Quello che gli automobilisti italiani non fanno

Quello che gli automobilisti italiani non fanno | Pagina 21 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. iuter

    iuter

    Iscritto:
    1549122850
    Messaggi:
    452
    Piaciuto:
    57
    come fai a stare più basso in corsia di accelerazione quando ti immetti nella prima corsia (quella più a destra) in cui ci sono i mezzi pesanti che viaggiano a 80?
    tra l'altro la corsia di accelerazione non è corta, pure le vecchie scatolette fiat ci arrivano a 60.
     
  2. iuter

    iuter

    Iscritto:
    1549122850
    Messaggi:
    452
    Piaciuto:
    57
    allora qui si contradicono. tanto per cominciare quel "andare piano" vuol dire tutto e niente sia perchè non viene definito in km orari sia perchè dipende da traffico, condizioni meteo e visibilità.
    ma poi, "guadagnare velocità" mentre te dici che 50 è troppo. allora secondo te a quanto dovrebbero entrare? a 30??
     
  3. Suby01

    Suby01

    Iscritto:
    1265124228
    Messaggi:
    15.895
    Piaciuto:
    2.224
    50 é chiaramente troppo basso. Devi raggiungere una velocità in corsia di accelerazione il più possibile vicina a quella delle auto già in autostrada.
    Quindi appunto dipende dalle condizioni di traffico...
     
  4. Suby01

    Suby01

    Iscritto:
    1265124228
    Messaggi:
    15.895
    Piaciuto:
    2.224
    Appunto, salvo casi particolari qualunque auto arriva a 80-90km/h in corsia di accelerazione di un'autostrada. Il senso di entrare a 50 qual è oltre al farsi male con qualche TIR?
     
  5. iuter

    iuter

    Iscritto:
    1549122850
    Messaggi:
    452
    Piaciuto:
    57
    ecco quindi stiamo dicendo la stessa cosa anche se in maniera diversa.

    non è detto che si deve entrare a 80-90. come ho già detto dipende da tanti fattori.
    fatto stà che anche a condizioni ottimali non si entra a 120 e se in prima corsia ci passa uno a quela velocità son sempre rischi, a volte anche mortali.
     
  6. Suby01

    Suby01

    Iscritto:
    1265124228
    Messaggi:
    15.895
    Piaciuto:
    2.224
    Pensa ad entrare a 50-60 con quelli in prima corsia che viaggiano a 120.
    Comunque in 25 anni di patente e 1 milione di km percorsi i problemi in ingresso in autostrada li ho avuti solo quando avevo qualcuno davanti che andava troppo piano e che quindi alla fine della corsia di accelerazione o si fermava o entrava infischiandosene a quella velocità con tanto di tir che inchiodavano e suonavano le trombe
     
    A bergat piace questo elemento.
  7. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Quello delle corsie di accelerazione è un evidente paradosso che ho cercato di evidenziare altre volte.

    Finchè non avremo norme "più chiare e più complete" ... non sarà sempre detto che "sia sempre tutta colpa di chi entra"....
    Occorre una regola specifica e dettagliata che imponga comportamenti codifiacti per tutti.
    E che elimini quegli assurdi e fuorvianti cartelli "dare precedenza" che "a volte" ("a qualcuno") fanno venire strane idee...del tipo che "ma sono loro che devono dare precedenza" e se ne viaggiano stipati senza alcun rispetto delle distanze in prima corsia, rendendo arduo il compito a chi deve immettersi alla giusta velocità, e che "non ha un secondo tentativo".

    Ne parlavo qui:
    URL="https://forum.quattroruote.it/threa...a-di-decelerazione.110980/page-2#post-2170081"]Cosa passa (o non passa) nella testa di uno che si ferma in corsia di decelerazione?[/URL]

    e a ben guardare, il problema delle corsie di accelerazione, non è la prima volta che se ne parla
    https://www.google.com/search?client=firefoxb&q=quattroruote+forum+corsie+accelerazione

    (...e non è nemmeno l'unico paradosso della nostra segnaletica stradale... vedi "conflitti in uscita" nelle rotatorie a due corsie...
    http://www.vigileamico.it/wp/rotatorie-conflitti-uscita/ ... )
     
  8. bergat

    bergat

    Iscritto:
    1365795838
    Messaggi:
    5.148
    Piaciuto:
    595
    Alla fine della corsia di accelerazione è bene essere a velocità prossime ai 130 km/ora se la visibilità è buona e le condizioni meterologiche non sono avverse e .... frenare se occorre.
     
  9. Suby01

    Suby01

    Iscritto:
    1265124228
    Messaggi:
    15.895
    Piaciuto:
    2.224
    E cosa suggerisci? Che si fermino quelli dentro in autostrada per dare la precedenza? Che ogni entrata le corsie si restringono con le zebre da 3 a 2 o da 2 corsie a una sola (da capire cosa fare poi nelle immissioni su statali a una corsia)
    Le regole esistono, basterebbe rispettarle. Chi entra prende la velocità o quasi del flusso, chi é dentro rispetta le distanze e agevola l'ingresso (cambiando corsia quando possibile). Se non c'è spazio per entrare (mai successo in vita mia) ci si ferma a fine corsia di accelerazione
     
  10. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    16.900
    Piaciuto:
    3.175
    A me in tangenziale capita di vederne parecchi che pretendono di immettersi senza prendere velocità,alcuni nemmeno guardano danno per scontato che chi è già dentro si sposti o freni per lasciarli inserire.
    Se la corsia a sinistra è libera non c'è problema,ma se invece è occupata scoccia un po' dover frenare per lasciare immettere chi non sa usare la corsia d'accelerazione.
     
  11. Ripeps53

    Ripeps53

    Iscritto:
    1469654529
    Messaggi:
    2.690
    Piaciuto:
    876
    Ci sono anche quelli che partono DA FERMI all'inizio della corsia di accelerazione avendo lo spazio e il tempo per accelerare ed immettersi alla velocità prossima del flusso.
    Mani nei capelli!
     
  12. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96

    E ti sembra di avere detto una cosa da niente?
    Il rispetto delle distanze "esiste sulla carta" ... ma...
    "conosci solo una persona che si è presa una multa per inosservanza delle distanze" ?

    Io propongo che ci sia un REGOLAMENTO SPECIFICO per come comportarsi in casi come questo, senza lasciare niente all'improvvisazione.
    Quest tipo di intersezione ha caratteristiche ed esigenze ben specifiche, e non c'è motivo che non debba avere regole specifiche, e non prese in prestito da intersezioni dalla struttura e dinamica radicalmente diverse.

    Cercando di sintetizzare:
    - le distanze vanno rispettate SEMPRE , ma in corrispondenza di queste confluenze devono essere AUMENTATE E VERIFICATE SISTEMATICAMENTE. I rilevatori di distanze esistono.
    Agevolare l'ingresso rispettando le distanze non può essere solo un "favore" ma un preciso dovere
    - allo stesso modo, quello che garantisce la priorità del flusso principale NON deve essere un ambiguo cartello "dare precedenza",
    ma, dicevo, una apposita norma:
    1) anche qui: controllo delle distanze, che per garantire la priorità, sulla corsia di accelerazione vanno ulteriormente aumentate. Anche per evitare il fenomeno più volte descritto, che se (in corsia di accelerazione) chi ci precede è indeciso, può interferire con chi segue. "Chi segue" non deve esserci. Nella corsia di accelerazione si deve stare da soli. Non si accede alla corsia di accelerazione se non è libera. (e già questo contribuisce alla priorità, diluendo il traffico in ingresso e aiutando ad "assorbirlo")
    2) La corsia di accelerazione è una corsia di accelerazione. Questo è fondamentale. E' la cosa più importante e da non dimenticare mai. Si chiama corsia di accelerazione, e si deve accelerare, senza indecisioni, per portarsi alla velocità del traffico. E' lo scopo dell'autostrada senza intersezioni a raso.

    Per fare una regola, una ipotesi potrebbe essere: chi proviene dalla corsia di accelerazione non può immettersi finchè non ha raggiunto la velocità del traffico. Raggiunta la velocità, ci sono due ipotesi: o si trova in corrispondenza di uno spazio vuoto (garantito dalle distanze come sopra descritte), e si immetterà senz'altro... o si troverà affiancato a un automezzo che percorre il flusso principale...e a questo punto dovrà cedergli il passo, ma SOLO A QUELLO. Solo a UNO. Gli si infila dietro senza esitazioni. E lo spazio deve essere garantito. Tutto molto ordinato e prevedibile.

    Quello che NON DEVE SUCCEDERE MAI (e qui è l'unica frase con cui sono in disaccordo è l'ultima che hai scritto) è che chi percorre una corsia di accelerazione rallenti...o peggio ancora, si fermi. Questo è contro l'essenza stessa e la definizione di "autostrada" e "strada extraurbana principale" (superstrada)...
    vedi http://www.aci.it/i-servizi/normati...finizione-e-classificazione-delle-strade.html

    Non deve succedere che arrivo e non so cosa fare e rallento e perdo tempo a guardarmi intorno a cercare ed aspettare che qualcuno di buon cuore mi lasci un buco.
    Se lo spazio è GARANTITO io avrò un solo pensiero: accelerare.
    E tutto funzionerà nel migliore dei modi per tutti.
    Rallentare e avere indecisioni non deve succedere MAI.
    Non si ha una seconda possibilità.
    Si deve entrare in velocità,senza intralciare, senza creare perturbazioni, in modo prevedibile.
    Senza fluttuazioni dell'accelerazione, che generano incertezza anche a chi arriva e vorrebbe aiutare ma non capisce se fa meglio a lasciare spazio davanti o dietro.
    Partire da fermi NO !
    ...

    Il cartello "dare precedenza" racchiude in sè il concetto "rallentare e all'occorreza fermarsi".
    Questa è roba da incrocio tradizionale a CROCE.
    Qui è da evitare come la peste.
    E' una svista vergognosa usarlo in un caso come questo.
    Non sono cose che mi invento io...
    Nelle autostrade inglesi, nelle corsie di accelerazione, il cartello "dare precedenza "(give way) NON c'è !
    C'è una regola sull' Highway Code "Give priority".
    Scritto una sola volta per tutte sul Codice. Una riga di Codice.
    E basta. Niente cartelli inutili
    (...e idem nelle rotatorie... c'è scritto solo sul Codice. In generale e basta. Finiamola con tutti questi cartelli inutili !)
     
    Ultima modifica: 3 Febbraio 2019
  13. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
  14. Suby01

    Suby01

    Iscritto:
    1265124228
    Messaggi:
    15.895
    Piaciuto:
    2.224
    Perdonami ma è pura utopia. Proponi una pista di rullaggio per entrare in autostrada... Roba da intasare i caselli di mezza Italia.
    Se in Inghilterra funziona (a parte che a me pare funzioni anche in Italia, perché ripeto a parte quelli che si immettono a velocità ciclomotore e che inguaiano anche chi segue, non ho mai avuto problemi) é solo perché evidentemente li agevolano l'ingresso. Non credo abbiano rilevatori di distanza di sicurezza ad ogni ingresso autostradale.
    Ovviamente il tuo caso, con la corsia di accelerazione che finisce addosso al muro della galleria é un caso particolare e concordo sulla pericolosità. Lì se non riesci ad entrare al primo colpo, riuscirci da fermo é pericoloso
     
    Ultima modifica: 3 Febbraio 2019
  15. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Dai adesso non esagerare...
    Dico solo che ognuno deve stare al suo posto....e che MOLTI non sono nemmeno sfiorati dal dubbio di quanto con il loro comportamento creino indecisione (che si trasforma in intralcio e pericolo)
    E che le distanze vengono regolarmente disattese.

    Perchè controllare solo le velocità...e lasciare impunita l'inosservanza delle distanze, che è la cosa PIU' IMPORTANTE ...?
    Qualche rilevatore di distanze ben piazzato... qualche multa a chi se la merita davvero... in particolare a chi crea disordine...
    e sono convinto che possiamo stare meglio tutti.

    ...

    Diciamo pure anche che sì..."in una autostrada" la corsia di accelerazione che finisce contro un muro è (o era) un caso isolato...e il più delle volte te la cavi sforando sulla corsia di emergenza se non ti lasciano entrare...
    ma esistono anche le superstrade. A DUE corsie ... senza corsia di emergenza, come pure molte tangenziali.
    E lì, la corsia di accelerazione... FINISCE !

    Non deve mai succedere che ti immetti partendo da fermo.
    Quello sì che intasa il traffico.
    Non certo aumentare un attimo le distanze ... solo sulla corsia destra... e solo in corrispondenza delle immisioni.
    (dopo che tutti si lamentano che la corsia destra è "sempre deserta" ... !!! )
     
    Ultima modifica: 3 Febbraio 2019

Condividi questa Pagina