audi a3 1.6 tdi cabrio

audi a3 1.6 tdi cabrio - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. nibbio.per@gmail.com

    nibbio.per@gmail.com

    Iscritto:
    1400405668
    Messaggi:
    1
    Piaciuto:
    0
    Ciao a tutti. A titolo informativo volevo inserire una mia considerazione sul 1.6 tdi dell'uadi a3. Ho letto commenti sul tipo di motore che alcuni consideravano inadeguato rispetto al 2.0 tdi. Ovviamente nessuno mette in dubbio che 35cv in più rendono il motore più grintoso, ma la domanda è: COSA VOGLIO DALLA MIA VETTURA. Se l'obiettivo è spingere oltre i 200km/h allora è giunto puntare sul 2.0, ma se interessa avere consumi veramente bassi allora si può optare per il 1,6 tdi che oltre ad avere un buon rendimento (arriva a 160 in un attimo con una buona riserva di potenza fino a 190) garantisce a 140 km/h oltre 18 km con un litro. e con un po di attenzione in città può oltrepassare i 20 km/l. viaggiando alla media di 120km/h oltrepassa i 23km/l.
    A questo punto scegliere il motore non è una opzione obbligata ma solo una scelta di gusto !!
     
  2. Ma2

    Ma2

    Iscritto:
    1363281243
    Messaggi:
    889
    Piaciuto:
    4
    Ma guarda, io sulle cabrio ci vedo solo motori a benzina :D :D

    Comunque i consumi che hai scritto mi sembrano un po' ottimistici, non di tanto ma un po' si....

    Poi non e' che il 1.6 tdi arriva a 160 km/h in un attimo: con uno 0-100 km/h in 11 secondi va da se che si sta parlando di un motore tranquillo altro che 160 km/h in un attimo ;)

    Il 1.6 tdi e' il classico motore per chi vuole risparmiare su tutto a discapiti delle prestazioni, non e' un motore fermo ma nemmeno "veloce"
     
  3. 4ruotelover

    4ruotelover

    Iscritto:
    1238618315
    Messaggi:
    3.062
    Piaciuto:
    102
    Parto dal presupposto che in fase di scelta, come tra l'altro accade purtroppo in generale nella propria vita professionale e privata, bisogna spesso scendere a compromessi. Credo che a chiunque piacerebbe avere il massimo di tutto ma ottenerlo nella pratica è davvero arduo.
    Tutto questo per dire che anch'io su una cabrio opterei per un motore a ciclo Otto e magari pure bello grintoso, però poi, magari per rendere la cabrio/roadster godibile quotidianamente, occorre fare una scelta, appunto, di compromesso. ;)

    Detto ciò, avendo avuto modo di provare per bene diversi 1.6l Diesel (116d ED, 508 1.6 HDI, Delta 1.6 mjet, CMax 1.6 TDCI) ho maturato una mia idea nella comparativa con i 2 litri. Non è tanto un discorso di prestazioni in quanto mediamente, specie su una segmento C, le prestazioni, per muoversi quotidianamente, non mancano affatto. Già a bassi regimi rendono mediamente disponibili valori di coppia e potenza più che discreti assicurando una buona elasticità di funzionamento e riprese tutto sommato efficaci. Si prestano poi anche alle richieste di ritmi più sostenuti, anche nei percorsi autostradali.
    Il rovescio della medaglia riguarda a mio avviso due aspetti. Il primo, banale, è quando si adotta uno stile di guida più sportivo (in realtà, complici tanti fatto, accade raramente) dato che l'extra-performance erogata non è particolarmente esaltante. Il secondo punto riguarda invece il comportamento del motore: trovo che i 2l presentino un'erogazione più omogenea, fluida e regolare su tutto il campo di funzionamento. In particolare non mi riferisco tanto ai regimi intermedi, quanto a quelli bassi ed alti. Nei primi rispondono più prontamente ed efficacemente, nei secondi mostrano più allungo e progressione. In poche parole cioè trovo che i 2 litri abbiano un'erogazione più "raffinata".

    Quanto riscontrato vale però mediamente e bisogna considerare il campione sul quale ho fatto questa mia personale statistica. Ci sono poi degli scostamenti, sia in positivo che in negativo, rispetto alla media per cui può accadere che gli "svantaggi" riscontrati si possano amplificare ma anche ridursi, annullarsi o addirittura ribaltarsi in funzione della particolare coppia di motori posta a confronto.
     
  4. dani2581

    dani2581

    Iscritto:
    1239718240
    Messaggi:
    1.394
    Piaciuto:
    1
    Io al posto tuo avrei scritto che sceglierei il 1.6 per risparmiare sul prezzo d'acquisto (e al limite ache su bollo ed rc), visto che non mi interessano le prestazioni del 2.0. Senza tirare in ballo i consumi che, specie su un corpo vettura non proprio leggerissimo come quello di un cabrio, saranno molto simili tra 1.6 e 2.0 TDI. Basta andare a vedere le prove di quest'ultimo o anche i pareri dei forumisti che ce l'hanno.. Poi ognuno scrive quello che vuole.
     
  5. yello73

    yello73

    Iscritto:
    1258028135
    Messaggi:
    113
    Piaciuto:
    1
    Premetto che ho il 2.0 tdi 150cv e che provengo dal 1.6 tdi 105cv, quindi conosco entrambi i motori.
    Il vantaggio del 2.0 non è (solo) quello di consentire velocità massime maggiori (irraggiungibili nel quotidiano) ma quello di fornire un'erogazione più lineare e confortevole già a bassi regimi. Non si affatica alle salite, è più scattante in città e ha una migliore ripresa. Insomma si guida molto più "sciolto" rendendo la guida più rilassante.
    I consumi sono pressoché equivalenti.
     
  6. viivaldi

    viivaldi

    Iscritto:
    1239112500
    Messaggi:
    391
    Piaciuto:
    0
    Aggiungerei che il 2.0 affaticandosi meno, dovrebbe garantire una vita complessiva del motore più lunga. Voglio dire: se un 2.0 trattato bene arriva, poniamo, a 300.000 km il 1.6 ne fa, poniamo, 150.000.
    Se poi uno tiene la macchina due o tre anni e la cambia.....il problema non si pone.
    Ciao, Vivaldi.
     

Condividi questa Pagina