Quello che gli automobilisti italiani non fanno

Quello che gli automobilisti italiani non fanno | Pagina 18 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. mariopagnanelli

    mariopagnanelli

    Iscritto:
    1430413257
    Messaggi:
    1.314
    Piaciuto:
    96
    Quante volte ho ripetuto che è ora di una bella revisione dei limiti...

    "massimi" e anche "MINIMI" !!!
     
  2. maddeche!

    maddeche!

    Iscritto:
    1301141403
    Messaggi:
    13.573
    Piaciuto:
    1.960
    Una cosa che gli automobilisti italiani non fanno, tranne quando direttamente interessati, é quella di prestare soccorso in caso di sinistro, anche senza feriti, testimoniando ciò che hanno visto.

    Molto spesso un incidente - anche incruento - produce danni significativi alla vittima ( con "vittima" intendo riferirmi, nell'accezione più ampia, a colui il quale soffre di un danno causato da altri ) ed il colpevole se la cava con poco o niente, semplicemente perché gli astanti, che potrebbero facilmente testimoniare come si sono svolti i fatti, si defilano per "non perdere tempo".

    Mi é successo più volte di assistere ad incidenti e di essermi presentato alle persone coinvolte, dichiarando la mia disponibilità a testimoniare anche in tribunale.
    Non sono mai stato convocato in udienza: una sola volta mi venne chiesto di scrivere una "memoria", un resoconto dei fatti, ed in nessun caso mi venne chiesto di presentarmi in tribunale ( cosa che comunque avrei fatto )

    Mi sembra logico supporre che il colpevole abbia ammesso la propria colpa senza tentare di andare a processo ( e perdere la causa ) sapendo che il danneggiato avrebbe potuto disporre di testimoni (me, per intenderci ).

    E' un semplice atto di civiltà, é un dovere morale, e l'omissione - seppure contemplata solo in certi casi - é anche un reato ( non parlerò di peccato di omissione, una faccenda che riguarda solo coloro i quali appartengono ad alcune religioni che lo contemplano )
     
    A mariopagnanelli piace questo elemento.
  3. flori2

    flori2

    Iscritto:
    1378283269
    Messaggi:
    2.489
    Piaciuto:
    316
    Personalmente mi sono offerto di testimoniare per un amico. Faccenda non automobilistica. Mi hanno convocato 2 volte e per 2 volte tutto rinviato. Ho perso 2 giorni di ferie e denaro per recarmi al tribunale...alla prossima convocazione...
     
  4. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    16.900
    Piaciuto:
    3.175
    Una signora che conosco una volta denunciò il furto della sua borsetta.
    Col senno di poi non lo rifarebbe,anche considerando il modesto valore del suo contenuto,perchè negli anni l'hanno chiamata a testimoniare un gran numero di volte,rinvii compresi.
    E' brutto da dire ma anche senza considerare le possibili ritorsioni,almeno quando non si tratta di incidenti ma di reati,la lungaggine di simili vicende da sola rappresenta un incentivo a farsi i fatti propri.
     
  5. maddeche!

    maddeche!

    Iscritto:
    1301141403
    Messaggi:
    13.573
    Piaciuto:
    1.960
    Titolo della discussione: Quello che GLI AUTOMOBILISTI ITALIANI non fanno.

    Entrambi gli esempi di cui riferite, cari signori, sono relativi a vicende che non hanno relazione con sinistri automobilistici, mentre il mio intervento é specificamente orientato all'argomento della discussione, in campo automobilistico.
    Indubbiamente riguardano anch'essi episodi di applicazione della giustizia, o se preferite... di non applicazione ....
    Proviamo a rimanere nell'ambito del comportamento degli automobilisti ?
     
    A mani in alto piace questo elemento.
  6. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    16.900
    Piaciuto:
    3.175
    La signora in questione è anche un'automobilista...:emoji_wink:
     
  7. maddeche!

    maddeche!

    Iscritto:
    1301141403
    Messaggi:
    13.573
    Piaciuto:
    1.960
    Ok, Zinzan, hai ragione tu :) :)
     
  8. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    16.900
    Piaciuto:
    3.175
    Tornando in topic dopo essere stato sgridato :emoji_disappointed_relieved: mi è venuta in mente una cosa che gli automobilisti italiani non fanno quasi mai,preoccuparsi del possibile intralcio al traffico quando decidono di accostare.
    A volte sembra assurdo dove si fermano certe persone,io poi nel tragitto casa-lavoro passo alle spalle della stazione ferroviaria quindi vedo ogni giorno vetture ferme per scaricare o caricare un passeggero.
    Si fermano nei punti peggiori,ostacolano l'immissione dalle strade laterali,si mettono nel punto in cui la strada si restringe creando non poche difficoltà e costringendo le altre auto a passare a senso unico alternato.
    Oggi ne ho visto uno con una matiz rossa accostato per telefonare,giusto sempre meglio che telefonare guidando.
    Però si è fermato proprio all'altezza di una strada laterale e tra le auto che arrivavano dal senso opposto e una vettura davanti a me che doveva svoltare in quella strada io e le altre auto dietro di me eravamo bloccati.
    Sarebbe bastato fermarsi 10 metri più avanti per non creare alcun intralcio.
    Ovviamente il guidatore non solo non ci ha pensato ma non si è probabilmente reso nemmeno conto che le auto in coda dietro alla sua non erano li per un picnic.

    Se proprio dovete accostare scegliete il punto migliore per farlo,anche se il vostro passeggero vi dice accosta qui siete voi al volante quindi decidete voi se qui è il punto giusto oppure no.

    Altra cosa che non vedo quasi mai fare ai genitori che portano i bambini a scuola e all'asilo è far scendere i bambini dal lato del marciapiede.
    Li fanno scendere dal lato della strada,passi per l'intralcio perchè bastano due auto di altrettanti genitori,una per lato della strada,e non si passa più.
    Ma è anche pericoloso,non è raro vedere portiere che vengono aperte all'improvviso oppure bambini impazienti che vorrebbero precipitarsi verso i propri compagni di scuola.
    E i vigili non dicono niente,fanno attraversare un bambino alla volta bloccando le auto anche a lungo invece di aspettare che ci sia un gruppetto da far attraversare e nel frattempo far defluire il traffico.

    Sono piccole cose però penso che ci vorrebbe poco per evitare rischi e potenziali pericoli.
     
    A mariopagnanelli piace questo elemento.
  9. maddeche!

    maddeche!

    Iscritto:
    1301141403
    Messaggi:
    13.573
    Piaciuto:
    1.960
    Cito solo in parte il tuo intervento, ma concordo integralmente.
    Ci vuole poco, per NON dare fastidio a tutti gli altri utenti, eppure spesso non facciamo neanche quel poco. Egoisti e menefreghisti, siamo proprio maleducati.
     
    A mariopagnanelli e FAUST50 piace questo messaggio.
  10. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    16.900
    Piaciuto:
    3.175
    In certi casi siamo miopi perchè non vediamo al di la del nostro naso,cosa che ci porta a non considerare minimamente le esigenze degli altri,e pure pigri.
    Se ad esempio dobbiamo fermarci in edicola parcheggiamo proprio davanti all'edicola,anche se magari l'edicola si trova proprio a ridosso di un incrocio e sarebbe bastato fermarsi pochi metri prima per evitare di creare disagi.
     
  11. flori2

    flori2

    Iscritto:
    1378283269
    Messaggi:
    2.489
    Piaciuto:
    316
    Concordo, quella della sosta in posti non raccomandati è un atto di menefreghismo e incoscienza che in troppi hanno. A volte glielo faccio notare e mi si risponde "che cosa vuoi" quando sono educati.
     
  12. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    16.900
    Piaciuto:
    3.175
    Io ne ho beccato un'altro oggi.
    Uscito dal parcheggio della posta proprio mentre sopraggiungevo,ovviamente precedenza nisba,poi ha percorso una quindicina di metri a passo d'uomo e infine ha svoltato nella stessa strada che dovevo imboccare io.
    Solo che ha pensato bene di fermarsi subito dopo aver svoltato,in pratica io avevo il retro dell'auto ancora in mezzo alla strada principale.
    Freccia a destra e poi quattro frecce.
    Alla fine ho dovuto aspettare che sfilasse un'auto proveniente dal senso opposto e poi ho potuto superarlo,aspettava la moglie (penso) che stava arrivando a piedi con tutta calma.
    Ne lei ne lui si rendevano conto dell'intralcio che creava la loro auto proprio a ridosso dell'incrocio.
    Viene da chiedersi da dove sbuchino certi personaggi...
     
  13. andreaci75

    andreaci75

    Iscritto:
    1505392101
    Messaggi:
    2.644
    Piaciuto:
    930
    Scena quasi identica la mia questa mattina, ma la tizia che si è fermata in mezzo alla strada, aveva due metri, non tre, bensì DUE metri avanti a sè un comodissimo parcheggio libero.
    Eppure....
     
  14. zinzanbr

    zinzanbr

    Iscritto:
    1414001156
    Messaggi:
    16.900
    Piaciuto:
    3.175
    Io poi sono convinto che a parti invertite questi accostatori seriali che sembra quasi si mettano di impegno per intralciare il traffico non sarebbe affatto comprensivi.
    Se loro si fermano in mezzo alla strada e tu gli suoni ti aggrediscono,ma se capita a loro di venire ostacolati magicamente avranno tutto il diritto di lamentarsi.
    Io preferisco sempre farmi 50 metri a piedi ma non ricevere epiteti.
     
  15. flori2

    flori2

    Iscritto:
    1378283269
    Messaggi:
    2.489
    Piaciuto:
    316
    Eppure siamo anche pigri. Parlo per me. Ogni volta che sono in auto con mia moglie lei vuole che posteggi il più vicino possibile alla destinazione. Nella maggior parte si traduce di perdita di tempo. Potevo posteggiare un po prima e invece no, giri e giri come un cretino per parcheggiare sempre dove avevo trovato prima se non più lontano
     

Condividi questa Pagina