Quattroruote, quale strada per il domani

Quattroruote, quale strada per il domani | Pagina 18 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. PaoloD1971

    PaoloD1971

    Iscritto:
    1516431818
    Messaggi:
    5
    Piaciuto:
    1
    No niente Quattromagnetron e a dire il vero non lo sono neanche a Quattroruote che ormai compro 2 volte l'anno.
    Ormai compro praticamente solo più Youngtimer e riviste di auto d'epoca, per le auto nuove è pieno di blog che fanno già tutta l'informazione che mi serve.
     
  2. PaoloD1971

    PaoloD1971

    Iscritto:
    1516431818
    Messaggi:
    5
    Piaciuto:
    1
    Pensionato1, io non ho detto nulla nei tuoi confronti (mentre tu non puoi dire altrettanto visto che definisci sciocchi i miei commenti).
    Puoi non essere d'accordo sul fatto che definisco elettrodomestici le auto elettriche, però addirittura prenderla sul personale...
    Un oggetto dello stesso tipo può suscitare passioni oppure avere una sola valenza pratica (es un orologio meccanico confrontato con un quarzo qualsiasi, che tra l'altro quest'ultimo è pure più preciso, necessita di meno cure e costa una frazione), per l'auto è lo stesso.
    Se aggiungi che le auto elettriche hanno pure il rumore di un aspirapolvere, beh capisci come si può arrivare a definirle elettrodomestici (che poi: elettrodomestici mica vuol dire cessi su ruote ma soltanto una cosa che compri perchè ti serve ma non suscita emozioni o desideri irrazionali).
    Poi tu fai bene a comprarti l'auto che preferisci quand'anche sia elettrica: te la paghi tu quindi compri quel che vuoi (io non ho mica detto che chi la compra non capisce nulla, ho solo detto che a me non piace e, vedendo quante ne vendono, sembra piaccia a ben pochi).
     
    Ultima modifica: 20 Ottobre 2020
  3. Pensionato1

    Pensionato1

    Iscritto:
    1499950454
    Messaggi:
    545
    Piaciuto:
    173
    Se dici che chi compra un auto elettrica in realtà ha comprato un elettrodomestico, come stai definendo quel tizio ?
    Hai scritto che ami le auto d'epoca, bene sono d'accordo con te.
    Io seguo da qualche anno un gruppo di amici amanti delle auto d'epoca ( e Youngtimer ) pur avendo una Ibrida.
    Mi sto facendo una "cultura" sul campo.
    Facciamo delle bellissime uscite in compagnia, magari un giorno ne comprerò una anch'io.
    Non sono cosi chiuso mentalmente da rifiutare il passato, però non critico a priori il futuro, senza averlo provato.
     
  4. PaoloD1971

    PaoloD1971

    Iscritto:
    1516431818
    Messaggi:
    5
    Piaciuto:
    1
    Non lo sto definendo in nessuna maniera. Guarda che, cosa veramente incredibile, io ho degli elettrodomestici!!!
    Ho il forno normale e quello a microonde, ho il frullatore addirittura la planetaria, solo che quando l'ho comprata non ho consulatato riviste e quando sono andato in negozio non ero eccitato per il nuovo acquisto.
    Ecco cosa vuol dire elettrodomestico.
    Quindi la mia risposta voleva semplicemente dire che l'auto elettrica (almeno ora) suscita emozioni a pochissime persone, quindi una rivista che parla di auto elettriche avrà un seguito molto ridotto, PUNTO E BASTA!
    E non ho mai parlato degli altri dicendo che chi la compra è uno stupido, per me semplicemente è uno che con i suoi soldi si è comprato un elettrodomestico, avrò ancora il cavolo di diritto di poter pensare cosa voglio???
    Se tu arrivi e mi dici "Ho comprato una Porsche" e poi andiamo a vedere e mi fai vedere la tua Macan fiammante, io ti dico tranquillamente "Per me una Porsche è alta la metà di quello", ma mica vuol dire che non dovevi comprarla...
     
  5. gianlucapellegrini

    gianlucapellegrini Direttore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1399891177
    Messaggi:
    278
    Piaciuto:
    159
    Mi può fare esempi dei blog a cui si riferisce?
     
  6. Pensionato1

    Pensionato1

    Iscritto:
    1499950454
    Messaggi:
    545
    Piaciuto:
    173
    Pensarlo è una cosa, scriverlo su un forum è altra cosa.
    Ad ogni modo per me finisce qui.
    Buona vita.
     
  7. stefanocanale

    stefanocanale

    Iscritto:
    1419948905
    Messaggi:
    343
    Piaciuto:
    45
    Chiarisco il mio pensiero: il costo dell'elettricità (non delle batterie) molto probabilmente sarà destinato ad aumentare sempre di più...magari tra 30 anni andremo tutti in elettrico e le batterie saranno molto economiche, ma ricaricare costerà molto! Già adesso il kWh è carissimo dalle colonnine…un notissimo operatore italiano di energia già lo mette da 0,40 cent a salire fino a 0,80 cent
     
  8. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    56.839
    Piaciuto:
    8.507
    ...ed è solo l'inizio. Appena faranno numeri, arriveranno le accise, puntuali come un postino svizzero.
     
    A pilota54 piace questo elemento.
  9. keyone

    keyone

    Iscritto:
    1238711761
    Messaggi:
    7.166
    Piaciuto:
    576
    Sicuramente il prezzo alle colonnine salirà , ma come faranno per chi ricarica a casa ? Non credo possano aumentare il costo del kw a tutti gli utenti , anche ai vecchietti di 90 anni che l'auto elettrica non l'hanno mai vista , neppure in foto ...
     
  10. lumoli

    lumoli

    Iscritto:
    1575789124
    Messaggi:
    2
    Piaciuto:
    1
     
  11. Pensionato1

    Pensionato1

    Iscritto:
    1499950454
    Messaggi:
    545
    Piaciuto:
    173
    Elettriche e a benzina dal 2024 costeranno uguale. E allora…
    di
    Redazione
    -
    23 Ottobre 2020
    34
    CONDIVIDI

    Facebook



    Twitter







    [​IMG]


    Elettriche e a benzina dal 2024 avranno prezzi allineati. E allora avrà ancora senso comprare un’auto tradizionale, visti i tanti vantaggi di una a batterie?

    [​IMG]
    La copertina della ricerca pubblicata dall’UBS sui trend dell’industria automobilistica.
    Elettriche o a benzina? Occhio a quel dice l’UBS
    La previsione di cui tanto si parla non viene né da Tesla né da una pericolosa associazione ambientalista. Viene da una ricerca dell’Unione di Banche Svizzere (UBS), basata su un’analisi dettagliata delle batterie dei sette maggiori produttori al mondo. Le batterie, si sa, sono la fonte del maggior costo delle auto elettriche e rappresentano circa due quinti della spesa di produzione totale. Ebbene, secondo UBS questo scarto aggiuntivo diminuirà a 1.900 dollari per auto già entro il 2022, per poi annullarsi completamente entro il 2024. Oggi la differenza di prezzo è in larga parte compensata dagli incentivi, ma in futuro non ci sarà più alcun bisogno dell’aiutino governativo. E l’elettrica potrà far valere il fatto di avere costi di gestione infinitamente più contenuti rispetto ad un modello a benzina delle stesse dimensioni. A livello globale, UBS prevede che la quota di mercato delle auto elettriche raggiungerà il 17% entro il 2025. Per poi salire al 40% entro il 2030.

    La grande incognita sarà il valore dell’usato
    [​IMG]
    Elon Musk
    [​IMG]
    Francesco Starace
    Non sono previsioni accademiche e non bisogna aspettare il 2024 per vederne le conseguenze. Sentite per esempio che cosa scrive sul suo profilo Twitter il numero uno del Gruppo Enel, Francesco Starace: “Quattro anni? Davvero? Ma tra quattro (4!) anni chi vorrà comprare una macchina con un motore a combustione interna sapendo che non avrà nessun valore al momento di rivenderla? Già adesso chi pensa davvero che il motore endotermico in una macchina nuova non sia in problema?“. Un tweet che tocca problemi del tipo: chi compra un’auto nuova oggi pensando di rivenderla verso la fine decennio, che quotazioni dell’usato troverà? Le auto a benzina o a gasolio, in un mondo sempre più concentrato sul contenimento delle emissioni, avranno ancora un valore o saranno solo ferri vecchi? A febbraio fu Elon Musk, il fondatore di Tesla, ad ammonire che l’usato delle auto tradizionali subirà un inesorabile deprezzamento negli anni a venire, più accentuato dal 2025. Insomma, il tema riguarda già oggi tutti noi, non solo le Case auto che devono decidere che modelli progettare. Voi che ne pensate?

    Non mi sembra il caso aprire un'altra discussione sull'elettrico per cui metto posto qui questo articolo.
     
  12. stefanocanale

    stefanocanale

    Iscritto:
    1419948905
    Messaggi:
    343
    Piaciuto:
    45
    Uno che compra un'auto oggi pensando di rivenderla alla fine del decennio troverà le quotazioni di un'auto di 10 anni, cioè pari a (quasi) zero come oggi :emoji_stuck_out_tongue_winking_eye:!
    A parte le battute, non sono così convinto che l'auto elettrica avrà costi di gestione infinitamente inferiori ad un'auto termica...mi spiego: tecnicamente è così, ma non credo che i soggetti economici che ruotano intorno all'auto lasceranno perdere così facilmente la quota di guadagno di oggi...mi spiego, se la spesa media per l'auto oggi è di (sparo a caso) 400 euro al mese, vedrete che troveranno il modo di farceli spendere lo stesso.
    Non ci saranno più le officine organizzate come oggi, ma credo che si inventeranno qualche gabola per succhiarci lo stesso gli euri che abbiamo.
    Niente costo carburante? Aumenteranno i costi del kWh inventandosi che per l'auto non si potranno utilizzare le tariffe di casa. Niente tagliandi? Imporranno alle auto elettriche complessi piani di ispezione e verifica pena la minaccia di decadenza della garanzia (soprattutto sulle batterie), oppure costosi aggiornamenti obbligatori dei software di gestione dei flussi energetici...insomma, se sanno che oggi spendiamo xx euri all'anno per la nostra amata e puzzolente auto, tanti ci obbligheranno a spenderne nel futuro, sennò tutti questi padri di famiglia meccanici/concessionari/ricambisti/benzinai/etc...dove li mandiamo???
    Sono catastrofista? Spero di essere smentito.
     
    A ilValV e cunctator piace questo messaggio.
  13. Gianka

    Gianka

    Iscritto:
    1603622027
    Messaggi:
    1
    Piaciuto:
    0
    Quello che noto ,al di là che possa o meno piacermi questa evoluzione, è una profonda asincronia tra le novità di prodotto ed il loro modo di presentarle. Vedo per esempio PIXAR che coerentemente con l'evolversi delle situazioni presenta il suo film in streaming.....Triumph per esempio presenta la sua "trident" on-line.....ed invece colossi dell'automobile come FCA che ancora ad organizzare lanci commerciali (di vetture come 500e altamente tecnologiche) come si faceva 30 anni fa. Credo che la stessa trasformazione dovrà avvenire anche per testate giornalistiche specializzate magari con la collaborazione delle stesse case automobilistiche
     
  14. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    56.839
    Piaciuto:
    8.507
    Facilissimo. Basta un contatore nel connettore di ricarica...
     
  15. cunctator

    cunctator

    Iscritto:
    1572198985
    Messaggi:
    4
    Piaciuto:
    0
    Secondo me si perde di vista l'elemento ambientale. Gli idrocarburi (gasolio, poi benzina, poi GPL e infine metano) saranno sempre più penalizzati perchè nella combustione producono CO2.
    Questo non richiede però la scomparsa dei motori a combustione interna, se si trovasse il modo di produrre carburanti per sintesi a partire da CO2 estratta dall'atmosfera e idrogeno prodotto con energia da fonti rinnovabili. Un esempio è il metanolo, su cui si sta lavorando. Ma posso citare il metano di sintesi (reazione di Sabatier; facile da realizzare)
    Perchè complico apparentemente la storia ? Perchè un motore a combustione interna ha una potenza e una autonomia molto superiori alle batterie e ai motori elettrici. Ed è ancora pronto all'uso. L'autonomia fornita da una buona batteria è ancora un decimo di quella data da un serbatoio di benzina. E il rifornimento si fa in pochi secondi, non le ore richieste dalla batteria (che è un ostacolo insormontabile).
    Si cominci a sintetizzare metanolo. Il resto dell'auto è già pronto...
     
    Ultima modifica: 26 Ottobre 2020

Condividi questa Pagina