'economia è florida..

    com'è che allora l' egitto è dietro alla germania?
     
  4. pi_greco

    pi_greco Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238603115
    Messaggi:
    29.139
    Piaciuto:
    1.770
    Se valutassimo il valore etico, geologico ed ecologico la benzina dovrebbe costare 1k? al litro, come minimo, su questo non ho dubbi...
     
  5. ALGEPA

    ALGEPA Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1243529961
    Messaggi:
    12.322
    Piaciuto:
    3.364
    Negli Stati Uniti il costo dei carburanti, ma in generale tutto quello che riguarda il trasporto, ha anche una valenza sociale, perchè in primis a che se ne dica è un paese sempre a rischio disgregazione e quindi diventa necessario rendere più vicine le distanze , inoltre poi il mito della frontiera e della libertà è uno degli elementi più radicati nel loro pensiero quindi avere carburanti poco costosi equivale a soddisfare questo senso di libertà.
    Da noi le cose sono differenti, queste esigenze che loro hanno noi non le abbiamo, con questo non voglio dire che non sia auspicabile una diminuzione del costo dei carburanti, ma questa deve essere comunque legata ad un utilizzo dell'automobile ragionato e anche tra virgolette controllato, quindi per rispondere alla domanda del Direttore, una diminuzione del costo dei carburanti dovrebbe portare con se anche un rivoluzione del modo di pensare l'automobile, e lo dico anche per il bene stesso del settore.
     
  6. U2511

    U2511

    Iscritto:
    1381913958
    Messaggi:
    9.302
    Piaciuto:
    1.772
    Non condivido, almeno in parte: negli Stati Uniti i carburanti costano poco perché nessun governo, né federale né statale, può permettersi i maramaldeggiamenti fiscali che subiamo noi. Il loro sistema prevede "poco stato" e molto fai da te. In Europa abbiamo un welfare più sviluppato, solo che vi sono paesi in cui, a fronte di elevate imposte sui carburanti, vi è congrua restituzione di servizi ai cittadini, altri in cui ciò non avviene.
     
  7. ALGEPA

    ALGEPA Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1243529961
    Messaggi:
    12.322
    Piaciuto:
    3.364
    concordo,
    il motivo che individuavo io non era l'unico per il costo basso dei carburanti li da loro, quello che sottolinei tu è il motivo più evidente indubbiamente, io mi ero soffermato sul primo perchè credo che sia un aspetto meno conosciuto da noi.
     
  8. rosberg

    rosberg

    Iscritto:
    1238528159
    Messaggi:
    22.294
    Piaciuto:
    313
    Sicuramente con un prezzo così basso le valutazioni cambierebbero. Anzichè avere una vettura diesel probabilmente la prenderei a benzina, questo sicuramente sì...sarebbe seriamente valutato.
    Per me, che per il lavoro che faccio, il costo carburante è la spesa principale, mi basterebbe anche che costsse un euro al litro.
    Purtroppo lo stato non capisce che riducendo il prezzo di molte cose (tra cui anche i carburanti), si metterebbero in movimento tanti altri meccanismi che per lo stato stesso sarebbero fonte di introiti nuovi. Si ridurrebbero i costi dei trasporti e sicuramente a beneficiarne sarebbero anche le aziende oltre che i consumatori stessi.
     

Condividi questa Pagina