Marchionne e la Ferrari che "incidentalmente" costruisce auto

Marchionne e la Ferrari che "incidentalmente" costruisce auto - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. gianlucapellegrini

    gianlucapellegrini Direttore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1399891177
    Messaggi:
    171
    Piaciuto:
    66
    Calmate le acque sul possibile trasferimento della sede fiscale Ferrari all'estero (ma continuano "le valutazioni sull'opportunità di spostare la sede legale in Olanda), vorrei ritornare su una dichiarazione di Sergio Marchionne sul Cavallino passata, mi sembra, inosservata. Dice, il gran capo di FCA, che "le automobili sono paradossalmente incidentali per Ferrari, che è essenzialmente un marchio di lusso". La frase va inserita nel contesto in cui è stata detta e che si riferiva al mercato azionario, dove le dinamiche delle aziende del lusso sono sostanzialmente diverse da quelle che riguardano le aziende "normali". E va anche sottolineato che, parlando di mera marginalità, Ferrari guadagna proporzionalmente molto di più sfruttando il brand (col merchandising, ma anche con la Formula 1) che non vendendo macchine costose. Però di certo fa impressione sentire il nuovo responsabile di Maranello, allontanato Montezemolo, parlare di "incidentalità" riferita al prodotto. Verrebbe da dire che se non esistesse il prodotto, giunto a un livello di sofisticazione tale da porre il marchio in un empireo pressoché irraggiungibile dagli altri, non esisterebbe neppure il brand. Che è elemento fondamentale e imprescindibile; ma per sua stessa natura intangibile. Mentre il progresso tecnologico si tocca con mano. Di Montezemolo si può dire quel che si vuole; ma è indubbio come abbia guidato un rilancio incredibile, aiutato dai vari Felisa, Fedeli e Domenicali, approntando una gamma senza pari al mondo. Marchionne, dal canto suo, è un genio di ingegneria finanziaria, ma le auto lo lasciano freddo: non vorrei che la sua frase alludesse a un rallentamento degli'investimenti che sarebbe quantomeno deprecabile.
     
  2. Matteo__

    Matteo__

    Iscritto:
    1265885100
    Messaggi:
    3.594
    Piaciuto:
    4
    A me la cosa ricorda tanto un signore domiciliato in Brianza che riguardo la Fiat, che all'epoca navigava in bruttissime acque, disse che se a dirigere la baracca ci fosse stato lui, avrebbe sfruttato il marchio Ferrari per produrre anche citycar, medie e berline. A quel punto perchè non pentole e spazzolini, aggiungo io.
    All'epoca ovviamente pensai che fortuna fosse che quel signore con Fiat e Ferrari non avesse nulla a che fare.
    Inizia a ritornarmi un po' di paura.
    Come si dice dalle mie parti, Pulcinella scherzando scherzando, diceva la verità. Chissà che questa affermazione di Marchionne, resa in contesto apparentemente al di sopra di ogni sospetto, non sia preludio di qualcosa di veramente tragico per quel po' di made in Italy rimasto.
     
  3. pi_greco

    pi_greco Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1238603115
    Messaggi:
    29.513
    Piaciuto:
    1.881
    Ho amici che stanno lavorando per la Ferrari, non come dipendenti, e sono molto preoccupati...
     
  4. Statmaz

    Statmaz

    Iscritto:
    1400423878
    Messaggi:
    21
    Piaciuto:
    5
    Le auto lo lasciano freddo ? A me risulta che da quando ha preso le redini di Fiat non abbia sbagliato un solo modello, ovviamente parlo di quelli concepiti e commercializzati dopo il suo insediamento. Che sia uomo di finanza è innegabile e che sia tra i migliori è opinione comune (sennò Fiat sarebbe fallita), ma è anche la persona che fece ritardare il lancio della Giulietta perché riteneva che il cruscotto non fosse all'altezza delle concorrenti premium del segmento imponendo le modifiche (4R dedicò alla vicenda un articolo illustrando le varianti bocciate) .
    Insomma, a me pare un insopportabile accentratore, che si destreggia abilmente fra i mercati mondiali, ma che ha in più di un'occasione dimostrato di tenere con altrettanta cura alla qualità di ciò che produce.
     
  5. ml14

    ml14

    Iscritto:
    1276100177
    Messaggi:
    1.042
    Piaciuto:
    96
    Se si ha un prodotto per il quale si possono chiedere le cifre che si vogliono (Ferrari) e sulle auto si guadagna il giusto, qualcosa decisamente non va, e quindi su questo avrebbe ragione Marchionne. Per quella che è però la mia idea di come Marchionne veda il mondo dell'auto, ho paura che lui abbia idea di dover guadagnare 100.000 Euro su di una California, e che ovviamente, non guadagnandoceli (o almeno lo credo...) abbia queste "sortite"...sulle quali farebbe meglio a sorvolare.
     
  6. ml14

    ml14

    Iscritto:
    1276100177
    Messaggi:
    1.042
    Piaciuto:
    96
    Beh, Statmaz...non è che Marchionne, lanciando nuovi modelli, si sia preso chissà quali rischi, mi pare anzi che abbia commercializzato auto più che vendibili e con margini di guadagno decisamente alti (vedi 500, Panda o Ypsilon, o le altre 500...) e su quelle meno, per così dire, sicure, tutti questi grandi successi non li vedo (Bravo, Delta, MiTo). E secondo me, pure Giulietta non è stato quel gran successone, senza contare che ora non ricordo quel Quattroruote di cui parli con le plance scartate per Giulietta, ma visto che la plancia che poi è stata effettivamente montata non mi pare fosse chissà che meraviglia, immaginati te le altre...

    Tiene con cura alla qualità di quel che produce? Ce n'è di strada da fare....
     
  7. Statmaz

    Statmaz

    Iscritto:
    1400423878
    Messaggi:
    21
    Piaciuto:
    5
    @ml14 Tenga conto che Bravo, Delta, Mito, nuova Croma, 159 e Brera, se le ricordo tutte, Marchionne se l'è trovate in eredità al momento dell'insediamento e quanto le amasse non lo ha mai nascosto (ricorda la sua uscita sulla 159 ?). La Giulietta, piaccia o meno, è il modello che ha garantito con buoni numeri la sopravvivenza del marchio in questi anni bui, la 500 e le sue varianti si vendono molto bene, la nuova Ypsilon e la nuova Panda pure, la 4C va a ruba, gli è pure riuscita l'operazione Freemont (un'operazione che io pensavo, sbagliandomi, finisse in un fiasco come quella con la "Thema" e la "Flavia"). Il successo (soprattutto al di fuori dei nostri confini) dei nuovi modelli Jeep sembra fuori discussione. Non mi sembra un risultato disprezzabile per un freddo uomo di finanza, dopo la lunga sequenza di cantonate delle precedenti gestioni, grazie alle quali Fiat è arrivata alle soglie del fallimento.
    Quanto alla qualità, nulla da ridire: si può fare di più, ma che la qualità di assemblaggio e di finitura dei modelli attuali del Gruppo sia nettamente migliorata rispetto al recente passato e sia al passo con buona parte della concorrenza, mi sembra riconosciuto dai più ed è comunque facilmente verificabile.
     
  8. stirling0506

    stirling0506

    Iscritto:
    1304185868
    Messaggi:
    65
    Piaciuto:
    0
    credo che visto il personaggio in questione,il futuro ferrari mi sembra chiarissimo,speriamo che mi sbagli.
     
  9. andream-79

    andream-79

    Iscritto:
    1414075490
    Messaggi:
    117
    Piaciuto:
    0
    io ho paura che siamo solo all'inizio del tunnel anche per Ferrari.

    statmaz: è sicuro? a me risulta "l'operazione cruscotto" molto fumo e basta... dato che il cruscotto è rimasto lo stesso
     
  10. SupercinqueTC

    SupercinqueTC Moderatore Membro dello Staff

    Iscritto:
    1239372328
    Messaggi:
    31.714
    Piaciuto:
    3.264
    noto un pò di confusione...

    bravo, delta e mito, datate 2007/2008, ossia ben 4/5 anni dopo il suo insediamento, non mi pare "se le sia trovate sul groppone", anche perchè hanno la stessa età della 500...
    la panda del 2003 (un successo) era precedente al suo esordio, e non mi pare di sbagliare se dico che ha venduto la metà della prima panda, in meno della metà degli anni....

    anche la grande punto fu un successo (esordì nel 2005, 2 anni dopo il suo arrivo), salvo poi essere rovinata (anche nelle vendite) dagli assurdi restyling fatti nel suo periodo di "forza" (la sorella/coetanea Corsa non è mai stata snaturata, e guardacaso ha mantenuto alte le vendite....).

    insomma, non sbaglierà un colpo nella finanza, ma è meglio che lasci perdere la scelta dei modelli e restyling.
    anche la panda attuale ha stentato un pò a decollare nelle vendite, sinchè non sono iniziate le offerte.

    Sì, la 500L sta andando bene, ma se pensiamo che da sola sostituisce Musa, Idea e Multipla....si ridimensiona il successo.

    Tornando al tema, la scelta di fare di Ferrari non solo uno dei migliori marchi di auto al mondo, ma anche un marchio di lusso più generico, è stata fatta diversi anni fa,con l'apertura dei ferrari store e dei parchi tematici, delle linee di accessori e abbigliamento, ecc...
    Però "l'uomo di finanza" difficilmente riesce a spiegarsi con le parole giuste (e questo credo sia uno di quei casi).
    Concordo sull'ottimo lavoro svolto in questi anni da Montezemolo e il suo team.
    senza di loro non avremmo la ferrari di oggi (nè quella incredibilmente vincente di 10 anni fa)
     
  11. Mastertanto

    Mastertanto

    Iscritto:
    1238548567
    Messaggi:
    3.699
    Piaciuto:
    590
    Se davvero ha detto, in qualsiasi contesto fosse, una simile idiozia, beh ha solo perso un'occasione di tacere.

    Ma stento a crederci : perché l'uomo è quello che è, ma certo non è stupido.... mentre una frase simile è stupida e nient'altro, anche un bambino lo capisce che tutto - ma proprio tutto - deriva dalle automobili, quelle da corsa comprese, e farebbe una fine ingloriosa il giorno che le automobili valessero poco.

    Anche per i marchi del lusso, alla base del prestigio dev'esserci la sostanza ; altrimenti il marchio è un contenitore vuoto, una bolla di sapone che può scoppiare con la stessa rapidità con cui s'è creata.

    Ma Ferrari, se Dio vuole, E' BEN ALTRO che una luccicante scatola vuota, e Marchionne non può non saperlo benissimo.

    Quindi consideriamo questa frase infelice come un incidente di percorso, da non prendere troppo sul serio ; diversamente sarebbe una tristezza sul serio, roba da far rivoltare il Drake nella tomba.

    Lucio
     
  12. skid32

    skid32

    Iscritto:
    1238578874
    Messaggi:
    3.847
    Piaciuto:
    20
    certamente Ferrari non sarà più un elemento a sè stante come prima......

    immagino starà come Lamborghini al gruppo vag
     
  13. chepallerossi!

    chepallerossi!

    Iscritto:
    1308652266
    Messaggi:
    878
    Piaciuto:
    2
    appunto. SM parla di dinamiche del mercato azionario e dice che - sotto questo aspetto - Ferrari è percepito come brand di lusso e si comporterà come tale, con dinamiche diverse da quelle generali dell'automotive, ovvero meno legate all'aspetto industriale (tradotto: il marchio pesa di più nella percezione di valore delle azioni).
    lo stesso accade per altri marchi in altri settori: non è che - per dire - Vuitton o Apple, alla pari di Ferrari, possano prescindere dal prodotto, ma come Ferrari hanno un marchio che dal punto di vista finanziario arriva quasi a prescinderne, che solo sotto questo aspetto "può" essere considerato quasi "accidentale".

    che queste parole possano fare ipotizzare addirittura un calo di attenzione sul prodotto, mi pare un ragionamento piuttosto forzato, dato che nulla lascia presagire alcunché in tal senso: né Vuitton né Apple, e tantomeno Ferrari, possono conservare il plus di valore dato dal marchio se non continuano a investire e a realizzare prodotti di alta qualità.
    e SM questo lo sa, anche se è "solo" un amministratore prestato al mondo dell'auto.
     
  14. Statmaz

    Statmaz

    Iscritto:
    1400423878
    Messaggi:
    21
    Piaciuto:
    5
    @newsuper
    Su chi faccia confusione avrei quache dubbio: si informi, sia la Bravo che la Delta (come 159/Brera/nuova Croma) sono state messe in cantiere prima dell'arrivo di Marchionne: non le dovrebbero sfuggire i tempi medi che trascorrono dalla ideazione alla commercializzazione di un modello; della 500 non ho scritto che è "merito" di Marchionne (ma la L e la X sì); spero poi non voglia considerare la Panda II serie (pre Marchionne) e III serie (di Marchionne) un insuccesso perché sono facilmente disponibili tutti i dati che dimostrano il contrario, basta leggerli.
    @ml14
    quello che ho scritto sul cruscotto della Giulietta corrisponde a ciò che ho letto su un numero di 4R precedente il lancio: delle due l'una, o non crede ad entrambi perché "le fa comodo" o si mette d'impegno a cercarselo per verificarlo (non mi chieda di farlo per lei...).
    Cordiali saluti.
     
  15. economyrunner

    economyrunner

    Iscritto:
    1370078749
    Messaggi:
    6.232
    Piaciuto:
    1
    Ah Marchionne e se incidentalmente gli italiani ti ci mandassero una buona volta ... ah vero, te ne sei già andato ... senza aver restituito il malloppo, però
     

Condividi questa Pagina