Il paradosso elettrico: quanto costa essere puliti

Il paradosso elettrico: quanto costa essere puliti | Pagina 56 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    58.842
    Piaciuto:
    9.417
    Indubbiamente, ma è questione di portate, velocità del flusso e soprattutto costanza nel tempo. La finalità di una cassa di espansione è la prevenzione delle esondazioni, se poi riesce anche a far girare una dinamo ben venga, ma è comunque marginale.
     
  2. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    58.842
    Piaciuto:
    9.417
    Quella resterà nei film, puoi scommetterci la camicia. E per fortuna, aggiungo.
     
    A andreaci75 e keyone piace questo messaggio.
  3. bergat

    bergat

    Iscritto:
    1365795838
    Messaggi:
    5.529
    Piaciuto:
    672
    Io credo che sarà con motore a scoppio e l'avremmo ognuno una per superare il traffico delle strade.:emoji_blush:
     
  4. ottovalvole

    ottovalvole

    Iscritto:
    1313232853
    Messaggi:
    11.203
    Piaciuto:
    853
    esprimo un pensiero sul mondo dell'elettronica a 360°, ho l'impressione che la Dyson ha sdoganato il mondo dell'aspirapolvere a pile e la stessa strada sta prendendo l'automotive, così prevedo un futuro dove l'energia elettrica a corrente alternata servirà solo a ricaricare le batterie degli elettrodomestici anzichè farli funzionare, insomma sempre più elettrdomestici li vedremo funzionare a pile senza quei fili sparsi per casa. Ma la domanda è una sola, mettiamo che uso l'apirapolvere per mezzo'ora di continuo, quanta energia elettrica consumo se collegata alla presa e quanta ne consumo per ricaricare quel pò che ho consumato dalla batteria? Quale dei due sistemi porta risparmio energetico?
     
  5. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    58.842
    Piaciuto:
    9.417
    un tot

    un tot più qualcosa

    sicuramente ogni passaggio porta a una diminuzione del rendimento, quindi l'alimentazione diretta con la prolunga consuma meno del passaggio attraverso la batteria. Di quanto, non te lo so dire.
     
  6. cunctator

    cunctator

    Iscritto:
    1572198985
    Messaggi:
    10
    Piaciuto:
    0
    Mi è venuto in mente oggi che una fonte di energia ecologica che non passa attraverso le batterie potrebbe essere il biogas, che si produce per fermentazione di materiali vegetali. (magari dopo eliminazione della CO2, perchè il biogas è per metà CO2 e per metà metano). Avremmo del metano da usare nei motori, che bruciando produce la CO2 che i vegetali di partenza avevano fissato prendendolo dall'aria. Un ciclo ecologico, che non richiederebbe l'abolizione dei motori a combustione interna.
    L'unica obiezione è che coltivando anche tutta l'Italia non si produrrebbe abbastanza metano per tutti (è la stessa obiezione contro il gasolio verde). Ma con la coltivazione in mare delle alghe si potrebbe arrivare molto lontano...
     
  7. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    58.842
    Piaciuto:
    9.417
    Esiste da una vita.....
     
  8. keyone

    keyone

    Iscritto:
    1238711761
    Messaggi:
    7.295
    Piaciuto:
    642
    Quanto le novità in cantiere a livello globale , in tema di batterie sposteranno l'asse decisamente a favore delle auto ad elettroni ? Dalla batteria allo stato solido promessa da mr.Toyoda ,addirittura dal 2021 (prototipo) , a quella capace di 1000 km con una carica , a cui sta lavorando mr.Dyson , a quella da 150 kw promessa dalla cinese Mio sulla sua berlina a forma di Tesla , alla discesa dei prezzi al kw promessa da un po' tutti gli autori dell'automotive mondiale , comprese le new entry nel settore , Apple , Basf e su tutte Tesla che promette un'elettrica premium a circa 20.000 euro di base , l'elettrica sembra inarrestabile , nel vincere le diffidenze e le obiezioni degli "elettroscettici" e pare che tutti , anche i più accaniti sostenitori di cilindri , pistoni ed iniettori si dovranno adeguare ...

    https://www.greenstart.it/sviluppi-novita-delle-batterie-per-auto-elettriche
     
    Ultima modifica: 16 Gennaio 2021
  9. cunctator

    cunctator

    Iscritto:
    1572198985
    Messaggi:
    10
    Piaciuto:
    0
    L'auto elettrica ha un grande futuro. Ma invece di concentrarsi sull'auto si potrebbe concentrarsi sul rifornimento di elettricità, che è ancora molto indietro. Non si sa dove andare a rifornirsi, e non si è disposti ad aspettare ore per una ricarica (forse la soluzione sarà la famosa batteria a stato solido, che non esiste ancora).
    La Renault per es. ha ancora detto dove la nuova R5 andrà a ricaricare le batterie.
    Per ora preferisco la soluzione delle ibride in serie della Honda Jazz, che riduce del 20-30% i consumi, facilmente adattabile a una rete di distribuzione (già esistente) di carburanti sintetici, o magari di idrogeno. Piccoli passi. Per ora, per favore, non chiedetemi di cambiare la vecchia auto a benzina, che uso sempre meno. (Forse è questo che si voleva). La Honda Jazz mi tenta molto. Ma una Twingo ibrida in serie sarebbe facile da progettare.
     
  10. cunctator

    cunctator

    Iscritto:
    1572198985
    Messaggi:
    10
    Piaciuto:
    0
    A proposito, è vero che l'auto elettrica taglia le emissioni di CO2 ? Questo è vero solo per quel 30% di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, se no bisogna passare attraverso tutto il circuito centrale--rete elettrica-stazioni di ricarica (di solito lenta)-batteria.
    Voglamo davero ridurre le emissioni di CO2 ? prima sostituiamo il carbone e il gasolio delle centrali con metano. Isoliamo meglio le pareti delle case per ridurre il riscaldamento.(che è responsabile di 1/3 di tutte le emissioni). E insistiamo con i motori ibridi, che già ora consumano 1/3 in meno dei vecchi motori.
     
  11. keyone

    keyone

    Iscritto:
    1238711761
    Messaggi:
    7.295
    Piaciuto:
    642
    Ma , il problema non è tanto la Co2 , almeno per quanto riguarda la salute umana , chè l'anidride carbonica di per sè è gas amorfo e non patogeno , anche perchè , come si sa,trasformabile in ossigeno dalle piante con la funzione clorofilliana . Per quanto riguarda la salute del pianeta è tuttora in discussione l'apporto antropico ai cambiamenti climatici . Altri gas , emessi da tutti i veicoli con motore a combustione interna , sono invece assai pericolosi per la salute dell'uomo e degli animali . Nè vale del tutto la protezione data dagli euro 6 temp et similia , dato che il parco circolante , soprattutto in Italia , ma anche in Europa , è alquanto datato . Inoltre la manutenzione degli impianti catalitici e dei filtri è onerosa e quindi spesso omessa da parecchi proprietari di auto o addirittura molti sono i casi di rimozione totale degli impianti di filtraggio , per aumentare le prestazioni dei veicoli o per evitare la sostituzione di componenti usurate . Ciò vale anche e soprattutto per i mezzi pesanti . E' sufficiente infatti viaggiare un po' sulle strade e autostrade italiane , non solo in città , per rendersi conto di persona , soprattutto per i soggetti allergici o sensibili , della qualità pessima dell'aria dovuta , localmente almeno , ai gas di scarico dei veicoli a motore a scoppio :

    O3 - Ozono
    L’ozono è un gas con capacità irritanti per gli occhi, per le vie respiratorie e per le mucose in genere. Elevate concentrazioni di questo inquinante nell’aria possono favorire l’insorgenza di disturbi sanitari o l’acuirsi delle patologie già presenti nei soggetti più sensibili (persone affette da malattie respiratorie croniche e asmatici).
    NO2 - Biossido di Azoto
    Il biossido di azoto è un forte irritante delle vie polmonari; già a moderate concentrazioni nell’aria provoca tosse acuta, dolori al torace, convulsioni e insufficienza circolatoria. Può inoltre provocare danni irreversibili ai polmoni che possono manifestarsi anche molti mesi dopo l’attacco. È emesso soprattutto dai motori diesel ed è ritenuto cancerogeno.
    SO2 - Biossido di Zolfo
    Il biossido di zolfo è un forte irritante delle vie respiratorie; un’esposizione prolungata a concentrazioni anche minime può comportare faringiti, affaticamento e disturbi a carico dell’apparato sensoriale (occhi, naso, ...).
    CO - Monossido di Carbonio
    Il monossido di carbonio è un gas inodore e incolore, tossico per l’uomo. Gli effetti dell’esposizione a questo agente inquinante possono variare da leggera intossicazione con disturbi psico-motori, cefalea e indebolimento generale fino ai conseguenze più gravi. E’ emesso prevalentemente dai motori a benzina, dagli impianti di riscaldamento domestici e dagli impianti industriali.
    PM10
    Il PM10 indica un insieme di polveri inquinanti altamente nocive per l’uomo. Si tratta di particelle solide e liquide, di diametro inferiore a 10µm, generate da fenomeni naturali, o più comunemente dai gas di scarico delle automobili o dall’inquinamento degli impianti industriali. Gli effetti irritativi sul tratto superiore dell’apparato respiratorio possono comprendere l’infiammazione e la secchezza del naso e della gola, aggravandosi se le particelle hanno assorbito sostanze acide (come il biossido di zolfo o gli ossidi di azoto).
    PM2.5
    E’ un insieme di polveri inquinanti con diametro inferiore a 2.5µm, di natura organica o inorganica, che possono presentarsi allo stato solido o liquido. Questo tipo di particolato è in grado di penetrare profondamente nell’apparato respiratorio provocando disturbi acuti e cronici (asma, bronchite, enfisema, allergia) e nell’apparato cardio-circolatorio (aggravamento dei sintomi cardiaci nei soggetti predisposti).
     
  12. mazzol

    mazzol

    Iscritto:
    1240362086
    Messaggi:
    319
    Piaciuto:
    19
    Buon giorno a tutti, il 20 gennaio 2021 e' cambiata la politica sui cooki delle terze parti, e' praticamente impossibile rifiutarli pertanto questo e' il mio ultimo intervento.
    Volevo chiederVi cosa ne pensate di questo "cambio" per vetture elettriche https://www.autotecnica.org/bosch-c...QHceFNztqBI0eJZWVE8OyBZ6y2OBu64U7qnCG66oNHEk8
    Non vedro' le risposte ma magari puo risultare interessante Comunque sia un saluto a tutti ed un grazie per le risposte spesso polemiche ... che aiutano a conoscere l'opinione altrui. Buon proseguimento.
     
  13. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    58.842
    Piaciuto:
    9.417
    basta che li cancelli.....
     
  14. keyone

    keyone

    Iscritto:
    1238711761
    Messaggi:
    7.295
    Piaciuto:
    642
    Spiegatemi per favore questa dei Cooki , che non ne so nulla :)
     

Condividi questa Pagina