Quattroruote, quale strada per il domani

Quattroruote, quale strada per il domani | Pagina 17 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. pilota54

    pilota54 Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238716864
    Messaggi:
    37.592
    Piaciuto:
    8.538
    Ah, ho capito, grazie. Beh, a volte "chi più spende meno spende". Comunque io l'Iphone 6 l'ho preso (circa 2 anni fa) rigenerato a 200 euro.....
    Quanto all'eventuale sostituzione delle batterie delle automobili a propulsione elettrica sono del tutto ignorante in materia.
    Fine parziale OT.
     
  2. ottovalvole

    ottovalvole

    Iscritto:
    1313232853
    Messaggi:
    10.703
    Piaciuto:
    678
    secondo me le pile dell'auto elettrica dureranno il giusto, cioè sarà antieconomico cambiarle perchè la macchina sarà vecchia e molto chilometrata che comporterà l'usura non del motore (abbiamo appurato che è quasi eterno) ma di tutto il resto, ciclistica, carrozzeria, interni etc etc....immaginate di cambiare il motore su una Punto del 99 che ha già percorso 450mila km, lo fareste mai? 1 euro speso è 1 euro perso.
     
  3. dardon

    dardon

    Iscritto:
    1602180884
    Messaggi:
    5
    Piaciuto:
    8
    Una Punto con 450000 è un'ipotesi un po' estrema... io direi che una macchina con circa 10-15 anni e 250-300.000 km, se è stata tenuta decentemente può ancora viaggiare dignitosamente, basta buttare dentro benzina/gasolio e se si è fortunati senza particolari costi di riparazione... un' elettrica anche se tenuta alla grande quando ha realizzato i previsti/fisiologici cicli di carica e scarica con quale autonomia riuscirà ancora a circolare? Bisogna tenere conto che gli accumulatori delle macchine sono di fatto "pacchi" di decine di batterie al litio montate in serie similissime a quelle in uso in normali smartphone, quindi immagino che il loro comportamento sia all'incirca lo stesso ai fini pratici: da nuove garantiscono l'autonomia promessa e poi via via si esauriscono, finendo per perdere in poco tempo la carica: così ad esempio uno fa il pieno di Kw magari alle colonnine superveloci (spendendo un botto) e poi in 100-150 km la batteria si azzera... esattamente come un cellulare che da nuovo resta carico per 2-3 giorni e dopo 3 anni se va bene dura mezza giornata, a parità di carica iniziale... Ecco, magari sulla Tycan forse sarà un po'meglio di così, ma sulla prossima Dacia Spring? Al momento credo che la situazione sia questa a grandi linee, poi non so se le prossime batterie allo stato solido potranno avere comportamenti diversi da quelli fisiologici di quelle attuali.
     
    Ultima modifica: 14 Ottobre 2020
  4. dardon

    dardon

    Iscritto:
    1602180884
    Messaggi:
    5
    Piaciuto:
    8
    "chi più spende meno spende" non vale per le batterie degli smartphone: a parità di capacità durano comunque 3-4 anni max, molto meno in caso di uso intenso, a prescindere dal modello... poi è chiaro che per uno spende 1000 euro per un telefonino top di gamma (che magari come costo industriale vale poche decine di euro in più di un fascia media, ma si sa, al cuor non si comanda...) spendere 200 euro per cambiare la batteria ad un telefono di 5 anni potrà sembrare fattibile, anche considerando che con la stessa cifra si piglia un telefono nuovo probabilmente più evoluto... allo stesso modo un acquirente Porsche potrà spendere 30000 euro (sparo una cifra, ma potrebbe essere molto di più, temo...) per cambiare il pacco batterie alla sua Tycan di 6-7 anni, ma dubito che il possessore di una prossima Dacia Spring ne spenderà 5000 quando avrà la stessa età o anche meno (anche qui cifra buttata lì, ma se una coppia di fari a led costa intorno ai 1000 euro...)
     
    Ultima modifica: 14 Ottobre 2020
  5. pilistation

    pilistation

    Iscritto:
    1481030962
    Messaggi:
    1.237
    Piaciuto:
    411
    Allora, com'è andato l'esperimento "premium"?
     
  6. ottovalvole

    ottovalvole

    Iscritto:
    1313232853
    Messaggi:
    10.703
    Piaciuto:
    678
    intendevo dire che secondo me il motore elettrico è quasi eterno, non risente del chilometraggio come il motore termico, le batterie probabilmente risenteranno solo dell'autonomia ridotta ma funzioneranno comunque (e magari ci saranno nuove figure lavorative che si occuperanno di rigenerare i pacchi batterie a prezzi umani) ma l'usura di tutto il resto disincentiverà la spesa. L'elettronica è un enorme incognita, il computer che sto usando adesso per scrivere ha 11 anni e non è mai stato formattato, ne ho buttati altri più nuovi su cui si è guastata la scheda madre, tanto per fare un esempio. In fondo si parla di una vita utile che va dai 10 ai 20 anni, così è con le termiche e così sarà con le elettriche, poi tutto dovrà essere rottamato e riciclato (secondo loro)
     
  7. LA MAGA

    LA MAGA

    Iscritto:
    1526679316
    Messaggi:
    1.546
    Piaciuto:
    689
    a me pare più una certezza che un'enorme incognita,
    nel senso che se ne analizziamo gli aspetti consumistici è un'autentica manna, e sfido chiunque abbia vissuto sul pianeta terra negli ultimi 30 anni ad affermare il contrario
    che poi, se ben utilizzata, rappresenti una frontiera tecnologica mirabolante e necessaria siamo ovviamente d'accordo,
    ma il "consumo" mal si concilia col buon senso
     
  8. SupercinqueTC

    SupercinqueTC Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1239372328
    Messaggi:
    32.981
    Piaciuto:
    4.275
    Su quello, può andare in pari con qualsiasi altra vettura. Le centraline abbondano, dal clima automatico alla gestione del sistema di alimentazione e al controllo della linea di scarico...
     
  9. PaoloD1971

    PaoloD1971

    Iscritto:
    1516431818
    Messaggi:
    5
    Piaciuto:
    1
    La strada per il domani???
    Intanto incominciamo a vivere oggi: le auto elettriche, tranne una piccola percentuale di "early adopter" (come si dice oggi), non le vuole nessuno, anche se incentivate, quindi non vedo perchè (e non vale solo per Quattroruote ma anche per altre riviste) si deve dedicare tutto quello spazio ad auto che sono il 2-3% del mercato ad essere ottimisti.
    Il futuro mi sembra abbastanza tracciato (se non si torna indietro da questa follia dell'auto elettrica; e dico follia perchè se veramente si pensasse all'ecologia questo sarebbe all'incirca l'ultimo passo da compiere, non il primo): le auto saranno sempre più prodotte in Cina (dove vengono prodotte le batterie) e diventeranno sempre più simili ad elettrodomestici. Quindi voi di Quattroruote dovreste farvi la domanda: quante persone comprano una rivista di forni a microonde??? e trarne le dovute conclusioni.
     
    A ilValV piace questo elemento.
  10. ebuonvi

    ebuonvi

    Iscritto:
    1246106325
    Messaggi:
    43
    Piaciuto:
    0
    Per rispondere al quesito del direttore: a me istintivamente piacciono molto di più le auto a motore termico (tanto che ne ho una a benzina abbastanza cavallata e che mi dà grande soddisfazione) rispetto alle elettriche. Sarà per il sound, sarà perchè si percepisce davvero il senso del moto, perchè ogni cambio marcia, quando ci sono le condizioni, è un bel calcio nella schiena (anche se si tratta sempre di uno ZF8 la "cambiata" c'è comunque).
    E però non disprezzo gli ADAS, non disprezzo l'ESP (e avrei un po' paura ad avere la possibilità di escluderlo completamente col manettino), mi piace avere un impianto audio, oltre allo scarico, ben suonante.
    Secondo me non saranno le elettriche ad allontanare gli appassionati, come non sono stati il CD o la musica liquida (e compressa) ad allontanare le persone dalla musica.
    Il problema è che l'auto non è più un oggetto del desiderio, i ragazzi generalmente non vedono la patente come una conquista di libertà ma come un elettrodomestico. Ed effettivamente sono sempre meno le occasioni per avere delle soddisfazioni alla guida senza rischiare l'incolumità propria o altrui, o incorrere in sanzioni spiacevoli.
    L'auto in sè gode di pessima stampa, i monopattini ormai regnano incontrastati, e l'idea dell'auto di proprietà inizia a diventare sempre meno allettante.
    Insomma, mala tempora currunt.
    Però l'evoluzione dell'auto continua ad affascinarmi. Quando sarà il momento, se potrò, non esiterò a "comprare" (o affittare, rateizzare, condividere...chissà!) un'elettrica come auto principale, e non escludo di ritrovare emozioni analoghe (certo non esattamente le stesse) a quelle che provo oggi.
    E mi piacerebbe se 4R continuasse ad accompagnarmi in una passione che non può rimanere ancorata per sempre allo stesso tipo di oggetto.
    Possibilmente, però, non pagando 50 centesimi ad articolo....questo proprio non mi piace! Per favore, continuate a darci la rivista con le sue prove ed approfondimenti....fate una sezione del sito a pagamento simile a quella dei quotidiani, se serve, con abbonamento mensile, settimanale o quel che è....ma per cortesia, pagare il singolo articolo mi mette tristezza!
     
  11. .V12.

    .V12.

    Iscritto:
    1603002189
    Messaggi:
    4
    Piaciuto:
    2
    Anche io temo che abbandonerò la rivista se sarà sempre più concentrata su elettrico e ibridi vari. Questo almeno nel periodo di transizione in cui ci troviamo e nel quale questi modelli hanno ancora prezzi ben lontani da quello che può permettersi la gente comune. Ho letto molti dei commenti precedenti e risulta evidente come le prove di auto dai prezzi elevati e super accessoriate siano ritenute eccessive e poco gradite. Il direttore spiega egregiamente le intenzioni editoriali nel differenziare il ruolo del sito, più informativo, è quello della rivista più di approfondimento. Mi pare però che non sia stato compreso del tutto che molti di noi abbiano rilevato uno scadimento dei contenuti tecnici degli articoli della rivista, anch’essi ormai troppo generici e informativi. Il mio parere quindi è che per il futuro si torni ad articoli più approfonditi tecnicamente, anche di auto ibride o elettriche ma nelle giuste proporzioni. Inoltre per non perdere quei lettori nostalgici o che semplicemente non possono permettersi ibridi e EV suggerirei una bella sezione di prove e guida all’acquisto dell’usato recente(entro i 10 anni) che non si sovrapporrebbe ad Oldtimer che copre auto più anziane.
     
  12. carlodt1

    carlodt1

    Iscritto:
    1255279157
    Messaggi:
    1
    Piaciuto:
    0
    Bellissima discussione, complimenti. E' innegabile che siamo in un momento di transizione dirompente e che le scelte che quattroruote deve fare oggi avranno, per forza di cose, un traguardo temporale di almeno 3-5 anni, cioè oggi si impostano le fondamenta. Io sono dell'idea che il momento richieda scelte di rottura, ad esempio la parte on line deve diventare il core mentre la parte cartacea deve essere a corredo. Spingere al massimo sul multimediale per le prove, le impressioni, gli approfondimenti tecnici, le prove di un giorno, anche video spiritosi e ampiamente soggettivi aiutano. Suggerisco di introdurre una figura diversa dal giornalista/driver/presentatore; serve un personaggio spiritoso, dissacrante, che ironizza sui difetti delle auto e magnifica i pregi. In alcune occasioni anche esagerando con test fuori dagli schemi, non abbiate paura di perdere autorevolezza, non succederà e acquisirete nuovi utenti. Relativamente al fronte della marginalità è ottima la strada degli abbonamenti misti carta-online, (anzi, meglio online-carta) ma questo periodo di prova premium è stato un grande passo falso per 2 motivi: a) è stata proposta in maniera disorganica e non spiegata, b) è stata subita dagli utenti come un tentativo di fare cassa. Quindi sono sbagliati sia i tempi che i modi. Sarebbe stato meglio partire con la prenotazione degli abbonamenti misti e dare un primo periodo di prova (1-3 mesi) per far capire agli utenti le potenzialità e i vantaggi del premium. C'è ancora tempo per ripensarci?
    Comunque bisogna dire che questo blog è già prova di grande vitalità di quattroruote e quindi la mentalità giusta c'è! Per me bisogna solo osare un po di più! Saluti
     
    Ultima modifica: 19 Ottobre 2020
  13. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    56.839
    Piaciuto:
    8.507
    Ma come, non sei abbonato a Quattromagnetron? :p
     
  14. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    56.839
    Piaciuto:
    8.507
    ...o meglio, saranno progettate apposta per durare il giusto. Poi magari vediamo "il giusto" per chi....
     
  15. Pensionato1

    Pensionato1

    Iscritto:
    1499950454
    Messaggi:
    545
    Piaciuto:
    173
    Caro Paolo ( o come ti chiami ) come ho già scritto in altre occasioni, rispetto il tuo pensiero e i tuoi gusti e vorrei che tu facessi altrettanto con i miei,
    Io ho guidato per anni auto a gasolio, anche quando la maggior parte li evitava come le peste perché c'era il " superbollo" ( dal 76 al 97 ) perché ritenevo i motori diesel eccezionali per la affidabilità e non mi facevo le menate se spendevo una lira in più o meno.
    Passato poi ai benzina e GPL , ora ai motori Hybrid.
    I prossimi ( se la salute mi accompagna ...sgrat, sgrat ) saranno elettrici.
    Oggi ci sono molti limiti ancora per l'elettrico ma se ripenso a quando ho acquistato la mia prima golf diesel 15 aspirata ( 48 hp ) guarda quanta acqua è passata sotto i ponti.......del diesel.
    Tu ( e non solo tu ) li chiami elettrodomestici e questo lo trovo scorretto/offensivo nei miei confronti.
    Per favore la prossima volta che scrivi tieniti per te i commenti sciocchi che hai scritto
    Grazie.
    Ciao.
     

Condividi questa Pagina