Il paradosso elettrico: quanto costa essere puliti

Il paradosso elettrico: quanto costa essere puliti | Pagina 41 - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. alescar

    alescar

    Iscritto:
    1582844538
    Messaggi:
    1
    Piaciuto:
    1
    Ottimo articolo che sembra esprimere una verità così lampante che non si capisce come mai sembri ormai indiscutibile passare all'elettrico. Tra l'altro in paesi come l'Italia senza energia nucleare nelle estati calde salta l'elettricità per i condizionatori figuriamoci cosa succederebbe con un parco auto interamente elettrico. Cosa fare? Possibile che nessun partito si intesti questa battaglia? Un'autorevole testata come QR potrebbe lanciare una petizione? Sicuramente avrebbe molto seguito....
     
    A Guastatore1986 piace questo elemento.
  2. mazzol

    mazzol

    Iscritto:
    1240362086
    Messaggi:
    267
    Piaciuto:
    13
    il progetto a regime prevede 100 lampioni nuovi al momento mi pare siano solo due o tre. Ho comunque chiesto lumi al URP del comune di Verona che ha chiesto al gestore della rete di rispondermi.
    Ora non so quanti lampioni ha Verona, con una certa enfasi ne hanno previsti 134 aggiuntivi nel gennaio 2019 https://www.pressreader.com/italy/corriere-di-verona/20190131/281745565618434

    Presumo siano almeno tre mila (ma potrbbero essere molti di più gia disloccati nella città.
    I cento lampioni con caricabatterie non sono certo tutti vicini
    e probabilmente non saranno sempre utilizzati contemporaneamente.

    Esistono dei sistemi di controllo dei consumi che in caso di sovraccarico sospendono le utenze secondarie. Esistono a livello domestico figuriamoci a livello generale ... esistono anche contratti di fornitura economica che accetta eventuali interruzioni.

    Ciao
     
  3. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    54.025
    Piaciuto:
    7.021
    ecco........
     
  4. rosberg

    rosberg

    Iscritto:
    1238528159
    Messaggi:
    22.392
    Piaciuto:
    384
    Basterebbe che non ne parlassero più dell'elettrico e il problema sarebbe risolto. Una tecnologia senza alcun senso che stanno pubblicizzando inutilmente e le case automobilistiche che investono milioni su milioni che fanno pagare a noi proponendo listini sempre più in aumento per finanziarsi investimenti assurdi come l'elettrico e la guida autonoma.
    Se i giornali smettessero di parlarne ci sarebbe ancor più indifferenza verso una cosa che nel breve-medio periodo (ma secondo me anche nel lungo) non porta a nulla.

    P.S.: come se l'inquinamento del mondo fosse colpa delle automobili... le quali, NON DIMENTICHIAMO, incidono sull'inquinamento terrestre nella percentuale del 5% massimo.
     
    A Marcus 9 piace questo elemento.
  5. mazzol

    mazzol

    Iscritto:
    1240362086
    Messaggi:
    267
    Piaciuto:
    13
    Sulla inutilità avrei molti dubbi ... ma vedo che ...

    Si inizia a considerare l'auto elettrica per quello che è (al momento) una vettura da città o per piccoli spostamenti ad un costo (ancora eccessivo) ma accettabile di 6000 euro ....
    https://auto.hwupgrade.it/news/tecn...-6-mila-euro-guidabile-dai-14-anni_87360.html
     
  6. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    54.025
    Piaciuto:
    7.021
    ....e quindi, NON un'auto.....
     
  7. Guastatore1986

    Guastatore1986

    Iscritto:
    1249685386
    Messaggi:
    5.998
    Piaciuto:
    590
    Se le Ligier, Aixam ed altri Quadricicli pesanti e leggeri, fossero costruiti in serie, scommettiamo che costerebbero di meno di questa?
     
  8. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    54.025
    Piaciuto:
    7.021
    Io non ci scommetterei troppo.... sono già costruiti in serie e costano una fucilata.
     
    A Guastatore1986 piace questo elemento.
  9. mazzol

    mazzol

    Iscritto:
    1240362086
    Messaggi:
    267
    Piaciuto:
    13
    Sei troppo prevenuto, consideri il Tuo modo di utilizzare il mezzo a quattro ruote come l'unico degno di definirsi auto.
    Se prendi in considerazione il "fatto" messo in luce dall'analisi dei km percorsi tra una revisione biennale e la successiva scopri che il 70% dei mezzi revisionati percortono una media di 30 km al giorno ... sono oltre 26 milioni su 37.... una maggioranza di mezzi che viaggiando poco concorrono a pagare le Tue tasse ... una maggioranza che potrebbe imporre a tutti di pagare tutto in base ai km percorsi (assicurazione, bollo, .... ).
    La vetturetta indicata (e altre simili che arriveranno in abbondanza nei prossimi mesi) tendono a coprire quella fascia enorme di mezzi trasporto alternativi alla "bicicletta" probabilmente eviteranno la "sciocchezza" di pubblicizzarle con "si guida a 14 anni e senza patente" chi ha la patente e l'assicurazione classe zero anche se usa poco la vettura e potrebbe tranquillamente passare ad un mezzo alternativo difficilmente lo farà per ... continuare a sentirsi "automobilista". ....
    Ricorda ... sono oltre 26 milioni le vetture che fanno rifornimento una volta alla settimana .. e poco più di 10 quelli che la vettura la usano tanto.
    Fino ad oggi il mercato si è orientato a questi 10 milioni che cambiano auto spesso. Un mercato che esige infrastrutture molto costose che non verranno ammortizzate facilmente.
    Probabilmente da quest'anno si penserà ai 26 milioni che non hanno bisogno di grosse infrastrutture per ricaricarsi si può utilizzare la rete esistente per ricaricare i pochi km percorsi durante una lunga sosta.

    Probabilmente le batterie costeranno meno ed avranno maggiori prestazioni (annunzio Tesla) meno peso, meno ingombro, minor costo, maggior potenza, magari una valigetta da caricare a casa o sul luogo di lavoro o con il fotovoltaico integrato nella cartozzeria ... e se ne acquisti o noleggi una di riserva la tua autonomia raddoppia.

    Probabilmente qualche casa europea si deciderà a produrle in catene di montaggio robotizzate qui ... in europa a costi competitivi.
    Spero il post rimanga in vita per tutto l'anno ... ne vedremo delle belle.

    Anche il coronavirus ... farà la sua parte oggi salire su un mezzo pubblico stracolmo .... non è proprio il massimo per evitare il contagio ... ed i km percorsi da quei 26 milioni di veicoli sempre fermi potrebbero aumentare e con questo aumento aumenterà anche la voglia di un mezzo più consono alle proprie necessità (una vetturetta snella ed economica da città).
    Probabilmente il bollo tornerà "finalmente" ad essere correlato alle dimensioni della vettura ... allo spazio che occupa e non alla potenza (già colpita dal costo del carburante).
     
    Ultima modifica: 2 Marzo 2020
  10. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    54.025
    Piaciuto:
    7.021
    Non sono io a essere prevenuto. Carretti da gelataio come quello che hai postato esistono - a benzina e diesel - da decenni, eppure quelle che vedi in giro si contano sulle dita di un falegname sbronzo. Tutti "troppo prevenuti", o sono mezzi intrinsecamente inadeguati?

    A parte che, per quanto io ricordi, non è mai stato così, si sostituirebbe una demenzialità con un'altra. L'unica forma equa di tassazione sull'auto esiste già e si chiama accisa sui carburanti, basterebbe e avanzerebbe quella unita a un meccanismo di compensazione fiscale per gli utilizzi legati al trasporto casa-lavoro. Qualsiasi parametro "geometrico" o "morfologico" introduce inevitabilmente storture e ingiustizie.
     
    A Marcus 9 piace questo elemento.
  11. Guastatore1986

    Guastatore1986

    Iscritto:
    1249685386
    Messaggi:
    5.998
    Piaciuto:
    590
    Peccato che quelle vetturette li abbiano lo stesso ingombro di un triciclo e di un altro quadriciclo. Per quello che sono andrebbero bene in città, ma fuori a meno che non sia un comune di Hinterland di una metropoli? Se si avesse tra gli adolescenti ancora la mentalità di quando avevo la stessa età di Greta Thunberg e di molti suoi fan (per non dire discepoli o accoliti), quella vetturetta verrebbe ancora classificata come roba da "Sfigati" e/o "Handicappati" e dagli altri automobilisti sarebbero considerata un ingombro e un pericolo.
     
  12. mazzol

    mazzol

    Iscritto:
    1240362086
    Messaggi:
    267
    Piaciuto:
    13
    Non sto minimamente pensando a chi percorre 30.000 km anno o più. Ritengo che vetture piccole (e mi torna in mente la prima 500 che costava 495.000 lirette probabilmente 5/6 mila euro odierni) o grandi che percorrono "meno" di 12.000 km anno
    (la relazione sui dati ricavati dalle revisioni accorpa 26 milioni di vetture che in media percorrono 12 mila km per poi accorpare le altre. Sarebbe interessante avere un dettaglio .... ma questo potrebbe farlo 4R non un lettore qualsiasi).

    Molte auto di km ne fanno pochissimi ... ma entrano in media anche se da 50 anni percorrono ogni tanto solo i pochi km che separano la chiesa dal camposanto.

    Valutare la composizione del mercato cui sarebbe opportuno offrire vetture elettriche compatibili con la situazione attuale è compito del marketing .... che non è detto operi in modo giusto .... visto che parlano esclusivamente di vetture elettriche con un mercato quasi inesistente ... che raddoppia annualmente con gran clamore una percentuale dello 0 virgola restando pur sempre sullo 0 virgola.

    Ma ... come segnalavo ... la rivoluzione delle batterie che passano da 150 kg per 100 km a 30 kg ..... ad un costo inferiore, una rivoluzione attesa da anni .... cambia potenzialmente il mercato cui rivolgersi.

    Oggi vediamo un tipo di vettura che esisteva già ... ma con costi superiori poco appetibili.
    Domani .... chissà quante se ne aggiungeranno.

    Anche l'assicurazione 'famiglia' può invogliare all'acquisto di una vetturetta da città in aggiunta a quella per i lunghi viaggi, mi aspetto presto di vedere passare verso il mare in autostrada una vettura "sostanziosa" con dietro un carrello con sopra la vetturetta elettrica per gli spostamenti cittadini (probabilmente le prime con targa non italiana).
     
  13. bauscia

    bauscia

    Iscritto:
    1238584845
    Messaggi:
    2.505
    Piaciuto:
    895
    la media dei 30km al giorno e' una favoletta che non serve ad un gran che'
    l'auto deve poter essere usabile nella condizione peggiore, non nella migliore o nella media.
    se domani vado in vacanza in puglia, non voglio andarci facendo 30km al giorno, per arrivarci :D
    il problema e' che, le auto a pile, mediamente van bene ma, come esci dalla media.... non van piu' bene e ti serve una seconda auto.
    chi se la puo' permettere, se la compra. chi non puo', deve averne una che vada bene sempre, non mediamente
     
  14. a_gricolo

    a_gricolo

    Iscritto:
    1238534943
    Messaggi:
    54.025
    Piaciuto:
    7.021
    Più che la media, conta la deviazione standard....
     
  15. Guastatore1986

    Guastatore1986

    Iscritto:
    1249685386
    Messaggi:
    5.998
    Piaciuto:
    590
    Si ma non hai fatto i conti che un'auto a cranio potrebbe servire: Se io avessi avuto la fortuna (e la buona scelta) di iniziare a lavorare quando mio padre ancora lavorava (Visto che entrambi facevano i turni) e lavoravo magari a Parma, che cosa facevo?
     

Condividi questa Pagina