Servizi
How to
Fleet&Business
FORUM
seguici con
LISTINO
seguici con
USATO
seguici con
Servizi
seguici con
How to
seguici con
Fleet&Business
seguici con

La transizione sotto la lente, tra frenata alle plug-in e modifiche al Fit for 55

La transizione sotto la lente, tra frenata alle plug-in e modifiche al Fit for 55 | Pagina 5 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    75.732
    Piaciuto:
    19.636
    L'amico e quasi conterraneo provocantibus ha colto il punto essenziale: dovrebbe essere proprio la stampa specializzata, e in queste pagine credo di trovarmi dentro la sua massima espressione, a urlare al mondo la follia che si sta mettendo in atto, e che consegnerà le chiavi dell'economia europea nelle mani dei cinesi. Il motivo di tale crimine, perchè di questo si tratta, davvero non lo riesco a comprendere, ma fare di tutto per opporvisi dovrebbe essere la vostra ragione di essere per il prossimo decennio, altro che "pia illusione"!
     
    A Davz, capnord, vecchioAlfista e 1 altro utente piace questo messaggio.
  2. Davz

    Davz

    Iscritto:
    1600589726
    Messaggi:
    934
    Piaciuto:
    490
    Duretta. Anche per 4R. Però devo dire che nel video di Pellegrini ho visto il Dir. sinceramente deluso e preoccupato. Devo dire che non mi aspettavo il ban delle ibride, questo mette in crisi le Giapponesi, mette in crisi la F1...mi sa proprio che i signori di Bruxelles abbiano preso una decisione molto importante e greve, con ripercussioni molto importanti. Forse anche il Dir. non se l'aspettava così netta, definitiva.
     
  3. AleD

    AleD

    Iscritto:
    1638354797
    Messaggi:
    7
    Piaciuto:
    1
    Al di là di tutte le sacrosante considerazioni, che in gran parte condivido, mi pare che oggi qui dentro sia sfuggita una notizia a mio avviso interessantissima, e che se fosse confermata potrebbe essere in grado di cambiare radicalmente una quota abbastanza sensibile del "percepito" in tema di automobili elettriche.
    Parrebbe infatti che dalle parti di Brescia oggi si siano avuti ufficialmente i primi risultati chiaramente positivi in merito alla possibilità di ricaricare i veicoli wireless durante la marcia tramite un sistema denominato DWPT. Cercatevi pure la notizia su internet. Se la cosa funzionasse davvero, ovviamente non risolverebbe per magia tutti i problemi legati all'utilizzo dei veicoli a batteria ma andrebbe di fatto ad eliminare le problematiche relative alle lunghe percorrenze. Le quali, a voler essere onesti, da un punto di vista puramente pratico erano un po' l'ultimo grosso scoglio da superare posto che nell'utilizzo diciamo "urbano" le vetture elettriche ormai riescono a fare anche 250 km prima di dover essere ricaricate. L'autostrada invece no, quello era ancora un grosso problema. Chiaro che tutto questo non risolverà le problematiche relative ai costi di acquisto, alla fabbricazione delle batterie e comunque più in generale alla necessità di una rete di ricarica infinitamente più capillare di quella oggi disponibile. Né tantomeno potrà porre rimedio per magia a problemi di tipo industriale ed occupazionale. Però se veramente questo sistema manterrà le sue promesse, le automobili elettriche si potranno ragionevolmente considerare come qualcosa di veramente utilizzabile. E a quel punto, basandoci su qualcosa di veramente utilizzabile, non è da escludere che anche l'economia e tutto quello che ci va appresso possano finalmente trovare una loro strada. Così, senza avere la pretesa di offrire soluzioni, ma solo per gettare nell'arena qualche grammo di ottimismo.
     
  4. Feline

    Feline

    Iscritto:
    1607594388
    Messaggi:
    950
    Piaciuto:
    285
    Come stare a galla in un mare di (dis) informazioni.., non si sa più a chi dobbiamo credere..??

    Consumi poco interessanti, scarsi incentivi (rispetto alle elettriche), alta complessità costruttiva (e quindi alti costi di manutenzione). Perché mai qualcuno allora dovrebbe sceglierle? A cosa è dovuto il successo delle ibride plug-in..

    Ibride plug-in, in Svizzera sospesi gli incentivi: «Inquinano più di quanto promesso»


    Circa un anno fa era stato l'ente indipendente Transport and Environment ad analizzare le emissioni reali delle plug-in hybrid, rilevando emissioni di CO2 superiori al dichiarato fino all'89% in condizioni ottimali e fino a 8 volte maggiori con batteria scarica. In Svizzera, questa ricerca era stata presa molto seriamente. «Se non si ricarica spesso la batteria in dotazione il consumo di benzina o diesel sarà più elevato, questa è la logica dietro a questo sistema. Ci vuole della disciplina per usare correttamente questo prodotto»

    https://www.corriere.it/motori/mobi...-751e-11ec-9e58-ba8db45e0e20.shtml?refresh_ce


    I modelli di auto plug-in hybrid, ovvero quelle con batteria ricaricabile alla spina, sono il livello top dell'ibrido, terza tappa dell'elettrificazione dopo mild hybrid e le full hybrid e sono considerate l'anticamera del passaggio alle elettriche pure.

    Lo schema di funzionamento è simile a quello di una full hybrid, ma sulle auto plug-in hybrid c'è in più la possibilità di ricaricare la batteria (di capacità maggiorata) anche da una presa di corrente domestica o da una colonnina pubblica e non solo col motore a combustione (benzina o diesel) o la frenata rigenerativa.

    Questo permette alle auto ibride plug-in di ottenere buone percorrenze in modalità puramente elettrica, comprese in generale tra i 40 e i 100 km. Visto che la percorrenza media giornaliera degli italiani è di circa 30 km, ciò significa che negli spostamenti quotidiani casa-lavoro si viaggia sempre in elettrico e nei weekend o nei viaggi più lunghi ci si affida alla benzina o al gasolio.

    Auto ibride plug-in, vantaggi e svantaggi

    Vantaggi
    Usata nel modo giusto, sfruttando il potenziale dell'autonomia elettrica, ha costi d'esercizio bassissimi.
    Ha tutti i vantaggi fiscali delle auto ibride
    Le basse emissioni di CO2 permettono di godere di incentivi statali consistenti
    In alcune città può accedere alle ZTL

    Svantaggi

    Quando la batteria è scarica i consumi salgono, visto anche il peso aggiuntivo del sistema elettrico.
    In alcuni casi il posizionamento del pacco batterie riduce la capacità di carico del bagagliaio.
    Chi non ha a disposizione un punto di ricarica elettrica a casa o al lavoro perde tutti i vantaggi del sistema PHEV.
     
    Ultima modifica: 11 Giugno 2022
  5. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    75.732
    Piaciuto:
    19.636
    Già non riescono a mettere giù quattro colonnine decenti, immagini sventrare la rete autostradale per posare le piastre a induzione?
     
  6. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    75.732
    Piaciuto:
    19.636
  7. StelleStrisce

    StelleStrisce

    Iscritto:
    1651912177
    Messaggi:
    4.524
    Piaciuto:
    2.850
    Infatti la Svizzera non è nella UE..
     
  8. Bauscia

    Bauscia

    Iscritto:
    1238584845
    Messaggi:
    9.003
    Piaciuto:
    5.000

    l'efficienza di quei metodi e' ridicola.
    funzionare, ovviamente funziona.
    quello non e' altro che un trasformatore in aria, senza nucleo ferromagnetico. il top del top per rendimento.
    si fa solo per applicazioni che necessitano dell'impossibilita' di usare cavi, e si accetta l'inefficienza del sistema, a vantaggio della mancanza di cavi.
    oltretutto il rendimento peggiora, quando le due bobine non son ben allineate. non oso immaginare cosa possa rendere un sistema, in cui una delle due bobine e' continuamente in movimento.
    non ho letto nessuno che dichiari che quel metodo abbia un'efficienza decente, si limitano a dire che funziona.
    tanto, ricordatevelo, a chi lo produce, l'efficienza non interessa, sara' sempre il consumatore finale, a pagarne il conto
     
    A a_gricolo piace questo elemento.
  9. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    75.732
    Piaciuto:
    19.636
    ...il tutto presupponendo che il campo elettromagnetico non abbia qualche effetto nocivo....
     
  10. AleD

    AleD

    Iscritto:
    1638354797
    Messaggi:
    7
    Piaciuto:
    1

    Vero anche questo.
    Ma ci sono vere alternative in vista?
     
  11. Bauscia

    Bauscia

    Iscritto:
    1238584845
    Messaggi:
    9.003
    Piaciuto:
    5.000
    no
    e' questo che e' sconvolgente.
    decidono di vietare una cosa, senza avere un'alternativa altrettanto valida, ma sperando che nei prossimi 10 anni avvenga un miracolo.
     
    A StelleStrisce piace questo elemento.
  12. AleD

    AleD

    Iscritto:
    1638354797
    Messaggi:
    7
    Piaciuto:
    1
    Sacrosanto, non discuto.
    Ma visto che ormai i giochi sembrano fatti, specie sulle lunghe percorrenze l'alternativa qual'è? Pacchi batterie costosissimi e pesantissimi, 100 kw e 60k di macchina come minimo per fare 350 km e poi comunque ricaricare? Oppure batterie più piccole ma doversi fare ogni 150 km mezz'oretta di Yoga o di Tai Chi sul piazzale dell'autogill mentre si aspetta di ricaricare?

    Non discuto sul fatto che sia inefficiente, magari però si potrà migliorare. E non discuto nemmeno sul fatto che costi. Ma secondo me costerà sempre di meno che gestire l'inc@77@tura di milioni di persone (tra cui il sottoscritto) che durante una trasferta di lavoro vedrebbero moltiplicarsi le ore di tempo perso a ricaricare (e ovviamente non pagato, visto che sono il datore di lavoro di me stesso...)
    Ribadisco: è tutto un divenire, è tutto sottoposto a conferma e in ultima analisi è tutto un forse. Però com'è che si dice? Pùtost che nient l'è mej pùtost. ;)
     
  13. AleD

    AleD

    Iscritto:
    1638354797
    Messaggi:
    7
    Piaciuto:
    1
    Mia mamma, santa donna, è un'inguaribile ottimista. questo modo di fare lei lo chiamerebbe audacia.:emoji_point_up:
    Io invece no, non sono particolarmente ottimista per natura.
    E lo chiamo con parole non ripetibili.:emoji_laughing:
     
  14. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    75.732
    Piaciuto:
    19.636
    Ci sarebbero (sistemi di accumulo diversi, supercondensatori, combustibili liquidi sintetici...). Ma bisogna lavorarci sopra, e soprattutto lasciare che le tecnologie emergano per meriti propri, non per spinte politiche e/o ideologiche. E non sarebbe neanche male andare a vedere a livello mondiale quali e dove sono i fattori all'origine della questione, altrimenti si fa come quando il prete fa la predica lamentandosi perchè la gente non viene a messa, a sorbirsi la predica sono quelli che a messa ci sono....
     
  15. AleD

    AleD

    Iscritto:
    1638354797
    Messaggi:
    7
    Piaciuto:
    1
    Non potrei essere più d'accordo. Ma sic stantibus rebus, m limitavo a dire che una soluzione interesante, ancorchè perfettibile, potrebbe esserci. tutto qui.
     

Condividi questa Pagina