Il paradosso elettrico: quanto costa essere puliti

Il paradosso elettrico: quanto costa essere puliti | Pagina 61 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. mazzol

    mazzol

    Iscritto:
    1240362086
    Messaggi:
    358
    Piaciuto:
    24
    Leggo: "Le famiglie con un reddito inferiore a 30mila euro potranno presto acquistare un’auto elettrica direttamente dal concessionario con uno sconto del 40% dal valore di listino e senza dover rottamare alcuna vettura. Le pratiche, similarmente all’Ecobonus, sono gestite direttamente dal concessionario e per partire si attende solamente la pubblicazione del decreto attuativo da parte del Ministero dell’Economia."
    Occhio alla scadenza:
    "aderire all’iniziativa entro il 31 dicembre 2021."

    da: Auto elettriche e bonus ISEE: tutti i modelli disponibili (tomshw.it)
     
  2. Vittorio

    Vittorio

    Iscritto:
    1603280413
    Messaggi:
    473
    Piaciuto:
    166
    Anche la fusione nucleare è una bella cosa pulita e ci rivolverebbe i problemi.

    Completamente irrealizzabile... non sto qui a spiegare il perché, la fusione fredda? La più grande bufala degli ultimi 30 anni.

    L'eolico da 670 MegaWatt lo voglio vedere, forse con 300 pale da 100 metri...
    I catalizzatori per slegare il fortissimo legame tra H & O sono un'utopia come già dicevano Michell J. Sienko and Robert A. Plane.

    Poi possiamo parlare dell'auto ad aria compressa, delle celle a combustibile, del catalizzatore stratosferico, degli specchi orbitanti per le centrali a concentrazione, alla 007, intanto si spillano soldi alla comunità, come la più grande bufala del secolo scorso l'auto ad idrogeno. Intanto come diceva Totò

    [​IMG]
     
    Ultima modifica: 3 Maggio 2021 alle 11:41
  3. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    60.200
    Piaciuto:
    10.050
    Semplicemente folle.
     
    A Vittorio piace questo elemento.
  4. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    60.200
    Piaciuto:
    10.050
    ...e comunque, la percentuale di ritorno all'endotermico da parte di utenti di elettriche è circa del 20%. Considerando che quasi nessuno è cliente Tesla e simili, non è poco.
     
  5. pilistation

    pilistation

    Iscritto:
    1481030962
    Messaggi:
    1.485
    Piaciuto:
    515
    In quello studio di cui parli, che ho letto, erano tutte persone che avevano comprato la 500 elettrica americana che non arrivava a fare 70km con una ricarica, ed erano persone che non potevano ricaricare in casa.
     
  6. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    60.200
    Piaciuto:
    10.050
    No, o non solo. Lo studio ha riguardato anche possessori di PHEV, e lì la percentuale di abbandono sale dal 18 al 20%. Gli ex possessori di 500e sono i più propensi a tornare alla benzina, ma non sono solo loro.
     
  7. renatom

    renatom

    Iscritto:
    1238759812
    Messaggi:
    13.755
    Piaciuto:
    1.860
    Per quanto possibile, non acquisto mai beni importanti che, per altri, sono fortemente incentivati.
    Me li ritroverei immediatamente svalutati, quanto meno, dell'importo dell'incentivo.
    Quindi, per quanto mi riguarda, se incentivano le auto elettriche al 40% per altri, ulteriore motivo per non acquistarla.
     
    A a_gricolo piace questo elemento.
  8. SubyNewBie

    SubyNewBie

    Iscritto:
    1611531339
    Messaggi:
    256
    Piaciuto:
    85
    Capirai..
    Il collegamento con il reddito è un'assurdità e creerà parecchia iniquità come sempre. Il solito populismo.
    L'inquinamento di una vettura non e' in proporzione al reddito, ma semmai al tipo di vettura, ai km percorsi ed all'uso.
    O no?
     
  9. streak

    streak

    Iscritto:
    1561623620
    Messaggi:
    4.882
    Piaciuto:
    1.501
  10. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    60.200
    Piaciuto:
    10.050
    la particolare collocazione del giacimento rende le operazioni piuttosto complicate e impattanti dal punto di vista geologico. E questa è al momento la principale preoccupazione, poiché vi sono alte probabilità di opposizione da parte delle comunità locali. E proprio su questo tema c'è un precedente importante: la cittadina di Staufen, che si trova proprio in questa regione, è salita agli onori delle cronache poiché i suoi edifici hanno iniziato inspiegabilmente a fessurarsi anche gravemente. La causa è stata individuata poi nelle attività di una vicina centrale geotermica: le perforazioni hanno causato il rigonfiamento di strati sotterranei di gesso che hanno compromesso la statica delle abitazioni.

    Non ho altre domande, Vostro Onore....
     

Condividi questa Pagina