Richiamo per aggiornamento SW Astra J

Richiamo per aggiornamento SW Astra J - opinioni e discussioni sul Forum di Quattroruote

  1. Biturbo79

    Biturbo79

    Iscritto:
    1498220406
    Messaggi:
    1
    Piaciuto:
    0
    Ho una Opel Astra 2.0 Biturbo del 2014 (diesel EURO5, DPF senza adblue), acquistata nuova presso rete ufficiale; nell’aprile del 2017 porto la vettura presso officina autorizzata Opel per il tagliando annuale (sostituzione olio e filtro), al ritiro mi comunicano di aver già provveduto ad un aggiornamento software della centralina principale, e che se avessi ricevuto una comunicazione a riguardo, l’intervento era già stato fatto; effettivamente, pochi giorni dopo, ricevo una raccomandata da GM Italia, relativa a tale campagna di soddisfazione cliente 17-R-033 (2021630), dove mi invitando a recarmi presso la rete di assistenza per questo fantomatico aggiornamento.

    Devo premettere, doverosamente, che l’uso che faccio normalmente della mia vettura è molto “al limite” rispetto agli ultimi ritrovati “ecologici” di un mezzo diesel, mediamente è al 50% città e al 50% autostrada/extraurbano, per questo motivo ho sempre cercato di “intercettare” i momenti di rigenerazione e di girare, anche a vuoto, per consentirne il corretto e completo svolgimento; a parte dover cambiare l’olio 1 volta l’anno, anche a fronte di un chilometraggio compreso tra 12.000 e 15.000, non ho mai avuto nessun problema o segnalazione legata al DPF e al suo intasamento.

    Dopo il tagliando, mi accorgo che le rigenerazioni si fanno più frequenti, passo da una percorrenza media di 700/800 km tra una e l’altra a circa 150/200; il consumo medio su ogni rifornimento aumenta vertiginosamente e, nel tentativo di mantenere quella che credo possa essere la buona abitudine di far terminare sempre le rigenerazioni una volta innescate, il tempo che passo a girare a vuoto aumenta a dismisura, creandomi non pochi disagi. Dopo circa 2 mesi da quell’aggiornamento, ho percorso circa 2.000 km, conteggiato 10 rigenerazioni (potrei anche essermene persa qualcuna, i metodi che uso per identificarle sono abbastanza empirici) e la vita residua dell’olio motore, secondo il computer di bordo, è del 75% (stanti le mie percorrenze medie, significa raddoppiare i cambi olio in officina).

    Sempre da 2 mesi, sono in contatto con il call center di GM Italia: vi tralascio la mia opinione sul livello di assistenza offerto, mi hanno fatto andare in officina già 4 volte (per comunicare i dati, poi per aprire il caso, poi per rilevare la diagnostica della vettura…), con buona pace dei miei permessi dal lavoro, e attualmente, dopo avermi confermato che il comportamento attuale è corretto, evidentemente era errato quello precedente, mi hanno invitato a far controllare gli iniettori (a mie spese, ovviamente mi sono rifiutato). Alla mia richiesta di ripristinare il software precedente, mi è stata negata tale possibilità… L’officina mi dice di dipendere strettamente dai software rilasciati dalla casa madre, e di non aver potere decisionale in merito.



    Personalmente, trovo inaccettabile questo tipo di trattamento: prima del tagliando non avevo avuto nessun problema, mi sembrava di riuscire a mediare abbastanza bene tra il mio uso della vettura e le rigenerazioni necessarie, non avevo mai avuto errori o problematiche, dopo aver ritirato la vettura sto praticamente diventando succube delle rigenerazioni e i costi di gestione sono lievitati senza un senso logico (io avevo comprato una vettura con determinati consumi, e a quelli mi ero adeguato e parametrato, oggi me li ritrovo aumentati senza aver cambiato nulla del mio stile di guida). Ho la sensazione, stante i vari “rimbalzi” che mi stanno facendo fare, che la casa non sta facendo nulla per risolvere il mio problema e che alla fine me ne dovrò solo fare una ragione… Ho qualche alternativa secondo voi?
     

Condividi questa Pagina